Lavoro 5 Aprile 2019 11:32

Giovani medici, Anelli (FNOMCeO): «Subito 10mila borse di studio e rinnovo contratti»

Il presidente della Federazione Nazionale degli Ordini spiega ai nostri microfoni quali sono i provvedimenti da prendere oggi per evitare, un domani, il tracollo del Ssn

di Viviana Franzellitti e Arnaldo Iodice
Giovani medici, Anelli (FNOMCeO): «Subito 10mila borse di studio e rinnovo contratti»

Rinnovo immediato dei contratti, formazione e nuove borse di studio. Sono queste le tre priorità individuate da Filippo Anelli, presidente della FNOMCeO, nel corso degli Stati Generali del Giovane Medico. Una giornata dedicata alle esigenze dei camici bianchi del futuro, che hanno bisogno oggi di riforme e provvedimenti tali da evitare per evitare, un domani, il tracollo annunciato del Servizio sanitario nazionale.

Presidente, quali sono le problematiche e le soluzioni proposte oggi?

«Diciamo che oggi è una giornata davvero bella perché tutte le organizzazioni dei giovani medici si trovano qui con la FNOMCeO a discutere delle problematiche del futuro del medico. Naturalmente, tra queste problematiche, al primo posto c’è la formazione, ovvero il tema che ha catturato la maggior attenzione insieme a quello delle competenze del medico. Sulla formazione naturalmente son venute fuori tutta una serie di problematiche che partono dalla carenza dei medici e degli specialisti, sino alla qualità del percorso formativo che dovrebbe essere modificato e al percorso della medicina generale, che dovrebbe ottenere un titolo accademico. Insomma, le tematiche sono veramente tante, ma quella che maggiormente preoccupa oggi tutti è la carenza del personale specialistico, quantificata da ANAAO in circa 17mila medici in meno al 2025, a cui si dovrebbero aggiungere circa 20mila medici mancanti per la medicina generale. Si rischia di far saltare il sistema e noi non ce lo possiamo permettere.

Di qui viene fuori oggi un accorato appello da parte della Federazione ma anche da parte di tutti i giovani medici. Al Ministro e al Governo chiediamo di finanziare 10mila borse, oggi. Si tratta di un intervento straordinario dello Stato che serve a garantire il futuro del nostro Ssn, senza perdere tempo.

Accanto a questo intervento straordinario dovrebbe essere previsto, naturalmente, il rinnovo immediato dei contratti, in modo da rendere appetibile il lavoro nel pubblico: oggi buona parte degli specialisti sceglie di andare a lavorare nel privato, dove gli stipendi sono più alti.

Se vogliamo realmente dare maggior autonomia alle regioni bisogna poi risolvere le disuguaglianze che esistono tutt’oggi. Questo credo sia l’accorato appello che viene fuori da questo incontro».

Prossimi appuntamenti: il primo a maggio e il secondo a Matera, capitale europea della cultura…

«Con i giovani ci vedremo a Matera a fine novembre, per ripetere questa esperienza, passando dalla fase dell’ascolto a quella che concluderà un percorso di riflessione. Il prossimo incontro invece avrà luogo il 16 e il 17 maggio, con i presidenti degli Ordini, sulla prima macroarea delle 100 tesi di Ivan Cavicchi».

Articoli correlati
ECM, ultimi due mesi per mettersi in regola. Anelli: «Assicurazione a rischio»
Dopo le lettere del Cogeaps alle Federazioni (trasmesse poi agli Ordini), i principali esponenti della sanità ribadiscono ai propri iscritti l’importanza di farsi trovare in regola alla scadenza del triennio
Medici stranieri assunti «in deroga», Anelli (Fnomceo) perplesso scrive a Mattarella
Il presidente di Fnomceo Anelli scrive una lettera al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, per sollecitare l'attenzione sulla normativa che permette l'impiego di medici extracomunitari in deroga al normale iter di riconoscimento dei titoli e all'obbligo di iscrizione all'ordine
Sono 4.000 i medici non vaccinati contro il Covid. Anelli (FNOMCeO): «Esigua minoranza»
Circa 4.000 medici hanno detto no al vaccino e non possono esercitare la professione. Si tratta di un'esigua minoranza su 468mila professionisti vaccinati
Appello FNOMCeO a tutte le forze politiche: «Rilanciare il Servizio sanitario nazionale»
Anelli: «L’auspicio è che il nuovo Parlamento e il nuovo Governo siano sempre attenti alle tematiche relative alla salute dei cittadini e al lavoro dei professionisti della sanità»
Formazione ECM: «Fino a 6 mesi di sospensione per chi non è in regola»
Rossi (OMCeO Milano): «Mancato aggiornamento rischioso da un punto di vista medico legale e assicurativo». Boldrini (Pd): «La formazione continua è diventata ancora più importante con il Covid». Filippini (OPI Varese): «Sarà necessario agire con un sistema punitivo anche se non ci piace»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Contributi e Opinioni

Giornata Infermieri. Testimonianze: “Chi va via, e chi ritorna…”

Rosaria ha accolto l’ordine di servizio arrivato a dicembre 2013. Ad accompagnarlo una frase: “Sono pazienti particolari, si prenda cura di loro”. Era il 2013 e Rosaria da allora non...
Politica

Diabete: presentate al Governo le istanze dei medici e dei pazienti

Dopo aver promosso gli Stati Generali sul Diabete, lo scorso 14 marzo, alla presenza del ministro della Salute, di rappresentanti dell’ISS e di AGENAS, FeSDI, l'Università di Roma Tor Ver...
Advocacy e Associazioni

Malattia renale cronica, Vanacore (ANED): “La diagnosi precoce è un diritto: cambia la storia dei pazienti e il decorso della patologia”

Il Presidente dell’ANED: “Questa patologia, almeno agli esordi, non dà segni di sé, è subdola e silenziosa. I primi sintomi compaiono spesso quando la malattia renale ...