Mondo 2 Ottobre 2020 10:18

Usa, Trump annuncia: «Io e Melania positivi a Covid-19»

Il presidente statunitense Trump è risultato positivo a Covid-19. Con lui anche la consorte Melania. L’annuncio questa mattina su Twitter. Il terzo ad ammalarsi dopo Boris Johnson e Jair Bolsonaro

Usa, Trump annuncia: «Io e Melania positivi a Covid-19»

Prima Boris Johnson, poi Jair Bolsonaro. Ora anche Donald Trump è risultato positivo al Covid-19. I tre leader “scettici” per eccellenza sulla pandemia accomunati dal contagio. Proprio loro che avevano messo in dubbio l’utilità della mascherina e delle misure di prevenzione.

Stamattina l’annuncio di Trump, 74 anni, su Twitter. A soli tre giorni dal dibattito con l’avversario Joe Biden per le presidenziali di novembre. «Questa notte io e Melania siamo risultati positivi a Covid-19 – scrive – inizieremo immediatamente la nostra quarantena e il processo di guarigione. Supereremo questa cosa insieme!». Anche la moglie del presidente Usa, infatti, è risultata positiva al virus.

Nei primi mesi della pandemia aveva fatto scalpore la decisione del medico personale di Trump di prescrivergli l’idrossiclorochina per prevenire l’infezione. Proposito bocciato da molti esperti già allora e che, con le recenti ricerche, si è dimostrato totalmente inefficace. L’idrossiclorochina ha mostrato, infatti, di avere effetti sul decorso dei malati gravi di Covid-19, ma di essere priva di qualsiasi effetto profilattico verso il virus.

Prima di Trump, il 27 marzo scorso è stato Boris Johnson il primo leader mondiale positivo al coronavirus. Anche lui lo annunciava con un tweet: «Ho sviluppato alcuni sintomi nelle ultime ore». Nei giorni successivi venne trasportato d’urgenza al St. Thomas Hospital di Londra, dove lo ricoverarono in terapia intensiva per tre giorni. Il 13 aprile è guarito, in tempo per vedere suo figlio appena nato.

Il 7 luglio è toccato al 65enne Jair Bolsonaro, forse il più testardo sostenitore della “leggerezza” del virus. Il presidente del Brasile aveva parlato di una febbricola nelle settimane prima del tampone, partecipando a eventi pubblici e conferenze senza mai indossare la mascherina. Poi l’annuncio in tv: «Sono positivo». La guarigione è arrivata dopo 20 giorni, ma non ha compromesso le sue considerazioni sul virus. «Ho la muffa nei polmoni dopo 20 giorni a casa», ha dichiarato dopo una delle sue prime uscite pubbliche.

In Italia l’ex premier Silvio Berlusconi è ancora positivo al Covid-19, dopo il contagio avvenuto ad agosto in Sardegna durante una vacanza. Dopo alcune settimane ricoverato al San Raffaele è guarito dalla polmonite, ma non è ancora libero dal virus. A marzo risalgono, invece, i contagi di Nicola Zingaretti, leader Pd, e di Pierpaolo Sileri, viceministro alla Salute. Entrambi superati dopo qualche settimana di cure.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Nuovo report Cabina di regia: «Situazione in miglioramento». Da lunedì solo Valle d’Aosta in zona arancione
«La mappa dell'Ue si sta schiarendo, si vedono spot gialli anche in Europa, compresa l'Italia. Segnale positivo che viene confermato anche dalle curve in tutti i Paesi dove sono stabili o in decrescita»
«Il burnout tra gli anestesisti rianimatori»
di Claudio Melloni, specialista in anestesia e rianimazione, già primario dei servizi di Anestesia e Rianimazione Ospedali di Lugo e Faenza
di Claudio Melloni, specialista in anestesia e rianimazione
Scudo penale nel Dl Covid: «Professionisti sanitari punibili solo per colpa grave in emergenza»
Al Senato passa emendamento chiesto da tutto il mondo della sanità. Ora il giudice dovrà tenere conto “della limitatezza delle conoscenze scientifiche al momento del fatto sulle patologie da SARS-Cov-2 e sulle terapie appropriate, nonché della scarsità delle risorse umane e materiali”. Le reazioni
Dl Covid, Evangelista (M5S): «Finalmente per operatori sanitari punibilità solo per colpa grave»
«Non si può non tenere conto della situazione e del contesto in cui i nostri sanitari hanno operato durante quest’anno per far fronte al Covid-19» sottolinea la senatrice M5S
David Donatello 2021, premiati i sanitari del Lazio. Marongiu: «Una grande e inaspettata emozione»
Consegnate le targhe d’onore a tre professionisti sanitari laziali: Silvia Angeletti, Ivanna Legkar e Stefano Marongiu. Quest'ultimo, nell'intervista a Sanità Informazione, dichiara: «Abbiamo bisogno di sognare e riflettere e il cinema, in questo, è maestro»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 14 maggio, sono 161.188.177 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.344.757 i decessi. Ad oggi, oltre 1,38 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Voci della Sanità

Terapia domiciliare Covid, Ministero ricorre al Consiglio di Stato. Il Comitato: «Ricorso in appello va contro voto del Senato»

«Chiediamo al Ministro della Salute Speranza delucidazioni in merito alla decisione di ricorrere in Appello, alla luce dell’opposto indirizzo votato dal Senato» scrive in una nota Er...
Cause

Medico denuncia per diffamazione paziente che lo aveva portato in tribunale per lesioni personali. Risarcito

Donna denuncia penalmente dermatologo ma l’accusa cade. Il medico avvia a sua volta un iter processuale verso la paziente che lo aveva accusato pubblicamente. «Una sentenza che farà...