Voci della Sanità 24 Ottobre 2017

Lilt di Monza: Arriva il nuovo mammografo digitale con Tomosintesi

È stato inaugurato il primo mammografo digitale con Tomosintesi della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori nello Spazio Prevenzione LILT di Monza. Al taglio del nastro erano presenti il Presidente di LILT Milano Marco Alloisio, il Sindaco di Monza Dario Allevi, e l’Assessore alla Famiglia, Politiche Sociali Desirée Chiara Merlini. «Siamo orgogliosi di […]

È stato inaugurato il primo mammografo digitale con Tomosintesi della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori nello Spazio Prevenzione LILT di Monza. Al taglio del nastro erano presenti il Presidente di LILT Milano Marco Alloisio, il Sindaco di Monza Dario Allevi, e l’Assessore alla Famiglia, Politiche Sociali Desirée Chiara Merlini.

«Siamo orgogliosi di poter dotare i nostri Ambulatori di queste apparecchiature all’avanguardia – dichiara il Presidente Marco Alloisio –. La diagnosi precoce è un’arma fondamentale per arrivare prima nella lotta contro il cancro» specifica.

La LILT, insieme ad Estée Lauder Companies, per tutto il mese di ottobre sarà impegnata nella Campagna Nazionale Nastro Rosa, dedicata proprio alla prevenzione del tumore al seno. L’ obiettivo è quello di sensibilizzare un numero sempre più ampio di donne sull’importanza vitale dei controlli periodici per identificare in tempo i tumori della mammella, informando il pubblico femminile anche sugli stili di vita correttamente sani da adottare e sui controlli diagnostici da effettuare.

«25 anni fa gli interventi mammari erano nel 50% dei casi mastectomie, ora all’80% non sono interventi demolitivi e la mortalità si riduce ogni anno dell’1% – prosegue il Presidente Alloisio – . Perché è così importante la Tomosintesi? «La Tomosintesi mammaria è una tecnologia radio-diagnostica innovativa in grado di esaminare il seno in maniera tridimensionale e di individuare i tumori sempre più piccoli con un’elevata accuratezza» sottolinea. «Ci rivolgiamo alle donne più giovani, quelle che hanno 40-49 anni, perché questa è la fascia d’età in cui l’incidenza è in aumento. Dopo Monza questa apparecchiatura sarà installata anche in altri Spazi Prevenzione LILT».

Lo Spazio Prevenzione LILT di Monza è stato aperto nel 1972 e da 45 anni è un presidio importante sul territorio: offre infatti ai cittadini la possibilità di sottoporsi a varie visite di diagnosi precoce. Proprio in questo ambulatorio, nel 1985, era stato installato il primo mammografo della LILT. «Ancora una volta la nostra città sa essere all’avanguardia nel campo della salute – ha aggiunto il Sindaco di Monza, Dario Allevi – Ringrazio la LILT per aver voluto investire in innovazione nella nostra Monza, certi come siamo che questa nuova tecnologia contribuirà a far compiere un ulteriore passo avanti nel percorso di lotta contro i tumori, sempre più curabili e guaribili grazie alla ricerca e alla diffusione della prevenzione».

Anche l’Assessore alla Famiglia e Politiche Sociali Desirée Chiara Merlini ha espresso la sua soddisfazione: «Grazie alla LILT per essere vicina alle donne. Questa tecnologia è qualcosa di prezioso che abbiamo in più: aumentiamo la sensibilità ma anche la specificità e mi auguro che riusciremo ad essere più efficaci nei casi dubbi».

Per ulteriori informazioni: www.legatumori.mi.it

Articoli correlati
Covid-19, come è stata affrontata la pandemia in Cina? I manuali di Wuhan diventano un corso di formazione
Online il corso ECM “Covid-19, l’esperienza cinese: prevenzione, diagnosi e trattamento”. Il responsabile scientifico Paolo Arangio: «Abbiamo tradotto e riadattato i manuali distribuiti nell’ospedale di Wuhan»
Screening oncologici rimandati per Covid-19, studio Nomisma: «Recuperare 4 milioni di test»
Per le ricercatrici non si tornerà alla normalità prima di settembre e allora, per rimettersi in pari con gli anni passati, andranno fatti 1,2 milioni di test mammografici, 1,1 milioni di test cervicali e 1,6 milioni di colorettali
Anziani e Coronavirus. Conversano (HappyAgeing): «Meno fragili con vaccino contro pneumococco, influenza e herpes zoster»
“L’Esperto risponde”, un servizio online gratuito curato da HappyAgeing, promuove l’invecchiamento attivo ai tempi del lockdown: «Mangiare in modo sano per non aggravare le patologie esistenti, praticare attività fisica in casa e chiacchierare tutti i giorni con i propri cari, anche se a distanza»
di Isabella Faggiano
Covid-19, Guastamacchia (Ame): «Ecco le regole da seguire per i pazienti diabetici»
Il presidente dell’Associazione medici endocrinologi (Ame) fornisce specifiche raccomandazioni e indicazioni alle persone con diabete per prevenire e gestire al meglio questo momento di emergenza sanitaria
Covid-19, Aie: «La pandemia si affronta sul territorio. Urge potenziare azione dei servizi di epidemiologia e prevenzione»
Il monito dell’AIE: «Si passi subito all’isolamento selettivo dei casi individuati per spezzare le catene di trasmissione virale e impedire l’insorgenza di nuovi focolai, soprattutto nelle Regioni dove in atto l’incidenza dei contagi è più bassa»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 3 giugno, sono 6.383.805 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 380.331 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino delle ore 18:00 del 2 giugno: Nel...
Lavoro

Covid-19 e Fase 2, come prevenire il contagio: ecco il vademecum per gli operatori sanitari

Le misure di protezione per gli operatori e i pazienti, l’organizzazione degli spazi di lavoro, la guida al corretto utilizzo dei Dpi, il triage telefonico, la sanificazione e la disinfezione degli ...
Salute

Covid-19 e terapia al plasma, facciamo chiarezza con il presidente del Policlinico San Matteo: «Tutti guariti i pazienti trattati a Pavia e Mantova»

Venturi: «Oggi l’unica possibilità di superare questo virus deriva dalla risposta del nostro sistema immunitario». E aggiunge: «Il 10% dei lombardi positivi ai test sierologici con anticorpi neu...
di Federica Bosco