Lavoro 29 Gennaio 2023 18:43

Medici di medicina generale, pensione più alta grazie all’aliquota modulare

L’opzione è valida anche per gli specialisti esterni e il termine per inoltrare la domanda alla Asl scade il 31 gennaio

Medici di medicina generale, pensione più alta grazie all’aliquota modulare

Aumentare la propria pensione? Un’opzione possibile, anche attraverso lo strumento dell’aliquota modulare. Come leggiamo sul sito Enpam, infatti, per far crescere l’importo del proprio assegno pensionistico avvalendosi di questa modalità, è necessario effettuare un versamento volontario di un’aliquota contributiva aggiuntiva compresa tra l’1 e il 5%. La pensione futura aumenterà dal momento che i contributi versati saranno maggiori e saranno incrementati i risparmi previdenziali. Gli importi versati, inoltre, saranno deducibili fiscalmente.

Come fare domanda per l’aliquota modulare

Per gli interessati, si legge sul sito Enpam, c’è tempo fino a domani (31 gennaio) per fare domanda per l’aliquota modulare inviando un modulo alla propria Asl. Lo stesso termine vale per coloro i quali hanno già aderito in passato e ora vogliono modificare il valore dell’incremento.

Requisiti per l’aliquota modulare

La possibilità di effettuare versamenti aggiuntivi così da aumentare la pensione è riservata ai medici dell’assistenza primaria, della continuità assistenziale, dell’emergenza sanitaria territoriale, i pediatri di libera scelta e gli specialisti esterni accreditati ad personam.

Il riscatto e l’allineamento per una pensione più alta

Per gli iscritti esclusi dall’opzione dell’aliquota modulare, come viene sottolineato sulla pagina Enpam, ci sono comunque altri modi per ottenere una pensione più alta. Uno di questi è il riscatto, con il quale si possono far valere a fini pensionistici i periodi non coperti da contribuzione, aumentando l’anzianità contributiva e di conseguenza la pensione. Oppure l’allineamento, che permette invece di allineare i contributi già pagati a una contribuzione più alta versata nei periodi in cui si è lavorato di più e si è ottenuto quindi un reddito maggiore, ottenendo un incremento dell’importo della pensione, ma non dell’anzianità contributiva.

La pensione integrativa

In aggiunta a questi metodi, resta sempre valida per tutti la possibilità di costruirsi una pensione complementare aderendo a FondoSanità, il fondo riservato a coloro che operano nel settore sanitario, che consente di dedurre fiscalmente fino ad oltre cinquemila euro.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Politica

Liste d’attesa: nel decreto per abbatterle c’è anche la Carta dei diritti dei cittadini

Il Cup dovrà attivare un sistema di “Recall”. Il paziente che non si presenterà alla visita senza disdirla dovrà pagare la prestazione. Cambiano le tariffe orarie per ...
Politica

Liste di attesa addio? La risposta del Consiglio dei Ministri in due provvedimenti

Ieri il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente, Giorgia Meloni, e del Ministro della salute, Orazio Schillaci, ha approvato due provvedimenti, un decreto-legge e un disegno di legge, che i...
Salute

Tumori: boom di casi nei paesi occidentali. Cinieri (Aiom): “Prevenzione attiva per ridurre carico della malattia”

Nel 2024 negli USA, per la prima volta nella storia, si supera la soglia di 2 milioni di casi di tumore. Una crescita importante, comune a tutti i Paesi occidentali. Per Saverio Cinieri, presidente di...