Lavoro 7 Ottobre 2021 15:41

MMG, Anelli (FNOMCeO): «Devono lavorare con altri professionisti sanitari, come accade negli ospedali»

Il presidente della Federazione degli Ordini dei medici commenta l’intervento di Speranza al Congresso Fimmg: «Rappresenta tappa miliare nel processo di riforma della sanità territoriale. Mantenere capillarità e rapporto di fiducia»

Ha il volto soddisfatto Filippo Anelli, presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei medici (FNOMCeO) al termine dell’intervento di Roberto Speranza al Congresso della Fimmg. «Le dichiarazioni del Ministro sono importanti e rappresentano una tappa miliare nel processo di riforma che riguarda la sanità», dichiara ai nostri microfoni. «Il fatto che il medico di Medicina Generale secondo il Ministro debba poter continuare ad essere il punto di riferimento dei cittadini mantenendo la capillarità e soprattutto il rapporto di fiducia è un passaggio importante».

«Certo – aggiunge -, non possiamo rimanere come eravamo nel passato, ma dobbiamo fare in modo che anche i professionisti sul territorio lavorino insieme, costruendo quei team delle cure primarie che oggi sono uno strumento fondamentale. È inimmaginabile che all’interno di un ospedale ci siano padiglioni solo con medici, si lavora insieme a tutte le professioni sanitarie. Allora perché sul territorio i medici di Medicina Generale devono lavorare da soli? Hanno bisogno di lavorare con le altre professioni sanitarie e i cittadini hanno il diritto di avere a disposizione quelle competenze che sono tipiche di 31 professioni sanitarie».

E come il Ministro, Anelli glissa sul binomio dipendenza-convenzione, intorno al quale si snoda il dibattito principale di queste ore. Anche se il suo punto di vista appare chiaro: «Se noi delineiamo questa figura, il rapporto contrattuale diventa consequenziale, quindi non accentuerei oggi il ragionamento sulla dipendenza, che tuttavia rischia di incancrenire la flessibilità che oggi il medico ha andando incontro ai bisogni dei cittadini. In questi mesi la Medicina Generale ha dilatato i propri tempi, ha allungato il numero di ore disponibili lavorando anche di sabato e nei giorni festivi. Ma questo è stato possibile anche perché lo ha permesso uno strumento contrattuale. Non c’è dubbio, tuttavia, che si possa sempre migliorare».

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

 

Articoli correlati
Medici stranieri assunti «in deroga», Anelli (Fnomceo) perplesso scrive a Mattarella
Il presidente di Fnomceo Anelli scrive una lettera al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, per sollecitare l'attenzione sulla normativa che permette l'impiego di medici extracomunitari in deroga al normale iter di riconoscimento dei titoli e all'obbligo di iscrizione all'ordine
Appello FNOMCeO a tutte le forze politiche: «Rilanciare il Servizio sanitario nazionale»
Anelli: «L’auspicio è che il nuovo Parlamento e il nuovo Governo siano sempre attenti alle tematiche relative alla salute dei cittadini e al lavoro dei professionisti della sanità»
Formazione ECM: «Fino a 6 mesi di sospensione per chi non è in regola»
Rossi (OMCeO Milano): «Mancato aggiornamento rischioso da un punto di vista medico legale e assicurativo». Boldrini (Pd): «La formazione continua è diventata ancora più importante con il Covid». Filippini (OPI Varese): «Sarà necessario agire con un sistema punitivo anche se non ci piace»
ECM, i vertici della sanità: «Nessuna proroga. Provvedimenti amministrativi per chi non sarà in regola»
Monaco (FNOMCeO): «Mettersi in regola per evitare sanzioni». Bartoletti (Fimmg): «Dura lex sed lex, se ci sono sanzioni l’Ordine le applica». Amato (OMCeO Palermo): «Nel momento in cui arriveranno le lettere dal Co.Ge.A.P.S dovremo procedere». Mangiacavalli (Fnopi): «No a nuovo allargamento maglie: si svilirebbe il senso della formazione continua»
Medici contro l’ipotesi di usare gli infermieri come «supplenti» degli mmg
La Fnomceo e la Cimo-Fesmed rispondono all'assessore della Lombardia Letizia Moratti, secondo la quale gli infermieri potrebbe sostituire e contribuire alla carenza di medici di famiglia
di Redazione
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Dalla Redazione

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Ad oggi, 3 febbraio 2023, sono 671.338.563 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.838.235 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I casi in Italia L’ultimo bollettino di...
Covid-19, che fare se...?

Come distinguere la tosse da Covid da quella da influenza?

La tosse da Covid è secca e irritante, quella da influenza tende invece a essere grassa. In ogni caso non esistono rimedi se non palliativi, come gli sciroppi lenitivi. No agli antibiotici: non...
Salute

Kraken, la nuova variante di Omicron dietro il boom di contagi negli Usa

Secondo il Cdc, Kraken ha più che raddoppiato il numero di contagi ogni settimana, passando dal 4% al 41% delle nuove infezioni