Voci della Sanità 17 Giugno 2019 09:48

Congresso Amsi, Foad Aodi: «Presenteremo le nostre statistiche, proposte e criticità su carenza medici, concorsi, fuga dei medici e circoncisione»

L’associazione medici di origine straniera in Italia (Amsi) annuncia l’apertura dei lavori del Congresso per il 22 giugno a Roma presso la Clinica Ars Medica a cui parteciperanno professionisti della sanità, italiani e di origine straniera. Un congresso accreditato con Ecm per tutte le professioni. Nella parte scientifica si discuterà di traumatologia sportiva e cure […]

L’associazione medici di origine straniera in Italia (Amsi) annuncia l’apertura dei lavori del Congresso per il 22 giugno a Roma presso la Clinica Ars Medica a cui parteciperanno professionisti della sanità, italiani e di origine straniera. Un congresso accreditato con Ecm per tutte le professioni.

Nella parte scientifica si discuterà di traumatologia sportiva e cure mediche, chirurgiche e riabilitative, con relatori e moderatori internazionali di varie specializzazioni (medici sportivi e federali, fisiatri, ortopedici, neurologi, cardiologi, neurochirurghi, fisioterapisti) per intensificare la collaborazione tra specialisti, la tutela della salute e intensificare la prevenzione. Il congresso punterà anche sull’importanza della medicina sportiva e delle visite agonistiche con l’invito a combattere il razzismo e le discriminazioni nello sport e negli stadi, un fenomeno che è aumentato più del 30% negli ultimi 3 anni in una società governata sempre di più dalla paura e dai pregiudizi nei confronti dei diversi.

«Il nostro impegno con l’Amsi  è iniziato nel 2000 e prosegue in modo continuo e costante sia nell’aggiornamento professionale (abbiamo organizzato più di 650 convegni e congressi in 18 anni) sia nella difesa del diritto alla salute affrontando tutte le problematiche del SSN e di attualità come la carenza dei medici, il fenomeno delle aggressioni e discriminazioni nei confronti dei professionisti della sanità di origine straniera (registrato un aumento di violenza fisica e verbale del 40% negli ultimi 3 anni) la circoncisione, la fuga dei medici e il dilagare della medicina difensiva» dichiara il Fondatore dell’Amsi Foad Aodi nonché membro della Commissione Fnomceo “Salute Globale” anticipando alcuni dati che saranno presentati al congresso. 

Ad esempio, da gennaio 2018, sono stati richiesti 350 medici sportivi da tutte le regioni italiane per affrontare l’aumento delle richieste delle squadre di calcio e non delle visite sportive agonistiche. «La visita specialistica medico sportiva resta l’unico momento di medicina Preventiva obbligatorio in Italia con un ottimo rapporto costi benefici – dichiara il Professor Carlo Tranquilli, Presidente del CR Regionale LAZIO della Federazione Medico Sportiva Italiana – CONI – . Si sottolinea  la necessità della mediazione linguistica/culturale nella pratica della medicina dello sport esercitata a favore di atleti stranieri con difficoltà anamnestiche e necessità di accertamenti supplementari non contemplati nel protocollo di base.  La stragrande maggioranza dei giovani atleti migranti di origine straniera che si fa visitare da medici dello sport non hanno mai fatto un accertamento medico soprattutto in ambito sportivo. È un’occasione per rimarcare il ruolo professionale dello specialista in Medicina dello sport – continua – anche per il problema dell’evasione delle visite di accertamento di idoneità sportiva. Lotta all’abusivismo dilagante da parte di sanitari non qualificati e non autorizzati, nell’interesse degli atleti e del regolare svolgimento delle gare. Inoltre, non ultima è l’importanza dell’attuazione di corretti interventi di primo soccorso sportivo con l’utilizzo del defibrillatore (PSSD) della FMSI nell’ambito della sicurezza dei campi da gioco».

Articoli correlati
Immigrazione, Aodi (Amsi): «Solo il 7% di 800.000 persone senza tessera sanitaria ha il green pass»
Solo in 13 regioni su 21 si possono effettuare vaccini per irregolari, ribadisce Aodi (AMSI) e denuncia i ritardi nelle vaccinazioni nei paesi più poveri
Liste d’attesa e fondi a Regioni per recupero prestazioni sanitarie, Cittadinanzattiva: «Disomogeneità e poca trasparenza»
Le PA sono state interpellate su emanazione del piano regionale per il recupero delle liste d'attesa e fondi previsti, programmi/azioni per il recupero delle liste d'attesa, numero prestazioni effettivamente recuperate e ancora da recuperare
Medicina di Genere, Ferro (SitI): «Necessario investire su formazione, comunicazione e ricerca»
Il webinar della Società Italiana di Igiene fa il punto sulla questione e indica tre vie per promuovere l’argomento
Ottobre mese prevenzione dentale, visite gratuite e massima attenzione a giovani e anziani
Recenti ricerche universitarie mostrano, su un campione di 30mila italiani, che è in atto un peggioramento delle condizioni di salute del cavo orale
«L’Italia riparta da volontariato e Terzo Settore». L’appello di AIL per una sanità a misura d’uomo
Al Convegno a Roma presenti le principali realtà associazionistiche nel campo della salute. Focus sulla tossicità finanziaria
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 15 ottobre, sono 239.611.288 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 4.882.126 i decessi. Ad oggi, oltre 6,57 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Ecm

Formazione ECM, Sileri: «Tre mesi per recuperare trienni passati, poi controlli e sanzioni a irregolari»

Il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri ricorda la scadenza della proroga dei trienni formativi 2014-2016 e 2017-2019 prevista per il 31 dicembre 2021, e chiarisce: «Non ci saranno altre...
Formazione

Punteggi anonimi per il test di Medicina 2021, a qualcuno non tornano i conti

Si confrontano i punteggi anonimi del test di Medicina 2021 e si fanno le prime previsioni sulla soglia minima per entrare, che oscilla tra due cifre. Intanto in molti lamentano di non aver ricevuto i...