Lavoro 6 novembre 2018

Il ministro Grillo incontra i rappresentanti del Patto delle Società Scientifiche: impegno per accreditamento, linee guida e decreto assicurazioni

Tra gli obiettivi dell’incontro, la piena attuazione della Legge Gelli, l’analisi dell’evoluzione epidemiologica nazionale, la definizione dei criteri per il calcolo dei fabbisogni di personale specialistico, la programmazione delle reti formative post-laurea, l’analisi dei bisogni di informatizzazione e innovazione tecnologica e la definizione degli standard appropriati a sostenere la prevenzione, le cure materno-infantili, le cure oncologiche, le terapie chirurgiche e interventistiche e le cure intensive

Immagine articolo

Le società scientifiche italiane, riunite nel “Patto delle Società Scientifiche“, hanno incontrato il ministro della Salute per avanzare le prime proposte operative per il miglioramento dei livelli assistenziali, della sicurezza e della qualità delle cure. Tra gli obiettivi prioritari, contenuti nella Carta di Intenti del Patto e discussi alla presenza del Ministro della Salute Giulia Grillo e del Sottosegretario Armando Bartolazzi, c’è la piena attuazione della legge 24/2017 (legge Gelli) sulla sicurezza delle cure e la responsabilità professionale, che passa innanzitutto dall’accreditamento delle società scientifiche, dalla produzione delle Linee guida e buone pratiche cliniche e dall’emanazione dei decreti attuativi relativi agli aspetti assicurativi.

L’alleanza permanente è trasversale alle diverse aree specialistiche, e riunisce le associazioni ACOI (Associazione Chirurghi Ospedalieri Italiani), ADOI (Associazione Dermatologi Venereologi Ospedalieri Italiani e della Sanità Pubblica), AIOM (Associazione Italiana di Oncologia Medica), ANMCO (Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri), AOGOI (Associazione Ostetrici Ginecologi Ospedalieri Italiani), SIAARTI (Società Italiana di Anestesia Analgesia Rianimazione e Terapia Intensiva), SIGO (Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia), SIMIT (Società Italiana di Malattie Infettive e Tropicali), SIN (Società italiana di neonatologia), SIOT (Società italiana di ortopedia e traumatologia), SIRM (Società Italiana di Radiologia Medica e Interventistica), SIP (Società Italiana di Pediatria), SIU (Società Italiana di Urologia) e SIUD (Società Italiana di Urodinamica).

LEGGI ANCHE: RILANCIO SSN E CONDIVISIONE INFORMAZIONI, SIGLATO PATTO TRA 15 SOCIETÀ SCIENTIFICHE

«Il rispetto delle Linee guida e delle buone pratiche, basate su prove di evidenza scientifica, rappresenta un principio fondamentale per migliorare e rendere sicuro il processo di cura – afferma il Professor Giuseppe Ettore, delegato SIGO e della Consulta del “Patto” -. Abbiamo chiesto al Ministro della Salute – prosegue – di perfezionare in tempi celeri la procedura di iscrizione nell’apposito elenco delle Società Scientifiche che aspirano ad essere erogatori ufficiali delle Linee guida, affinché queste possano svolgere al più presto e diligentemente i propri compiti. Ciò rende necessaria anche una rapida definizione, da parte dell’Istituto Superiore di Sanità, degli standard per l’elaborazione delle raccomandazioni che devono essere integrate nel Sistema Nazionale delle Linee Guida in capo all’Istituto».

LEGGI ANCHE: GINECOLOGIA, SCAMBIA (SIGO): «NUOVE TERAPIE ALLUNGHERANNO SOPRAVVIVENZA PAZIENTI CON TUMORE OVARICO»

Altro punto sollecitato dalle Società aderenti al “Patto” è l’emanazione dei decreti attuativi in materia di assicurazione: la legge Gelli, infatti, prevede in capo ad ogni azienda sanitaria e sociosanitaria di dotarsi di un’adeguata copertura per danni derivanti da responsabilità civile, ma demanda a specifici provvedimenti, non ancora emanati, la definizione dei caratteri essenziali delle possibili forme di copertura. «Anche la tempestiva regolamentazione di questi profili risulta di fondamentale importanza, sia ai fini della serenità dei professionisti sanitari, sia per permettere un maggior controllo del rischio e una più effettiva tutela della persona danneggiata», precisa il Professor Pierluigi Marini, presidente ACOI e delegato della Consulta del “Patto”.

