Voci della Sanità 15 Aprile 2020

Coronavirus, Rostan e De Filippo (Iv): «Anticipare campagna antinfluenzale, a rischio scorte vaccini»

«Sarebbe opportuno muoversi per tempo e, ove possibile, verificare anche lo stimolo ad una produzione vaccinale autonoma del Paese da parte di aziende farmaceutiche italiane» sottolineano i due deputati di Italia Viva

«Stiamo imparando sulla nostra pelle che i virus vanno sconfitti giocando d’anticipo. Abbiamo presentato un’interrogazione  al ministro per la Salute  chiedendo di anticipare la campagna vaccinale 2020-2021 sull’influenza allargando anche la quota generazionale con la previsione dell’abbassamento del limite di età.  La riteniamo una misura necessaria per due ordini di motivi. Il primo è legato all’emergenza sanitaria in corso a causa del virus Sars-Cov 2 che rende indispensabile organizzare in modo capillare e con un largo anticipo la campagna vaccinale tenendo presenti le difficoltà estreme per gli anziani di potersi recare negli ambulatori e nelle strutture delle Asl per vaccinarsi. Il secondo è dovuto al fatto che l’Italia non ha una sua capacità autonoma di produzione dei vaccini antinfluenzali e deve necessariamente rivolgersi a multinazionali estere per gli approvvigionamenti. Operazione molto più complessa, adesso, poiché l’emergenza coronavirus sta già spingendo diversi Paesi, in particolare quelli dell’emisfero australe, che stagionalmente hanno l’epidemia anticipatamente rispetto alle nostre aree, a richiedere maggiori scorte di vaccini anche perché intendono allargarne le coperture di popolazione rispetto agli anni precedenti. Il rischio è di rimanere noi senza. L’invito al governo di farsi trovare pronto per questa evenienza, formulato anche dalla Federazione dei medici di medicina generale (Fimmg) non sia sottovalutato». Queste le parole dei deputati di Italia Viva Michela Rostan e Vito De Filippo.

«Viste le difficoltà evidenziate nelle forniture di Dpi, ventilatori o attrezzature sanitarie in genere – hanno proseguito Rostan e De Filippo –  sarebbe opportuno muoversi per tempo e, ove possibile, verificare anche lo stimolo ad una produzione vaccinale autonoma del Paese da parte di aziende farmaceutiche italiane. Lo riteniamo un passo fondamentale per prepararci  alle nuove sfide che la natura ci lancia assieme, ovviamente, all’incremento dei fondi per la ricerca».

Articoli correlati
Covid-19, Rostan (IV): «Diagnosi oncologiche e biopsie dimezzate con lockdown. Garantire accesso a farmaci innovativi»
Nell'interrogazione al Ministro della Salute Speranza presentata da Michela Rostan (Iv) anche la richiesta di istituire un Fondo Unico per l’innovazione farmaceutica, superando il sistema duale previsto dalla normativa vigente
Identificato e colpito il tallone di Achille del SARS-CoV-2. Lo studio della Sapienza
I risultati del lavoro, in pubblicazione sulla rivista Pharmacological Research, aprono la strada a strategie innovative per la terapia medica di questo tipo di infezioni virali
La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia
Al 28 ottobre, sono 43.979.777 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.167.124 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 28 ottobre: Ad oggi in Italia il totale delle persone che hanno contratto il virus è di 589.766 (24.991 in più rispetto a ieri). 198.952 i […]
Covid-19, Rostan (Iv): «Emergenza  non metta a rischio altre patologie»
«Ancora tante le strutture ospedaliere sprovviste di percorsi in sicurezza Covid con pazienti che occupano i triage dei Pronto soccorso o le corsie di reparti» segnala la Vicepresidente della Commissione Affari Sociali Michela Rostan
Coronavirus, Oms: «Crescita record, 2,2 milioni di nuovi casi in una settimana»
Dal 30 dicembre 2019 all'11 ottobre, inoltre, sono stati segnalati oltre 37 milioni di casi di Covid-19 e 1 milione di decessi in tutto il mondo
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 28 ottobre, sono 43.979.777 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.167.124 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 28 ottobre: Ad oggi in I...
Salute

Covid-19, chi sono e cosa devono fare i contatti stretti di un positivo? Il vademecum del Ministero della Salute

In quali casi si può parlare di "contatto stretto"? Il Ministero della Salute spiega tutte le possibili situazioni in cui ci si può trovare
Salute

Covid-19, il virologo Palù: «Vi spiego perché non sempre gli asintomatici sono da considerare malati»

Il virologo veneto, già Presidente della Società Europea di Virologia, spiega dove si può intervenire per contenere i contagi: «Stop alla movida, contingentare gli ingressi nei supermercati e ridu...