Voci della Sanità 26 Marzo 2021 12:19

Fascicolo sanitario elettronico, Zambrano (CNI): «Ingegneri informatici sempre più importanti in sanità»

Si è svolto il webinar dal titolo “Il partenariato pubblico-privato nel Servizio Sanitario Nazionale” organizzato dal Consiglio Nazionale degli Ingegneri e dal  Comitato italiano Ingegneria dell’informazione. L’ing. Alessandro Astorino, Coordinatore del Consiglio Operativo del Comitato Italiano per l’ingegneria dell’Informazione del CNI, facendo riferimento al protocollo d’intesa tra CNI e AGID, ha evidenziato l’importanza di diffondere […]

Si è svolto il webinar dal titolo “Il partenariato pubblico-privato nel Servizio Sanitario Nazionale” organizzato dal Consiglio Nazionale degli Ingegneri e dal  Comitato italiano Ingegneria dell’informazione. L’ing. Alessandro Astorino, Coordinatore del Consiglio Operativo del Comitato Italiano per l’ingegneria dell’Informazione del CNI, facendo riferimento al protocollo d’intesa tra CNI e AGID, ha evidenziato l’importanza di diffondere la cultura del fascicolo sanitario elettronico (FSE)

«L’FSE – strumento attraverso il quale il cittadino può tracciare e consultare tutta la storia della propria vita sanitaria, condividendola con i professionisti sanitari per garantire un servizio più efficace ed efficiente – o è disconosciuto o viene percepito con grande diffidenza e manifeste sono le criticità aperte. Per superare definitivamente la diffidenza dei cittadini nei confronti dei servizi digitali è necessario prevedere sempre un progetto di innovazione perché l’innovazione deve essere progettata e la progettazione è sempre legata indissolubilmente alla figura dell’ingegnere». 

A seguire, l’intervento del presidente del Consiglio Nazionale degli Ingegneri Armando Zambrano sottolinea l’importanza del webinar in oggetto per la formazione degli iscritti e per mettere in luce le esigenze sanitarie di informatizzazione di cui il nostro Paese ha bisogno. «Da tempo queste tematiche sono affrontate dal CNI con la sua commissione all’interno del Parlamento e del Ministero delle Infrastrutture. Le procedure sono ancora complicate e non agevolano la messa in campo delle risorse private o dell’utilizzo di alcune risorse pubbliche, perciò – afferma Zambrano – il CNI si pone l’obiettivo di lavorare a fianco del nuovo governo per l’esemplificazione, i superbonus e le modifiche al codice degli appalti». 

Il presidente Zambrano ribadisce che nel campo sanitario gli ingegneri hanno un ruolo importante, perciò è stato avviato l’albo degli ingegneri biomedici e clinici: «Noi ingegneri siamo a tutti gli effetti anche una professione sanitaria d’intesa con il Ministero della Sanità. È inconfutabile che nell’ambito della Sanità l’ingegneria sia una realtà sempre più importante poiché le competenze degli ingegneri, e soprattutto quelle degli ingegneri informatici, sono indispensabili». 

L’intervento di Lorenzo Bartoletti, Amministratore Unico Medical Line S.r.L., sottolinea l’importanza del webinar volto al superamento della dualità pubblico-privato per raggiungere il Bene comune, la Salute dei cittadini: «Chiediamo, in tal senso, uno sforzo, anche delle Istituzioni, al fine di sollecitare un cambio culturale definendo una nuova governance del Servizio Sanitario Nazionale».

La Senatrice Annamaria Parente, Presidente della Commissione Igiene e Sanità a Palazzo Madama, sottolinea l’importanza di uniformare le differenze normative delle varie regioni italiane, prendendo anche a modello alcune normative europee perché oggi potrebbe essere utile andare verso un partenariato pubblico-privato costituzionale.  Secondo la Senatrice Annamaria Parente, lo sviluppo della telemedicina necessità capacità di innovazione e un apporto di professionalità legate fortemente alla tecnologia e dovrà diventare più strutturale anche finito il tempo della pandemia. L’idea è proprio quella di approfittare dell’emergenza scaturita dalla pandemia per compiere una vera rivoluzione in ambito sanitario, mettendo sempre al centro il paziente: «Il futuro è la contaminazione delle professionalità e dei mondi».

