Lavoro 8 Marzo 2021 10:34

Specializzandi a lavoro nella campagna vaccinale, l’accordo con la Conferenza delle Regioni

Bonaccini ringrazia i ministri Speranza e Messa. Ora i medici in specializzazione potranno essere coinvolti nelle vaccinazioni volontariamente con contratti a tempo determinato da 40 euro lordi l’ora

Specializzandi a lavoro nella campagna vaccinale, l’accordo con la Conferenza delle Regioni

Medici specializzandi coinvolti ufficialmente nella campagna di vaccinazione contro SARS-CoV-2, a partire dal primo anno di corso di scuola di specializzazione. Stefano Bonaccini, presidente della Conferenza delle Regioni, ha firmato a riguardo un protocollo condiviso con il ministro della Salute Roberto Speranza e con la ministra dell’Università Maria Cristina Messa, insieme ai rappresentanti degli specializzandi.

«La partecipazione – ha spiegato il presidente della Conferenza – avverrà volontariamente e non inciderà sull’orario della formazione specialistica. Saranno le Regioni a reclutare i medici specializzandi anche attraverso le aziende e gli enti del Ssn». La collaborazione si svolgerà attraverso incarichi volontari a tempo determinato oppure di lavoro autonomo o coordinato, di durata non superiore a 6 mesi con prorogabilità legata all’emergenza.

Bonaccini: «Importante esempio di collaborazione istituzionale»

«Siamo di fronte – ha sottolineato ancora Bonaccini – ad un esempio importante di collaborazione istituzionale fra i diversi livelli di governo. Il costo del trattamento economico dei medici specializzandi sarà a carico delle aziende sanitarie, ma il governo si è impegnato ad un finanziamento aggiuntivo ad integrazione del fondo sanitario nazionale, con uno o più provvedimenti di urgenza per lo stanziamento delle risorse necessarie alla copertura degli oneri derivanti dall’esecuzione della vaccinazione da parte dei medici specializzandi».

Il compenso orario previsto è di 40 euro lordi comprensivi di tutti gli oneri fiscali, previdenziali e di ogni altro onere eventualmente previsto a carico dell’azienda o dell’ente che ha formalizzato l’incarico ai medici. Il governo si impegna inoltre a promuovere eventuali interventi normativi per rimuovere incompatibilità previste da contratti di formazione specialistica.

Palermo (Anaao Assomed): «38mila specializzandi potranno partecipare e diritti rispettati»

«Chiude positivamente e con lungimiranza una settimana di inutili polemiche sul ruolo dei giovani medici nella campagna vaccinale e sulle modalità del loro ingaggio. Usando la metafora della “guerra” contro il Covid-19, si è cercato addirittura la precettazione di questi colleghi: senza contratto di impiego, senza tutele e, ovviamente, senza remunerazione. Insomma, un vero e proprio sfruttamento di mano d’opera» è stato il commento di Carlo Palermo, segretario nazionale di Anaao Assomed.

«Ai medici specializzandi – ha aggiunto – oltre al trattamento economico previsto dal contratto di formazione specialistica, verranno corrisposti gli emolumenti per l’attività lavorativa di somministrazione vaccinale contro il SARS-CoV-2. Saranno a carico dell’Azienda o dell’Ente la copertura assicurativa e per infortunio, fatta salva la copertura assicurativa per colpa grave che rimane a carico del medico specializzando». Saranno 38mila gli specializzandi a poter partecipare alla campagna.

Associazioni di rappresentanza degli specializzandi: «Recepito senso profondo delle nostre richieste»

Dalle associazioni in rappresentanza dei giovani medici e degli specializzandi è arrivato un plauso positivo. «Hanno recepito il senso profondo delle nostre richieste ed accolto le nostre proposte: volontarietà, tutela della formazione, tutela assicurativa, contrattualizzazione e retribuzione» hanno scritto.

«In questo ultimo anno abbiamo chiesto tutele, diritti e soprattutto il rispetto della dignità professionale al pari di tutti gli altri medici. Oggi, grazie al protocollo appena sottoscritto, potremo partecipare attivamente alla campagna vaccinale anti SARS-CoV-2 a favore di tutta la popolazione, nel rispetto dei nostri diritti di lavoratori e tutelando la nostra formazione come futuri specialisti».

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
‘Doppia laurea’, via libera dalla Commissione Cultura. E gli specializzandi potranno frequentare master e dottorati
La proposta di legge rappresenta un grande passo in avanti per ampliare l’offerta formativa universitaria e offrire maggiori opportunità di lavoro ai nostri giovani
Specializzandi, delegazione Pd incontra Ministra dell’Università Messa: «Sensibile ai nostri temi»
«La data del prossimo concorso di specializzazione ad oggi risulta essere confermata per luglio 2021» annuncia la delegazione Pd composta da Paola Boldrini, Vice Presidente della comm. Igiene e Sanità al Senato e Stefano Manai, Responsabile della formazione sanitaria del PD
Vaccini in farmacia, il no di ALS: «Deriva del ‘task shifting’, così si umilia la classe medica»
L’Associazione Liberi Specializzandi contesta l’accordo che consente di somministrare i vaccini in farmacia senza la presenza di un medico: «Viene legittimato dallo Stato il Dottor Google a tutti gli effetti»
Vaccini, Figliuolo: «Dalla terza settimana di aprile 500mila dosi al giorno. Entro fine settembre 80% italiani vaccinati»
Il Commissario straordinario all'emergenza Covid-19, in audizione davanti alle Commissioni Sanità e Affari Sociali, ha voluto ringraziare il personale sanitario. E sui siti vaccinali annuncia: «Sono oltre duemila, con un aumento del 30% a marzo». Ad aprile già assicurate 8 milioni di dosi in arrivo
Vaccino Covid, la denuncia di Manai: «In Sardegna studenti di Medicina e Professioni sanitarie nei reparti ma senza vaccino»
«Mi auguro che la regione intervenga quanto prima per sanare questa ingiustificabile lacuna nel piano vaccinale regionale e metta in sicurezza i nostri studenti, futuro del nostro SSN» spiega Stefano Manai, Responsabile nazionale formazione sanitaria del PD
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 20 aprile, sono 142.112.632 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.030.299 i decessi. Ad oggi, oltre 904,92 milioni di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata ...
Salute

Terapia domiciliare anti-Covid, guida all’uso dei farmaci

Antivirali, antitrombotici, antibiotici e cortisone: facciamo chiarezza con gli esperti della SIMG (Società Italiana di Medicina Generale) ed il dirigente medico in Medicina Interna presso l&rs...
Politica

Cosa prevede il nuovo decreto legge, tra scudo penale e obbligo vaccinale per i sanitari

Licenziato il nuovo decreto legge a firma del Consiglio dei Ministri. Tutta Italia rossa e arancione fino al 30 aprile, ma scuole aperte fino al primo anno di secondaria. Arrivano obbligo vaccini per ...