LEGGI ANCHE: ALLARME CHIRURGHI, MARINI (ACOI): «SPECIALITÀ SCELTA SOLO DA 90 GIOVANI. SIAMO TRA I MIGLIORI AL MONDO, APPELLO ALLE ISTITUZIONI»

In aggiunta all’attuazione dei diversi punti normativi della legge 24/2017, il “Patto delle Società Scientifiche” ha individuato altre questioni meritevoli di attenzione, per le quali si auspica la costituzione di tavoli di lavoro mono e multidisciplinari sotto l’egida del Dicastero della Salute: l’analisi dell’evoluzione epidemiologica nazionale orientata agli alert sollevati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità nello European Health Report 2018; la definizione dei criteri per il calcolo dei fabbisogni di personale specialistico e di integrazione dei medici in formazione; la programmazione, l’organizzazione e l’accreditamento delle reti formative post-laurea che adegui, di concerto con il MIUR, i percorsi professionalizzanti alle normative europee; l’analisi dei bisogni di informatizzazione e innovazione tecnologica; la definizione degli standard strutturali, tecnologici, quantitativi e organizzativi multidisciplinari appropriati a sostenere la prevenzione, le cure materno-infantili, le cure oncologiche, le terapie chirurgiche e interventistiche, le cure intensive. Su questi temi emergenti e critici per il servizio sanitario pubblico, i rappresentanti delle Società Scientifiche hanno espresso al Ministro Grillo la piena disponibilità a collaborare.

Articoli correlati
Medicina generale, Grillo prolunga slittamento graduatorie: «Nessuna borsa andrà perduta»
«Questo provvedimento permetterà di assegnare tutte le borse disponibili per la formazione post laurea in Medicina generale. Nessuna borsa andrà perduta, questo è essenziale per il futuro dei giovani camici bianchi, ma anche per il nostro sistema sanitario» ha specificato il ministro
Lotta alla peste suina africana, Giulia Grillo: «In pochi mesi risultati eccezionali, Sardegna merita sblocco export»
«Nelle prossime settimane sarò in Sardegna per incontrare anche gli allevatori e i lavoratori del comparto suinicolo che, grazie alla strategia messa in campo dalle autorità veterinarie regionali e dal ministero della Salute, hanno raggiunto risultati eccezionali nella lotta alla peste suina africana che tanto ha danneggiato il settore, imponendo vincoli all’export che hanno gravemente […]
Sanità, Mammì (M5S): «Bene fecondazione assistita al prezzo del ticket, così aiutiamo natalità»
Molto bene il via libera della Regione Lombardia alla fecondazione eterologa al prezzo del ticket, una misura che va incontro agli aspiranti genitori, che così potranno realizzare il loro sogno.  L’Istituto Superiore di Sanità segnala che l’infertilità riguarda circa il 15% delle coppie, che le cause sono molteplici e di diversa natura e pertanto è […]
Responsabilità medica, parla Amedeo Bianco: «Ora anche strutture coinvolte su tema sicurezza. Ma servono ultimi decreti attuativi»
L’ex Senatore, presidente Fnomceo e relatore della Legge 24 insieme a Federico Gelli, sottolinea: «I medici hanno capito che è stato fatto uno sforzo importante. Ma non abbiamo mai celebrato questa legge come la panacea di tutti i mali, alcuni problemi esistono ancora, bisognerà lavorarci molto»
Consiglio Superiore Sanità, bufera su presunta ‘schedatura’ membri. Grillo: «Nessun dossier, solo raccolta di informazioni». Ma Pd chiede dimissioni
Nel documento, poi pubblicato dallo stesso Ministro, ci sono i membri del CSS e le loro eventuali esperienze politiche. La difesa: «Assurdo accusare di epurazione e fascismo, di allarme per la democrazia un ministro che legittimamente si informa sul profilo pubblico di membri di una commissione». Fuoco di fila delle opposizioni: i democratici valutano la mozione di sfiducia. Il farmacologo Garattini: «Giusto scegliere componenti ma serviva un modo più elegante»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

Formazione ECM, tutte le novità 2019: dall’aggiornamento all’estero alla certificazione

Un dovere sentito sempre più come opportunità professionale. Ecco, in una rapida carrellata, i principali cambiamenti che hanno investito negli ultimi anni il sistema dell’Educazione Continua in M...
Politica

Deroga iscrizione Ordini, Beux (TSRM e PSTRP): «Condividiamo obiettivi ma così si rischia sanatoria. In decreti attuativi si ponga rimedio o faremo da soli»

Il provvedimento inserito in legge di Bilancio prevede che chi ha lavorato 36 mesi negli ultimi 10 anni possa continuare ad esercitare anche senza i titoli per iscriversi al maxi Ordine delle professi...
Politica

Deroga iscrizione Ordini, la bocciatura dei fisioterapisti. Tavarnelli (Aifi): «Si riaprano i percorsi di equivalenza già previsti dalla legge 42 del ’99»

Il presidente Aifi: «Senza un passo indietro si rischia una sanatoria globale, una grande confusione per il cittadino ed una scarsissima tutela della sua salute»
di Isabella Faggiano