Lavoro 15 Luglio 2019

Sanità privata senza contratto, Ferruzzi (Cisl FP): «Non c’è un’interlocuzione con il Ministro»

La denuncia della segretaria nazionale Cisl Funzione Pubblica, Marianna Ferruzzi: «A tutt’oggi la disponibilità del Ministro Grillo la leggo solo sui giornali». Intanto il contratto della sanità privata è fermo da 12 anni

Immagine articolo

Rinnovo del contratto e pari condizioni economiche per i professionisti della sanità privata, sono le richieste delle sigle sindacali confederali CGIL, CISL e UIL che da mesi stanno denunciando lo stallo delle trattative con Regioni e Ministero della Salute. Durante la cosiddetta “Maratona” di tre giorni in cui sono stati ascoltate le associazioni di categoria interessate dal Patto per la Salute, abbiamo avuto l’occasione di intervistare Marianna Ferruzzi, segretaria nazionale Cisl FP per fare il punto della situazione.

«Il contratto della sanità privata non viene rinnovato da più di 12 anni», ci ricorda Ferruzzi. «Questo è uno dei grandi temi che noi oggi abbiamo sul tavolo, perché non si può pensare di continuare ad operare dentro un sistema pubblico come quello della nostra sanità, senza rinnovare il contratto di lavoro alle professioniste e ai professionisti che operano con professionalità dentro questo settore. Questo è un grande tema. Noi siamo arrivati a chiedere al Presidente della Conferenza delle Regioni di inserire dentro il Patto per la Salute un meccanismo per il quale, se i datori di lavoro privati non rinnovano il contratto di lavoro entro un tempo assolutamente congruo da quello nel quale è stato rinnovato il contratto di lavoro dei dipendenti pubblici a pari condizioni economiche, devono essere revocati gli accreditamenti»

LEGGI: SANITÀ PRIVATA, STALLO SU RINNOVO CONTRATTO. CGIL-CISL-UIL: «CHIEDEREMO INCONTRO A MINISTRO GRILLO. PRONTI A INIZIATIVE DI LOTTA»

«In questo momento non c’è un’interlocuzione con il Ministro», denuncia ancora Marianna Ferruzzi che nei tre minuti concessi ad ogni attore presente durante la maratona di interventi al Ministero della Salute, ha ricordato lo stato di impasse in cui si trova la vertenza. «Noi siamo venuti perché se questa era l’unica occasione – continua Ferruzzi – come Cisl funzione pubblica non ce la siamo sentita di non far sentire la nostra voce. Però c’è la necessità di aprire una modalità di interlocuzione completamente diversa con il Ministero della Salute, perché a tutt’oggi quest’interlocuzione è mancata sia sulle richieste che abbiamo rappresentato come categorie sia sulle richieste che sono state rappresentate dalle confederazioni CGIL, CISL e UIL. A tutt’oggi la disponibilità del Ministro la leggo solo sui giornali. La posso misurare nel momento in cui il Ministro convoca CGIL, CISL e UIL che complessivamente rappresentano oltre il 70% delle professioni che lavorano in questo settore, nel pubblico per non parlare del privato. Cominciamo a ragionare nel merito delle cose».

Articoli correlati
Da quando l’azienda ospedaliera può procedere al pagamento degli arretrati previsti dalla sottoscrizione del nuovo contratto collettivo dell’Area Sanità?
Ai sensi dell’art. 2, comma 1, il contratto collettivo sottoscritto in data 19/12/2019 riguarda il periodo 1° gennaio 2016 – 31 dicembre 2018, sia con riferimento alla sua parte giuridica che per quella economica. Il contratto in parola introduce numerose novità tra le quali l’aumento della retribuzione che deve essere già presente con la retribuzione […]
Coronavirus, monitoraggio nelle scuole per studenti di ritorno dalla Cina. Cifaldi (Cisl Medici): «Ora siamo più sereni»
Il Ministero della Salute, d’accordo con il Ministero della Istruzione, ha provveduto ad aggiornare al principio di massima precauzione la circolare del 01/02/2020 che conteneva “Indicazioni per la gestione degli studenti e dei docenti di ritorno o in partenza verso aree affette della Cina”. Sull’argomento, è intervenuto Luciano Cifaldi, Segretario generale Cisl Medici Lazio: «Interessanti […]
Sanità privata, Cgil Cisl e Uil: «Aiop fa saltare il rinnovo del contratto»
«Chiediamo di bloccare subito gli accreditamenti alle strutture e di essere convocati dalla Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome e dal Ministero della Salute. Riparte fin da ora la nostra mobilitazione»
«Non siamo invisibili», il 95% dei medici della sanità privata in sciopero per il mancato rinnovo del contratto
De Rango (Cimop): «Pronti a mobilitazione». Al presidio in piazza Monte Citorio della Confederazione italiana medici ospedalità privata hanno partecipato anche alcune delegazioni parlamentari. Anelli (FNOMCeO): «Siamo al loro fianco, mortificare le giuste istanze dei medici non fa bene a questo paese». Il 31 gennaio il ministro Speranza incontra il sindacato
Patto per la salute, assistenti sociali soddisfatti. Gazzi (Cnoas): «Dignità e cura insieme. Centrale integrazione socio-sanitaria»
Il presidente del Consiglio dell’Ordine degli Assistenti sociali: «Bene il Patto per la Salute, da gennaio lavoreremo affinchè non resti sulla carta»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Riscatto agevolato della laurea, l’esperto: «Ecco cosa cambia dopo circolare INPS»

Anche chi ha studiato prima del 1996 può richiederlo. Tomi (F.F.S. S.r.l. e collaboratore di Consulcesi & Partners): «Possibile riscattare fino a 5 anni di studi universitari versando la somma di 5....
Salute

Coronavirus e Sars, la storia che si ripete. Ecco cosa è successo nel 2003

Anche la Sindrome Acuta Respiratoria Grave si diffuse dalla Cina al resto del mondo con le stesse modalità. La patologia causò 800 morti
Non Categorizzato

La diffusione del Coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 24 febbraio 2020 sono 79.434 i casi di Covid-19 confermati in tutto il mondo. I pazienti guariti e dimessi dagli ospedali sono 25.044 mentre i morti sono 2.619. I CASI IN ITALIA Bollettino delle or...