Voci della Sanità 19 Novembre 2020 17:34

Manovra 2021, Nocerino (M5S): «75 milioni a fondo caregiver, prossimo step è legge»

«In sede di conversione in Parlamento della manovra, presenteremo degli emendamenti per chiedere al governo di aumentare ulteriormente le risorse del fondo per il Caregiver familiare» annuncia la senatrice del Movimento Cinque Stelle Simona Nocerino

«Ammonta a 75 milioni di euro, nel triennio 2021-2023, lo stanziamento inserito nella legge di Bilancio 2021, che ieri è approdata alla Camera dei deputati dove comincerà il proprio iter in prima lettura, devoluto al Fondo per il Caregiver familiare, che in Italia è stato istituito da una legge del 2017. Eppure  nel nostro Paese non esiste ancora una disciplina organica, che definisca a chi ci rivolgiamo quando parliamo di caregiver familiare, chi sono, quanti e quali diritti hanno. Per queste ragioni, più di un anno più ho presentato al Senato un disegno di legge che disciplina questa figura e dà per la prima volta cittadinanza al caregiver familiare nel panorama giuridico italiano, assicurando diritti e tutele a quanti si occupano a tempo pieno di un familiare con disabilità e che spesso sono costretti a dover scegliere tra lavoro e attività di cura alla persona, con le relative conseguenze economiche sul reddito familiare». Così la senatrice del MoVimento 5 Stelle, Simona Nocerino, prima firmataria del ddl sul Cargiver familiare, all’esame della Commissione Lavoro di palazzo Madama.

«Quel disegno di legge –ricorda Nocerino -, che è stato scelto come base di partenza su cui lavorare per arrivare a una legge, in accordo con gli esponenti di maggioranza e opposizione delle forze politiche presenti in Parlamento, ha cominciato già da qualche tempo il proprio iter in commissione Lavoro al Senato, commissione di cui sono componente insieme alle colleghe del MoVimento 5 Stelle Barbara Guidolin, e Susy Matrisciano, che è anche presidente della Commissione Lavoro di palazzo Madama».

«Da mesi lavoriamo senza sosta – aggiunge – per rendere finalmente giustizia e diritti a migliaia di cittadini, che per troppo tempo non hanno ricevuto la giusta attenzione da parte dello Stato. Ma per raggiungere gli obiettivi che la nostra proposta di legge si prefigge c’è bisogno di un sostegno economico importante. Per questo accolgo con entusiasmo la scelta del governo di rifinanziare con 75 milioni di euro in 3 anni, 25 mln nel 2021, il fondo per il Caregiver familiare».

«Per il Movimento 5 Stelle – prosegue Nocerino – rispondere alle richieste delle fasce più fragili della popolazione è certamente una priorità, non possiamo permetterci di lasciare nessuno solo né indietro,   soprattutto nel bel mezzo di un’emergenza sanitaria ed economica, che non ha precedenti nella storia della Repubblica. Lo  abbiamo sempre detto e lo abbiamo fatto e continuiamo a farlo anche adesso. In sede di conversione in Parlamento della manovra, presenteremo degli emendamenti per chiedere al governo di aumentare ulteriormente le risorse del fondo per il Caregiver familiare – sottolinea -, in modo da poter garantire copertura economica agli interventi che abbiamo individuato nel disegno di legge all’esame della commissione Lavoro del Senato. Siamo certi che il governo non ignorerà le richieste che arrivano dal mondo della disabilità. E per questo voglio ringraziare il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, che ha la delega alla disabilità, e il ministro del Lavoro Nunzia Catalfo per lo sforzo profuso e l’impegno dimostrato giorno per giorno, a tutela di cittadini, famiglie e imprese in questa fase assai complessa per il nostro Paese», conclude.

Articoli correlati
Sanità, M5S: «Prevenzione e sistema di sorveglianza integrato, le nostre proposte per potenziare la lotta all’Aids»
«La lotta al Covid non deve farci dimenticare altre emergenze della nostra sanità, come la piaga dell’AIDS. Un fronte su cui non bisogna abbassare la guardia dato l’aumento della quota di persone a cui viene diagnosticata tardivamente l’infezione da HIV. Per questo come MoVimento 5 stelle abbiamo preparato un pacchetto di emendamenti, a prima firma […]
Donne, Senior Italia FederAnziani: «Nonne, madri, caregiver. Sono loro che tengono in piedi il paese»
Il 71% dei caregiver familiari in Italia sono donne. Il 92,8% delle donne aiuta economicamente figli e nipoti. Sono le donne che tengono in piedi il paese, nonne, madri, caregiver. I dati elaborati dal Centro Studi di Senior Italia FederAnziani che restituiscono uno spaccato dell’universo femminile senior e caregiver
La legge di Bilancio 2022 arriva alla Camera per il via libero definitivo
Ultimo passaggio parlamentare per la manovra 2022 che deve avere il via libera entro il 31 dicembre. I lavori parlamentari riprenderanno poi dopo il 6 gennaio
di Francesco Torre
Dal fondo per la fibromialgia agli psicologi nelle scuole, le novità approvate in legge di Bilancio
Chiuso l’esame degli emendamenti in commissione Bilancio in Senato: più soldi per autismo e non autosufficienza, nasce il Fondo per la cura dei disturbi del comportamento alimentare. Sulle liste di attesa, norme estese anche alle regioni in piano di rientro. Cancellati i vincoli per i Comuni che vogliono assumere assistenti sociali
di Francesco Torre
Legge di Bilancio, la carica dei 600 emendamenti segnalati: dalle indennità per gli infermieri all’abolizione del numero chiuso
In tutto 600 milioni di euro a disposizione dei parlamentari per modificare la legge di Bilancio 2022. Numerose le proposte che chiedono di istituire fondi ad hoc per specifiche patologie: dalla fibromialgia alla sclerosi multipla. Un emendamento bipartisan lancia il Fondo per il sostegno psicologico. Pd chiede fondi per piano delle cronicità, M5S chiede di non legare indennità infermieri a contrattazione collettiva
di Francesco Torre
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 12 agosto, sono 588.479.576 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.430.693 i decessi. Ad oggi, oltre 12 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Covid-19, che fare se...?

Paracetamolo o ibuprofene, cosa prendere contro i sintomi del Covid?

È la domanda che si fanno molti di coloro che sono stati colpiti lievemente dal virus Sars-CoV-2
Salute

Troppi malori improvvisi tra i giovani, uno studio rivela la causa

Alessandro Capucci, professore ordinario di malattie dell’apparato cardiovascolare, spiega come un eccesso di catecolamine circolanti possa determinare un danno cardiaco a volte fatale