Lavoro 19 Aprile 2021 10:29

Rinnovati i vertici FNOPO: Silvia Vaccari è la nuova presidente nazionale

Vicepresidente della Federazione Nazionale degli Ordini della Professione di Ostetrica è Caterina Masé (Ordine Trento); segretaria Elsa Del Bo (Ordine Pavia); tesoriere Elio Lopresti (Ordine Palermo)

Rinnovati i vertici della Federazione Nazionale degli Ordini della Professione di Ostetrica per il quadriennio 2021-2024. Le elezioni, che si sono svolte l’11 e il 12 aprile per la prima volta in modalità telematica a causa del perdurare della pandemia Covid-19, hanno visto vincente la lista “Insieme si può” che ha ottenuto la maggioranza dei componenti in seno al nuovo Comitato centrale nei confronti dell’altra lista competitor “Armonia”. Nel corso della prima riunione, il nuovo Comitato centrale si è insediato ufficialmente e, come primo atto ufficiale, ha proceduto alla nomina delle cariche: presidente, Silvia Vaccari (Ordine Modena); vicepresidente Caterina Masé (Ordine Trento); segretaria Elsa Del Bo (Ordine Pavia); tesoriere Elio Lopresti (Ordine Palermo).

A completare la composizione del Comitato centrale neoeletto, che a norma della legge 3/2018 è costituito da 15 membri, sono: Valentina Angius (Ordine Imperia/Savona); Marina Carfagna (Ordine Rimini/Forlì/Cesena); Marilisa Coluzzi (Ordine Latina); Cinzia Di Matteo (Ordine Abruzzo); Enrico Finale (Ordine Novara/Vco/Vercelli/Biella); Marisa Patrizia Messina (Ordine Roma); Cristina Panizza (Ordine Belluno/Padova/Rovigo/Treviso/Venezia/Vicenza); Patrizia Proietti (Ordine Roma); Nadia Rovelli (Ordine Bergamo/Cremona/Lodi/Milano/Monza Brianza); Martha Traupe (Ordine Pisa/Massa Carrara/Livorno); Maria Vicario (Ordine Napoli).

Il neoeletto Collegio dei revisori dei conti risulta, invece, così costituito: Fabio Innocenzi (Ordine Roma), Gianna Turazza (Ordine Ferrara) e Valentina Pironti (Ordine Lecce).

«Viviamo con orgoglio, ma anche con molto senso di responsabilità l’incarico che ricopriremo nei prossimi quattro anni, grazie al voto delle/dei presidenti OPO, in rappresentanza di tutte e tutti le/i colleghe/i Ostetriche/ci. Ci aspetta un lavoro importante e delicato, in particolare nell’attuale pandemia da Covid-19, che sarà caratterizzato innanzitutto dall’unione di intenti e dalla collaborazione, affinché si possa rinforzare l’unità delle/dei professioniste/i e si dia nuova linfa alla care ostetrica nella presa in carico della salute delle donne – affermano i nuovi componenti del Comitato centrale FNOPO -. Ora più che mai serve puntare su una attività politica forte e propulsiva della Federazione sia con gli altri professionisti sanitari e sociosanitari, sia nei confronti dei Politici, delle Istituzioni e dei decisori affinché vi sia il giusto riconoscimento del ruolo dell’Ostetrica nel servizio sanitario e sociale nazionale e regionale, in qualsiasi setting questo si svolga (dipendente pubblico e privato e libera professione, nonché in tutte le forme contrattuali atipiche). La FNOPO continuerà a lavorare e a promuovere tavoli di confronto, in particolare per la formazione e la ricerca ostetrica indispensabili per la crescita professionale, senza dimenticare l’importanza del supporto che le nuove tecnologie e l’innovazione amministrativa devono avere nel lavoro quotidiano delle Ostetriche. Infine, ma certamente non da ultimo – sottolineano i vertici nazionali della professione ostetrica – l’obiettivo continua a essere la tutela della salute globale attraverso la crescita della partnership con la donna, la famiglia e la comunità. Il Comitato centrale della Federazione nazionale Ostetriche è costituito da 15 valide/i professioniste/i che si impegneranno al meglio per rappresentare la nostra categoria professionale, all’insegna dell’unità e della condivisione di obiettivi, perché da soli si va veloci ma solo insieme si va lontano», conclude la neo presidente nazionale Silvia Vaccari.

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Ogni anno i medici regalano all’azienda 10 milioni di ore di straordinario e 5 di ferie arretrate. Il report Anaao
Complice la pandemia e la cronica carenza di personale, i diritti dei medici e dirigenti sanitari vengono sempre meno rispettati e nel 64,2% dei casi le ore in eccedenza non vengono neppure pagate
Covid, con primi stop ai sanitari non vaccinati rischio buchi in reparti
Sternativo (Fials Milano): «Solo quando il datore di lavoro è impossibilitato all'assegnazione dell'operatore non vaccinato a mansioni diverse è tenuto a dare avvio al periodo di sospensione»
Nella nuova sanità servono nuove professionalità e competenze. Ecco come acquisirle
Il Master in Management delle Aziende Sanitarie di Meliusform offre un percorso formativo multidisciplinare ed esperienziale per acquisire le competenze necessarie nella sanità di domani
Effetto Covid, per i medici fino al 25% di guadagni in meno e aumento spese per assicurazioni
Secondo il primo rapporto Univadis Medscape in Italia, i medici hanno speso in media 1.200 euro per Dpi e 6 su 10 hanno deciso di stipulare un’assicurazione integrativa
Le ostetriche non vanno in vacanza. Vaccari (FNOPO): «Anche nei luoghi di villeggiatura restiamo accanto a donne e neonati»
La presidente della FNOPO: «Nelle zone in cui, in estate, la popolazione quadruplica per l’enorme affluenza di turisti, il numero di ostetriche sul territorio viene aumentato in modo proporzionale. Operative in consultori, case della salute e nei pronto soccorso ostetrici»
di Isabella Faggiano
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 2 agosto, sono 198.335.925 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 4.224.492 i decessi. Ad oggi, oltre 4.11 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&n...
Covid-19, che fare se...?

Posso bere alcolici prima o dopo il vaccino anti-Covid?

Sbronzarsi nei giorni a cavallo della vaccinazione può compromettere la risposta immunitaria e, dunque, depotenziare gli effetti del vaccino?
Salute

Guida al Green pass, può essere revocato? Serve anche ai ragazzi? Le risposte di Cittadinanzattiva

Chi ne è esentato? E cosa deve fare chi è guarito? Intervista a Isabella Mori, Responsabile del servizio tutela di Cittadinanzattiva