A seguire il dott. Guido Agostini, Amministratore di Tesla Medical Solutions, società che opera nel settore della telemedicina in ambito radiologico. «Essere all’avanguardia – dichiara il dott. Agostinipuò sostenere la Sanità italiana non solo in un momento pandemico, ma anche per far fronte al ridotto numero di professionisti a disposizione del SSN, riducendo i costi di gestione mantenendo alti gli standard d qualità». 

Conclude il webinar il prof. Riccardo Faterella, docente Management Sanitario – Luiss Business School: «Il SSN nonostante l’impegno profuso da una gran parte degli operatori sanitari ha dimostrato debolezze strutturali che andranno superate. Tra queste la rigidità organizzativa e la scarsa capacità di trasformare le decisioni velocemente in cambiamenti concreti. Il coinvolgimento della sanità privata è delle imprese sanitarie di servizi è indispensabile se il SSN vuole aumentare la sua velocità di rispondere alle sfide della prossima ondata pandemica. La legge consente di sviluppare partnership pubblico privato nell’interesse del cittadino. È indispensabile superare un approccio ideologico e mettere a sistema tutte le energie disponibili: pubbliche e private».

Articoli correlati
Digitalizzazione in sanità al centro dell’ultimo webinar del Consiglio Nazionale degli Ingegneri
I lavori del convegno sono stati preceduti dal saluto di Armando Zambrano, Presidente CNI: «Gli ingegneri sono sempre pronti ad anticipare e proporre le innovazioni tecnologiche e scientifiche. Tutti i giorni ci troviamo davanti a nuovi problemi che ci spingono a ideare soluzioni originali.
Dal fascicolo sanitario elettronico alla revisione delle norme sui concorsi, Speranza detta il programma durante il question time
Alla Camera dei Deputati, tra i temi affrontati anche l'adozione definitiva del decreto sulle Disposizioni anticipate di trattamento (Dat) e l'aumento delle borse di formazione inserito nel Patto della Salute 2020 in discussione
Big Data, Calabrese (Fimmg): «Noi MMG primi a informatizzarci». Monaco (FNOMCeO): «Ma i dati non devono sostituire il medico»
Al Convegno Big Data in Health 2019 in corso al Cnr di Roma protagonista anche il mondo della medicina. Il Segretario della Federazione degli ordini dei medici sottolinea: «L’Italia è grande e non sono partite dappertutto le innovazioni tecnologiche strutturali»
Fascicolo sanitario elettronico, Moruzzi (Assinter): «Ancora disparità tra Nord e Sud Italia. Regioni si adeguino»
«Undici regioni operative, nove in ritardo sull'implementazione del fascicolo; per superare questa frammentazione, proponiamo una collaborazione interregionale attraverso le nostre società in-house». L'intervista a Mauro Moruzzi, Responsabile scientifico eHealth Assinter Academy
Piano Nazionale Cronicità, Aceti (Cittadinanzattiva): “Accelerare i tempi di attuazione ed informatizzare il SSN”
Le malattie croniche in Europa sono responsabili dell’86% di tutti i decessi e di una spesa di circa 700 miliardi di euro l’anno. In Italia sono quasi 24 milioni le persone che hanno una o più malattie croniche. Il nostro Paese ha messo nero su bianco come il Servizio Sanitario Nazionale intende occuparsi delle persone […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 20 aprile, sono 142.112.632 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.030.299 i decessi. Ad oggi, oltre 904,92 milioni di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata ...
Salute

Terapia domiciliare anti-Covid, guida all’uso dei farmaci

Antivirali, antitrombotici, antibiotici e cortisone: facciamo chiarezza con gli esperti della SIMG (Società Italiana di Medicina Generale) ed il dirigente medico in Medicina Interna presso l&rs...
Politica

Cosa prevede il nuovo decreto legge, tra scudo penale e obbligo vaccinale per i sanitari

Licenziato il nuovo decreto legge a firma del Consiglio dei Ministri. Tutta Italia rossa e arancione fino al 30 aprile, ma scuole aperte fino al primo anno di secondaria. Arrivano obbligo vaccini per ...