Lavoro 10 Dicembre 2021 14:50

Premio Cidu per i diritti umani al Ssn. Anelli: «Gratitudine a sanitari per aver tutelato diritto alla salute»

Nel corso della cerimonia di premiazione ha parlato anche il Ministro Speranza: «Salute diritto fondamentale che dobbiamo provare a garantire in ogni angolo del mondo»

Il Premio Cidu per i diritti umani è stato conferito al Servizio Sanitario Nazionale «in considerazione dello straordinario impegno al quale ha saputo fare fronte per tutelare il diritto alla salute, a seguito dell’emergenza Covid-19». Immediata la soddisfazione espressa dal presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei Medici (FNOMCeO), Filippo Anelli, nel corso della premiazione avvenuta nel giorno in cui si celebra l’anniversario della Dichiarazione universale dei diritti umani.

«Il diritto fondamentale alla tutela della salute – ha spiegato Anelli – non è solo un diritto di cittadinanza ma un diritto di umanità, che spetta a qualsiasi persona. Per questo abbiamo apprezzato l’appello del Ministro della Salute, Roberto Speranza, volto ad estendere le vaccinazioni contro il Covid a tutti i Paesi, anche e soprattutto a quelli più fragili».

«L’augurio al nostro Servizio sanitario nazionale è quello di diventare sempre più unitario e universale, considerando le persone uguali, ovunque vivano – ha concluso Anelli -. Ai nostri medici, ai nostri operatori sanitari va la nostra gratitudine, per aver tutelato il diritto alla salute e aver sostenuto il Servizio sanitario nazionale anche in condizioni drammatiche, durante la pandemia, e per continuare a farlo ogni giorno».

Speranza: «Sfida ancora incompiuta che richiede l’impegno di tutti»

«Credo che ogni giorno» in cui continua la battaglia contro il Covid-19 «ci indichi in qualche modo una sfida ancora incompiuta, che chiama l’impegno di tutti noi». Lo ha affermato il Ministro della Salute Roberto Speranza, che ha poi evidenziato come «questo anno e mezzo sia stato davvero indimenticabile. Credo che sulla pelle di ciascuno di noi, sulla pelle di ciascun cittadino del mondo, ci sia fino in fondo la consapevolezza di quanto questa stagione abbia mutato esistenze, destini e modi di vivere e di confrontarsi. Credo però – ha aggiunto – che proprio un tempo così difficile, così sfidante, ci offra l’opportunità di cogliere a fondo alcune delle questioni essenziali che riguardano l’esistenza di ciascuno di noi e sulle quali ancora tanto c’è da fare».

E per il Ministro il primo aspetto riguarda proprio la salute, che è «davvero un diritto fondamentale, così come lo descrive la nostra carta costituzionale. Un diritto che noi dovremmo provare a garantire in ogni angolo del mondo – ha sottolineato -. Io penso che questa sfida per i diritti umani, che è una sfida ancora incompiuta a livello globale, lo sia particolarmente se si guarda all’ambito della salute».

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Rapporto Crea Sanità: «Quasi 800mila famiglie rinunciano a spese sanitarie». I più graditi gli MMG
Pubblicato il XVII Rapporto dell’Università di Tor Vergata. L’Italia è il Paese Ue che fa minore ricorso all’ospedalizzazione in rapporto alla popolazione: «Il minor utilizzo è stato accompagnato da una progressiva chiusura di posti letto». Tutte le problematiche che generano insoddisfazione «legate alla organizzazione nella prenotazione ed erogazione dei servizi». L’Italia ha una quota di finanziamento pubblico del SSN fra le più basse in Europa
Medici positivi in servizio, Anaoo Assomed: «Una proposta sciagurata»
Il sindacato si dichiara contrario alla proposta delle Regioni di far lavorare medici positivi al Covid-19: «Danni alla salute, reparti ospedalieri trasformati in cluster di contagio»
Covid, guerra sui conteggi dei positivi in ospedale. Braccio di ferro tra medici e Regioni
Le Regioni chiedono di rivedere il sistema di conteggio dei casi positivi in ospedale, mentre i medici vogliono lasciare invariati i bollettini. In discussione c'è anche il sistema dei colori delle Regioni e la comunicazione dei dati sui contagi al pubblico. Attesa la decisione del Ministero della Salute
Speranza: «Ministero raccoglierà elenchi over 50 non adempienti a obbligo». In arrivo nuova procedura per sospensione Green pass
Previsto un meccanismo che a regime porterà a un doppio automatismo: di sospensione della validità del Green pass di fronte ad un caso di positività e al tempo stesso però uno stop di questa sospensione e riattivazione del certificato in caso di tampone negativo dopo la positività
Morto David Sassoli, la FNOMCeO: «Noi medici continueremo a portare avanti i suoi principi»
Il presidente del Parlamento europeo è scomparso nella notte per una grave forma di disfunzione del sistema immunitario. Il cordoglio dei medici italiani
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 21 gennaio, sono 342.684.472 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 5.574.860 i decessi. Ad oggi, oltre 9,75 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Contributi e Opinioni

«Perché il medico di famiglia non ti risponde al telefono»

di Salvatore Caiazza, Medici senza Carriere
di Salvatore Caiazza, Medici senza Carriere
Politica

Legge di Bilancio. Dalla stabilizzazione dei precari Covid ai fondi per aggiornare i LEA, tutte le misure per la sanità

Via libera della Camera dopo una maratona di tre giorni. Il Fondo sanitario incrementato di due miliardi all’anno per tre anni, prorogate le USCA e prevista un’indennità per gli ope...
di Francesco Torre