Voci della Sanità 19 Novembre 2020 17:34

Manovra 2021, Nocerino (M5S): «75 milioni a fondo caregiver, prossimo step è legge»

«In sede di conversione in Parlamento della manovra, presenteremo degli emendamenti per chiedere al governo di aumentare ulteriormente le risorse del fondo per il Caregiver familiare» annuncia la senatrice del Movimento Cinque Stelle Simona Nocerino

«Ammonta a 75 milioni di euro, nel triennio 2021-2023, lo stanziamento inserito nella legge di Bilancio 2021, che ieri è approdata alla Camera dei deputati dove comincerà il proprio iter in prima lettura, devoluto al Fondo per il Caregiver familiare, che in Italia è stato istituito da una legge del 2017. Eppure  nel nostro Paese non esiste ancora una disciplina organica, che definisca a chi ci rivolgiamo quando parliamo di caregiver familiare, chi sono, quanti e quali diritti hanno. Per queste ragioni, più di un anno più ho presentato al Senato un disegno di legge che disciplina questa figura e dà per la prima volta cittadinanza al caregiver familiare nel panorama giuridico italiano, assicurando diritti e tutele a quanti si occupano a tempo pieno di un familiare con disabilità e che spesso sono costretti a dover scegliere tra lavoro e attività di cura alla persona, con le relative conseguenze economiche sul reddito familiare». Così la senatrice del MoVimento 5 Stelle, Simona Nocerino, prima firmataria del ddl sul Cargiver familiare, all’esame della Commissione Lavoro di palazzo Madama.

«Quel disegno di legge –ricorda Nocerino -, che è stato scelto come base di partenza su cui lavorare per arrivare a una legge, in accordo con gli esponenti di maggioranza e opposizione delle forze politiche presenti in Parlamento, ha cominciato già da qualche tempo il proprio iter in commissione Lavoro al Senato, commissione di cui sono componente insieme alle colleghe del MoVimento 5 Stelle Barbara Guidolin, e Susy Matrisciano, che è anche presidente della Commissione Lavoro di palazzo Madama».

«Da mesi lavoriamo senza sosta – aggiunge – per rendere finalmente giustizia e diritti a migliaia di cittadini, che per troppo tempo non hanno ricevuto la giusta attenzione da parte dello Stato. Ma per raggiungere gli obiettivi che la nostra proposta di legge si prefigge c’è bisogno di un sostegno economico importante. Per questo accolgo con entusiasmo la scelta del governo di rifinanziare con 75 milioni di euro in 3 anni, 25 mln nel 2021, il fondo per il Caregiver familiare».

«Per il Movimento 5 Stelle – prosegue Nocerino – rispondere alle richieste delle fasce più fragili della popolazione è certamente una priorità, non possiamo permetterci di lasciare nessuno solo né indietro,   soprattutto nel bel mezzo di un’emergenza sanitaria ed economica, che non ha precedenti nella storia della Repubblica. Lo  abbiamo sempre detto e lo abbiamo fatto e continuiamo a farlo anche adesso. In sede di conversione in Parlamento della manovra, presenteremo degli emendamenti per chiedere al governo di aumentare ulteriormente le risorse del fondo per il Caregiver familiare – sottolinea -, in modo da poter garantire copertura economica agli interventi che abbiamo individuato nel disegno di legge all’esame della commissione Lavoro del Senato. Siamo certi che il governo non ignorerà le richieste che arrivano dal mondo della disabilità. E per questo voglio ringraziare il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, che ha la delega alla disabilità, e il ministro del Lavoro Nunzia Catalfo per lo sforzo profuso e l’impegno dimostrato giorno per giorno, a tutela di cittadini, famiglie e imprese in questa fase assai complessa per il nostro Paese», conclude.

Articoli correlati
Vaccini Covid, Guidolin (M5S): «Regolamentare vaccinazione in ambito sanitario per tutelare più fragili»
«Dopo la decisione del tribunale di Belluno di rigettare il ricorso di dieci operatori socio-sanitari dipendenti di due Rsa, sospesi dal lavoro per aver rifiutato di aderire alla campagna vaccinale Covid-19, da operatrice socio sanitaria, temporaneamente prestata alla politica, mi sento di lanciare un appello ai colleghi. Quest’anno di pandemia ci ha messo tutti a […]
Caregiver, FISH e FAND incontrano ministra Erika Stefani: «Presto tavolo tecnico per sbloccare Ddl fermo in Senato»
«Occorre agire oltre che a livello economico, soprattutto a livello previdenziale ed assistenziale, in modo da garantire ai caregiver, di accedere ad un percorso pensionistico agevolato» sottolineano i presidenti Vincenzo Falabella e Nazaro Pagano
Vaccini, Paola Boldrini (Pd): «Regioni devono rispettare piano nazionale, governo monitori»
«Il piano vaccinale prevede una sequenza di categorie a partire dalle persone con elevata fragilità (secondo l'articolo 3 comma 3 della legge 104/92) e loro caregiver» ricorda la vice presidente della Commissione Sanità
Dl Sostegni, Matrisciano (Comm. Lavoro): «Dal decreto 100 milioni a Fondo inclusione disabili. Ora legge sui caregiver»
La presidente della commissione Lavoro di palazzo Madama, Susy Matrisciano, chiede «percorsi di inclusione sociale e di inserimento lavorativo e progetti mirati, anche nella Pubblica amministrazione»
Piano vaccinale, Esposito (WAidid): «Criteri discriminatori per alcune categorie di pazienti estremamente vulnerabili»
Sollevati alcuni «dubbi interpretativi» che «aumentano differenze tra Regioni. Esclusi molti disabili gravi e i loro caregivers»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 9 aprile, sono 133.963.482 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 2.902.328 i decessi. Ad oggi, oltre 710,84 milioni di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata d...
Salute

Vaccini, mai più dosi avanzate: come funzionano le “liste di sostituti” in Lombardia, Lazio e Campania

Le chiamano "panchine", sono le liste straordinarie che le Regioni utilizzano per ottimizzare le dosi dopo l'ordinanza di Figliuolo. Ma chi rientra tra coloro che verranno contattati?
di Federica Bosco e Gloria Frezza
Salute

Terapia domiciliare anti-Covid, guida all’uso dei farmaci

Antivirali, antitrombotici, antibiotici e cortisone: facciamo chiarezza con gli esperti della SIMG (Società Italiana di Medicina Generale) ed il dirigente medico in Medicina Interna presso l&rs...