Lavoro 18 Gennaio 2019

Rappresentatività sindacale, nell’Area sanità aumento deleghe di Cimo, FVM e Uil Fpl

In testa confermato Anaao-Assomed, con il 24,41% della rappresentatività. Per il Comparto, i confederali guadagnano il podio, con Fp Cgil sul gradino più alto

L’Aran ha pubblicato i dati relativi all’accertamento provvisorio della rappresentatività delle organizzazioni sindacali per il triennio contrattuale 2019-2021. Per quanto riguarda l’Area sanità, è l’Anaao-Assomed il sindacato con il maggior numero di deleghe (18.205), seguito da Cimo (8.985), Aaroi-Emac (7.745) Fassid (7.365), Fp Cgil (6.453), FVM (6.273), Uil Fpl (4.734), Federazione Cisl Medici (4.592) e Fesmed (4.272). Rispetto al triennio passato, perde la rappresentatività Anpo Ascoti Fials Medici, che non ha raggiunto il 5% richiesto.

Per quanto riguarda il Comparto sanità, invece, è Fp Cgil in testa, con 63.663 deleghe, seguito da Cisl Fp (61.692), Uil Fpl (52.598), Fials (32.335), Nursind (26.987) e Nursing Up (24.550).

I dati, come specificato dall’Aran, sono provvisori in quanto non è stato ancora stipulato il CCNQ di definizione dei comparti e delle aree di contrattazione per il triennio 2019-2021.

CONSULTA QUI LE TABELLE

Soddisfatta la Cimo, che ha registrato un incremento di 237 iscritti, pari al +3%. Un risultato che il sindacato considera «significativo», e che conferma il proprio costante trend di crescita a decorrere dal biennio 2008-2009. «La dinamica – specifica la Cimo in una nota – assume un valore particolare se si considera il fatto che, nello stesso periodo di riferimento, viene registrata una decrescita a due cifre (-18,78%, pari a 17.248 persone in meno) dei dipendenti sindacalizzati per effetto della drastica riduzione del numero di dirigenti sanitari in servizio».

«I dati della rappresentanza aggiornati – commenta il presidente nazionale Cimo Guido Quici –  indipendentemente dagli effetti gratificanti per la nostra organizzazione sindacale, richiamano ancora più prepotentemente a una profonda riflessione sul modo di fare sindacato. Vogliamo e dobbiamo lavorare più lontani dalle solite logiche centralistiche di politica sindacale a vantaggio di un’azione più incisiva a livello periferico presso le singole aziende, anche in considerazione della trattativa sul prossimo CCNL».

Contenta della crescita anche la Federazione Veterinari, Medici e Dirigenti Sanitari FVM, cresciuta grazie a 392 deleghe in più rispetto allo scorso triennio: «Nonostante i pensionamenti e la stagione non entusiasmante per l’attività sindacale schiacciata dal blocco contrattuale degli ultimi governi – dichiara il presidente Aldo Grasselli – l’aumento degli iscritti è un elemento di grande soddisfazione per noi e soprattutto di ulteriore stimolo a proseguire nell’impegno sindacale che quotidianamente mettono in campo a livello aziendale, regionale e nazionale, i dirigenti sindacali medici, veterinari e sanitari di FVM».

LEGGI ANCHE: CONTRATTO MEDICI, SINDACATI SODDISFATTI DA INCONTRO FUNZIONE PUBBLICA, MA PER ORA SCIOPERI CONFERMATI

«Eccezionale risultato del sindacato degli infermieri Nursing Up – commenta poi il presidente Antonio De Palma – che si afferma in modo inequivocabile nel comparto Sanità conseguendo una crescita del +1,53% di rappresentatività. Per questo importante risultato raggiunto – aggiunge – esprimiamo grande soddisfazione e ringraziamo nel contempo tutti i professionisti che hanno voluto esprimere attraverso il voto la loro fiducia verso il nostro modo di fare sindacato».

Articoli correlati
«FVM: Benvenuto al ministro Speranza, ora stagione progettuale e positiva»
«Federazione Veterinari, Medici e Dirigenti sanitari invia al nuovo ministro della salute Roberto Speranza e al Governo che ha appena giurato fedeltà alla Costituzione i migliori auguri di buon lavoro. Il neo-ministro della Salute sa che sono molte le sfide che lo attendono per una Sanità sempre più vicina alle esigenze delle persone e con […]
Aggressioni, a Palermo colpiti medico e tecnico radiologo. Grillo: «Legge urgente, chi blocca Paese si assume responsabilità di fermarla»
L’episodio a Villa Sofia è stato denunciato dal sindacato Cimo. Una ventina di persone è riuscita a introdursi nei locali della Uoc di Radiologia dove si trova la sala di risonanza magnetica. «L'ennesimo episodio di aggressione a danno di lavoratori della sanità conferma l'urgenza di una legge antiviolenza» scrive su Twitter il Ministro
Pronto soccorso, CIMO Emergenza: «Nuove linee guida aprono strada a criticità»
«La nuova definizione di tempi massimi di attesa prestabiliti per codice di priorità ingenera aspettative nell’utenza che in gran parte non potranno che essere disattese, soprattutto in questa fase di grave carenza di medici, “imbuto” che può diventare una ulteriore criticità che rischia di aumentare le aggressioni nei confronti del personale sanitario»
Dalla carriera all’aumento economico, tutto quello che c’è da sapere sul contratto dei medici. E su cosa si dividono i sindacati
Un vademecum del sindacato Anaao-Assomed ha provato a riassumere i punti qualificanti del contratto della dirigenza medica. Ma su molti aspetti le interpretazioni dei sindacati firmatari e quelli contrari divergono. Ecco una mappa con le diverse posizioni
Contratto medici, Quici (CIMO): «Ecco le insidie nascoste». E dichiara lo stato di agitazione
Il presidente del Patto per la Professione Medica (CIMO-FESMED e ANPO-ASCOTI-FIALS Medici) spiega a Sanità Informazione perché non ha firmato il contratto dei medici e dei dirigenti sanitari
di Cesare Buquicchio e Giulia Cavalcanti
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

Firenze, a motivare gli aspiranti medici c’è anche l’influencer Marta Pasqualato: «Non arrendetevi»

Sta per diventare medico, dopo essere diventata celebre su Uomini&Donne: «Io sono entrata dopo due anni. Se non passate valutate il ricorso»
di Diana Romersi e Viviana Franzellitti
Salute

Toscana, allarme per superbatterio “New Delhi”: 350 portatori e 44 infetti. Istituita unità di crisi

Nuova Delhi Metallo-beta-lattamasi è un enzima recentemente identificato che rende i batteri resistenti ad un ampio spettro di antibiotici beta-lattamici. «Il numero di pazienti portatori dall'inizi...
Politica

Roberto Speranza: abolizione superticket e assunzioni. Ecco chi è il nuovo ministro della Salute

Cambio di vertice per il Ministero della Salute, al posto della pentastellata Giulia Grillo l’ex Pd, Roberto Speranza. Ecco il profilo e le idee del deputato di Liberi e Uguali