Mondo 3 Giugno 2020

Isole Mauritius senza Covid-19: un cooperante italiano svela come è stata spenta l’epidemia

Mauro Rango: «Emergenza gestita in maniera efficientissima. Come India, Corea del sud e Germania, anche Mauritius ha debellato il virus con idrossiclorochina e plasma iperimmune»

di Federica Bosco
Immagine articolo

Epidemia sotto controllo e dieci decessi. Le isole Mauritius hanno vinto la loro battaglia contro il coronavirus in poche settimane. Un risultato sorprendente che Mauro Rango, cooperante italiano che si occupa del diritto alla salute sul territorio, si spiega con una terapia a base di idrossiclorochina (la cui sicurezza ed efficacia contro il Covid-19 sono state messe in discussione da uno studio pubblicato sul Lancet che ha portato l’Organizzazione mondiale della sanità a sospendere i trial sul farmaco) e con l’impiego del plasma iperimmune.

«L’emergenza è stata gestita in maniera efficientissima, eppure ci troviamo in Africa – ammette il cooperante italiano – e sono rimasto piacevolmente sorpreso. Il primo ministro, all’arrivo dell’epidemia, ha dato un messaggio diretto e semplice ai cittadini, indicando il protocollo di trattamento da seguire: idrossiclorochina e azitromicina a domicilio e plasma iperimmune in ospedale. Praticamente tutti i medici hanno seguito sul territorio e in ospedale questa terapia: idrossiclorochina 200 milligrammi la mattina e 200 la sera per sette giorni e azitromicina 500 milligrammi al giorno per sei giorni. Il 90% dei contagiati con questo trattamento è guarito in una settimana; il restante 10%, che corrisponde alla popolazione affetta da ipertensione e diabete, quindi già con doppia patologia, è stato trattato in ospedale con anticoagulanti, cortisone e, appena è stato possibile, plasma iperimmune. In un mese l’epidemia è stata spenta con un totale di dieci decessi su un milione e quattrocento mila abitanti. L’annuncio dell’emergenza è stato dato l’8 marzo quando ancora non c’erano casi a Mauritius che sono arrivati dopo qualche giorno con i turisti francesi. Sono stati allora interrotti i voli, è stato fatto il lockdown che è durato tre settimane, poi l’epidemia è stata spenta».

Non si sono spente invece le polemiche sull’efficacia, o meno, della cura a base di idrossiclorochina che, dalle parole di Rango, sembra essere ampiamente utilizzata anche in altri Stati: «Probabilmente l’India, anche se è un’informazione difficile da ottenere, ma anche la Germania ha utilizzato idrossiclorochina e azitromicina a tappeto, abbinandola anche ad altre sostanze come lo zinco che va ad implementare l’azione dell’idrossiclorochina. Lo stesso ha fatto anche la Corea del sud».

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SANITÀ INFORMAZIONE PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO

Articoli correlati
Fondazione Senior Italia, al via la campagna Festa dei Nonni
Il Premio “Festa dei Nonni 2020” alla memoria di medici e infermieri deceduti nella lotta al Covid. Premiati anche i nipotini che non hanno lasciato soli i nonni nelle RSA, gli psicologi dell’emergenza e i volontari di Croce Rossa Italiana e Protezione Civile
OMCeO Milano, un libro per raccontarne storia e prospettive. Rossi: «Serve un piano pandemico»
Il presidente dell'Ordine dei Medici: «13% di medici milanesi colpiti da Covid, troppi. Impariamo dagli errori del passato. Non si risparmia sulla sanità»
di Federica Bosco
Magi (OMCeO Roma): «Prima che sia emergenza vera le Regioni si dotino dei Dpi per tutelare medici e pazienti»
«In questo modo eviteremo anche la chiusura degli ambulatori ospedalieri e territoriali e la conseguente sospensione delle cure a milioni di cronici - dichiara il Presidente dell’Omceo Roma Antonio Magi - è necessario monitorare la situazione per far lavorare in sicurezza i nostri colleghi e tutelare i pazienti»
Coronavirus, decine di migliaia di studi pubblicati: «Così sono infruibili»
Una squadra di ricerca applica algoritmi di machine learning a oltre 30mila pubblicazioni. La scoperta? «Studi genetici, biomolecolari e test di laboratorio sono sottorappresentati»
di Tommaso Caldarelli
Scotti (OdM Napoli): «Ragazzi, rispettate le regole. Sui vaccini anti-influenza troppi ritardi, bisogna ridurli»
Il presidente dell'Ordine dei Medici di Napoli chiede aiuto ai ragazzi: «Se rispetteremo le regole potrebbe essere la migliore stagione influenzale da tempo»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 24 settembre, sono 31.870.904 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 976.311 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 24 settembre: Ad oggi in...
Salute

Covid, Cavanna: «Casi severi in aumento, riabilitare l’idrossiclorochina. Pazienti vaccinati sembrano avere prognosi migliore»

L’oncologo famoso in tutto il mondo per le sue cure anti Covid a domicilio spiega: «Estate tranquilla ma ora qualcosa è cambiato». Presto sarà pubblicato uno studio sulla sua metodologia di cura...
Formazione

Test di Medicina 2020, ecco come è andata: la cronaca dalle università di Roma, Firenze, Milano, Napoli e Bari

Oltre 66 mila candidati per 13.072 posti disponibili. Tra speranze, sogni, proteste e irregolarità, anche quest’anno il Test di medicina ha fatto parlare di sé. Pubblicate le risposte corrette al ...