Lavoro 3 Aprile 2019 13:12

Specialisti ambulatoriali, intesa su Acn 2016-2019. Magi (SUMAI): «Superate problematiche della medicina veterinaria»

Intesa raggiunta in merito al rinnovo dell’Acn 2016-2019. Proposto il riconoscimento delle tutele della maternità, l’applicazione completa della legge 104, non solo per i famigliari a carico ma anche per il singolo specialista

Tutela della maternità, applicazione completa della legge 104, superamento delle problematiche della medicina veterinaria, apertura più ampia per l’ingresso dei giovani specialisti, anticipazione della prestazione pensionistica per i colleghi in possesso dei requisiti previdenziali. Questi alcuni dei punti presenti nel nuovo Acn per gli specialisti ambulatoriali che il Sumai sta riscrivendo con la Sisac.

Il SUMAI Assoprof esprime grande soddisfazione per il raggiungimento di un intesa importante in merito al rinnovo dell’Acn 2016-2019, parte normativa e parte economica. «È un accordo – spiega Antonio Magi, segretario del SUMAI Assoprof – che stabilisce una nuova alleanza tra il nostro Sindacato e le regioni in difesa degli interessi della categoria degli specialisti ambulatoriali interni, di tutti i medici chirurghi e odontoiatri oltre alle professionalità dell’Area Sanitaria ovvero veterinari, biologi, chimici e psicologi».

«Il SUMAI Assoprof ha presentato numerose proposte migliorative della parte normativa a superamento delle criticità presenti nell’Acn attualmente vigente e più volte segnalate dalla categoria. In particolare si è proposto il riconoscimento delle tutele della maternità, l’applicazione completa della legge 104, non solo per i famigliari a carico ma anche per il singolo specialista. Il superamento delle problematiche della medicina veterinaria, sorte dopo l’Acn del 2015, l’apertura più ampia per l’ingresso dei giovani specialisti nell’area mediante la semplificazione dell’accesso tramite graduatoria e l’anticipazione della prestazione pensionistica per i colleghi in possesso dei requisiti previdenziali, con la disponibilità di nuove ore a vantaggio dei colleghi più giovani. Per quanto possibile, date le risorse disponibili, prosegue il percorso di perequazione retributiva dei professionisti. Si è proceduto inoltre all’aggiornamento della parte assicurativa al potenziamento delle opportunità formative Ecm e alla rivitalizzazione dei comitati regionali e zonali».

«Le trattative – conclude Magi – proseguiranno ora per definire un’adeguata rivalutazione economica un migliore riconoscimento della professionalità del medico e anche dell’odontoiatra e del lavoro in equipe».

Articoli correlati
Giornata mondiale sicurezza e salute sul lavoro: ANMIL propone testimonial in aziende e scuole
L’obiettivo dell’ANMIL (Associazione Nazionale fra Lavoratori Mutilati ed Invalidi del Lavoro) è accendere i riflettori sulla piaga sociale della mancanza di prevenzione nei luoghi di lavoro e delle malattie professionali
Lavorare per vivere o vivere per lavorare? Cos’è la Great resignation
Campanini (psicologo del lavoro): «Che per valorizzarsi non sia necessario dedicare l’intera vita al lavoro è una convinzione sempre più diffusa, soprattutto tra i più giovani. La trasformazione del mondo del lavoro, da stabile a flessibile, era già in corso, ma l’esplosione della pandemia ne ha accelerato l’evoluzione»
È possibile chiedere il pagamento delle ferie non godute anche se si lavora come operatori sanitari nel servizio pubblico?
Il diritto alle ferie si configura ormai come un diritto irrinunciabile anche in relazione ad una consolidata giurisprudenza costituzionale. È sempre necessaria una valutazione del caso concreto per dare una risposta completa, tuttavia il diritto all’indennità sostitutiva in caso di mancata fruizione delle ferie è sancito, alla cessazione del rapporto di lavoro, dall’art. 10 del […]
Contratti precari, la protesta dei ricercatori sanitari
Sono scesi in piazza nelle principali città italiane per chiedere di essere stabilizzati. Valeria Contarino ARSI: «Due gli interventi auspicati: la modifica della legge 205, affinché si possano usare i fondi per le assunzioni dei ricercatori a tempo indeterminato e che le Regioni si facciano carico delle dotazioni organiche necessarie per dare un contratto stabile al personale»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 25 maggio, sono 526.711.975 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.280.500 i decessi. Ad oggi, oltre 11,48 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Salute

Vaiolo delle scimmie, la “profezia” di Bill Gates e il bioterrorismo

Bill Gates aveva parlato pubblicamente del rischio di future pandemia e di bioterrorismo, facendo riferimento a possibili attacchi con il vaiolo. Spazio per nuove teorie del complotto