Voci della Sanità 21 Febbraio 2020

Carenza medici, Odg di Tiramani (Lega): «Garantire accesso a SSN a medici abilitati privi di diploma di specializzazione»

«È necessario che delle figure non specializzate, come avviene già in diverse regioni d’Italia e per certi servizi, come il 118, possano svolgere anche mansioni di guardia medica nel Pronto soccorso ed in medicina generale» sottolinea il deputato leghista

«Malgrado un primo parere contrario sono riuscito a far accettare in sede di governo il mio ordine del giorno che prevede l’accesso al Servizio Sanitario Nazionale dei medici abilitati privi del diploma di specializzazione, in particolare nelle aree dell’emergenza urgenza e della medicina generale. Si tratta semplicemente di una misura di buon senso nella quale la Lega crede: è necessario che delle figure non specializzate, come avviene già in diverse regioni d’Italia e per certi servizi, come il 118, possano svolgere anche mansioni di guardia medica nel Pronto soccorso ed in medicina generale». Così il deputato della Lega Paolo Tiramani.
«Alcune regioni in deroga lo fanno già, alle casse dello Stato non costa nulla e sarebbe stato grave che questa maggioranza si fosse dimostrata miope anche in questo – aggiunge Tiramani -. Si va così a colmare un gap che vede ogni anno il pensionamento di circa 10 mila persone e solo 8 mila specializzandi. Si sta facendo una riforma a tutto campo per riuscire a sopperire ad una drammatica misura che sta devastando la sanità pubblica. Ci sono 10 mila persone che non hanno la specialità, ma che già lavorano per cui era necessaria l’approvazione di questa proposta».
Articoli correlati
Riforma sistema 118, le posizioni (opposte) di medici dell’Emergenza e SIS 118
Presentato al Senato il Ddl di riforma del 118: prevede organici propri e un sistema dipartimentale. Ma è scontro tra Balzanelli (SIS 118) e Manca (Simeu)
Fase 2, Tiramani (Lega): «In Piemonte appena 8mila test sierologici dal governo. Nella sola Borgosesia ne abbiamo fatti 10mila»
Il deputato della Lega contesta il numero dei test predisposti dal governo per l'indagine a campione nazionale: «Conte lasci la gestione della sanità in mano alle Regioni e alle amministrazioni comunali che, di certo, sapranno garantire maggiore sicurezza ai cittadini rispetto a quanto sta facendo il suo ministro della Salute»
Tiramani (Lega): «Ospedali dismessi diventino strutture Covid-19. Urgente riforma scuole specializzazione»
Per pensare alla sanità post emergenza bisogna innanzitutto guardare a cosa avviene nei territori. Penso a quello della Asl al cui interno è compreso il Comune di cui sono sindaco, Borgosesia: sono stati chiusi dei plessi ospedalieri, riconvertiti in seguito in Poliambulatori. In questi plessi ospedalieri, come credo avvenga anche in altre parti d’Italia, abbiamo […]
di Paolo Tiramani, Deputato Lega, Componente Commissione Affari Sociali
Covid19, Borgosesia primo Comune in Italia ad offrire test sierologici gratuiti ai residenti
I cittadini saranno sottoposti al test il 23 ed il 24 maggio: tutto è già organizzato, la popolazione è stata suddivisa in ordine alfabetico, e i test si eseguiranno in due postazioni
Covid-19, il deputato e sindaco di Borgosesia (VC) Tiramani: «In Valsesia RSA senza contagi, un record. Ecco la mia idea per riaprire le scuole»
Paolo Tiramani, deputato della Lega, è anche sindaco del comune in provincia di Vercelli e spiega la sua iniziativa per aiutare i genitori che lavorano: «I bambini saranno seguiti attraverso un progetto simile al pre e dopo-scuola, estendendo l'orario dalle 8 alle 18. Ogni mini classe sarà composta da cinque bambini e seguita da un educatore». Al protocollo sanitario stanno lavorando i virologi Vineis e Di Perri
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 3 luglio, sono 10.874.146 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 521.355 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 3 luglio: nell’ambito del ...
Diritto

Pensioni, la Cassazione: «Necessaria richiesta per lavorare fino a 67 anni». Altrimenti due anni di attesa per il primo assegno

Il rischio per il lavoratore è di essere sollevato dall’incarico al compimento dei 65 anni, senza ricevere la pensione. Possibile eccessiva riduzione degli organici in sanità
Salute

Coronavirus, il fisico Sestili: «I numeri che abbiamo in Italia sono ancora distanti dalla realtà. Nel mondo contagi in aumento»

Il fondatore della pagina Facebook “Coronavirus – Dati e Analisi Scientifiche”: «Gli italiani hanno fame di notizie, ma servono dati di qualità»
di Tommaso Caldarelli