Mondo 5 Dicembre 2018

Salute e clima, l’OMS alla COP24: «L’accordo di Parigi può salvare un milione di persone l’anno»

Maria Neira, direttrice del dipartimento Salute pubblica e determinanti ambientali dell’OMS, riassume a Sanità Informazione le raccomandazioni del rapporto presentato a Katovice: «Stop a combustibili fossili, nuova pianificazione urbanistica e maggiore coinvolgimento degli esperti della salute»

Il cambiamento climatico ha effetti nefasti sul pianeta, ma anche sulla nostra salute. Sette milioni di persone muoiono ogni anno a causa dell’inquinamento atmosferico. Un milione potrebbero essere salvate grazie all’applicazione dell’accordo di Parigi sul clima, e i benefici per la salute renderebbero economicamente almeno il doppio di quanto speso per raggiungerne gli obiettivi. Impressionante infatti l’incidenza degli effetti dell’inquinamento sul welfare globale: l’OMS stima un costo di 5,11 trilioni di dollari. Per questo, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha presentato ai rappresentanti dei circa 200 Paesi riuniti alla Conferenza sul clima di Katowice un rapporto su clima e salute, consigliando le linee d’azione da seguire per porre un freno alla situazione.

LEGGI QUI IL RAPPORTO DELL’OMS

Le raccomandazioni contenute nel rapporto sono state anticipate nei giorni scorsi a Sanità Informazione da Maria Neira, direttrice del dipartimento Salute pubblica e determinanti ambientali dell’OMS: «Dobbiamo smettere di bruciare combustibili fossili che causano il riscaldamento globale e l’inquinamento dell’aria, che poi entra nei nostri polmoni e nel nostro sistema cardiovascolare. La transizione energetica deve essere fatta al più presto possibile, nel nome della salute. In secondo luogo, la pianificazione urbanistica delle nostre città deve cambiare completamente, e deve essere fatta per gli umani, non per le macchine. Infine, noi che lavoriamo nel mondo della salute dobbiamo comunicare di più, spiegare ai pazienti le cause delle loro malattie, contribuendo a ridurle. Sono tre rivoluzioni – spiega la dottoressa Neira – e sono positive, possibili e urgenti».

«L’accordo di Parigi – ha commentato il Direttore Generale dell’OMS Tedros Adhanom Ghebreyesus – è potenzialmente il più grande accordo sulla salute di questo secolo. È ormai chiaro che il cambiamento climatico ha un impatto importante sulle nostre vite, minacciando gli elementi fondamentali per la nostra salute: aria pulita, acqua potabile, cibo e alloggio e può mettere a rischio decenni di progressi nella salute globale. Non possiamo permetterci di rimandare ancora il nostro intervento».

LEGGI ANCHE: I CAMBIAMENTI CLIMATICI CAUSERANNO 250MILA MORTI L’ANNO. RICCIARDI (ISS): «È ARMAGEDDON A FUOCO LENTO»

Articoli correlati
Epatite C, Galli (Simit): «Oggi terapie hanno successo nel 97-98% dei casi. Ma malattia è subdola, serve piano per far emergere il sommerso»
L’Italia è al top nelle cure con quasi 180mila pazienti trattati, ma nel 2019 si esaurirà il fondo destinato ai farmaci innovativi. Il Presidente della Società Italiana di Malattie Infettive e Tropicali, è intervenuto al convegno sul tema in Senato: «Non è una malattia soltanto del fegato, in qualche modo favorisce la possibilità che compaia il diabete e diminuisca efficienza dell’apparato cardiovascolare»
Giornata donazione organi, Grillo: «Fieri dell’Italia che dice sì». Parte lo spot televisivo con il comico Lillo
Nello spot per la campagna di comunicazione su donazione e trapianto di organi, tessuti e cellule il comico Lillo e l'attrice Rossella Schiuma, ricordano che si può esprimere la propria dichiarazione di volontà anche in Comune, al momento del rilascio o rinnovo della carta d'identità. Nel 2019 le dichiarazioni hanno superato i 5 milioni
Pordenone, arriva l’ecografo ad alta definizione per il Centro di Medicina
Il Centro di Medicina Pordenone di via della Ferriera si è dotato, per primo in città, di un’apparecchiatura all’avanguardia per lo screening prenatale, fondamentale per la diagnosi precoce nello studio dei tumori ginecologici. Si tratta del nuovo ecografo Voluson E10, un’apparecchiatura di ultima generazione che sarà a disposizione di una equipe di ginecologi di grande professionalità ed esperienza. “Tra […]
Giornata nazionale lotta trombosi. Al Gemelli il punto sulle neoplasie mieloproliferative croniche ad alto rischio trombotico
Oggi, mercoledì 17 aprile, si celebra l’Ottava Giornata Nazionale per la Lotta alla trombosi. In Italia oltre 1 milione di persone convive con le gravi disabilità causate da malattie ad elevato rischio trombotico che non toccano solo direttamente chi è stato colpito ma anche i famigliari e chi se ne fa carico, tra le patologie […]
Autismo, nuove prospettive per l’inserimento nel mondo del lavoro
Tavola Quadrata di FIMP a Napoli per promuovere relazioni sociali e employability. In programma un progetto di job guidance in collaborazione con Unione Industriali di Napoli