Lavoro 16 Settembre 2021 13:10

«Farmacisti fulcro della prossimità del SSN». Intervista a Mandelli (FOFI) e d’Ambrosio Lettieri (Fondazione Cannavò)

«Vaccinazione anti-Covid un successo, ora pronti per quella antinfluenzale. La pandemia ha cambiato la farmacia, continuare su questa strada»

«Farmacisti fulcro della prossimità del SSN». Intervista a Mandelli (FOFI) e d’Ambrosio Lettieri (Fondazione Cannavò)

Prima i tamponi e le tante richieste gestite con prenotazioni e spazi appositi per permettere a tutti di verificare in 20 minuti se si era positivi o meno al virus. Poi i vaccini, distribuiti con appuntamenti serrati a tutti i pazienti che si sentivano più sicuri a farli vicino casa. Il contributo dei farmacisti a quella “prossimità” di cui il ministro della Salute Roberto Speranza si è fatto bandiera è stato fondamentale in questi mesi di emergenza sanitaria. Sempre aperti, a disposizione per farmaci e richieste ma anche solo per rassicurazioni e consigli.

Una professione, quella del farmacista, che è tornata al centro e che, a giudicare dalla risposta avuta durante il CosmoFarma 2021, è destinata ad ampliare ancora di più i propri ambiti. Di questo sono certi il senatore Luigi d’Ambrosio Lettieri, presidente della Fondazione Francesco Cannavò, e il deputato Andrea Mandelli, presidente della Federazione degli Ordini dei Farmacisti italiani.

La farmacia dei servizi

«Noi siamo sempre stati convinti che la farmacia avesse un ruolo particolare ma ancora di più che il farmacista fosse protagonista della sanità del futuro – spiega ai nostri microfoni Mandelli -. Perché noi siamo stati in questo anno e mezzo vicino al paziente, non abbiamo mai chiuso, abbiamo ampliato i nostri orari e siamo stati in grado di fornire quei servizi importanti per la gente. Abbiamo dimostrato con forza che la farmacia dei servizi è utile per il cittadino e il paziente».

Quindi, proseguendo su questa linea, ora si dovrà «potenziare la farmacia dei servizi, continuare con l’idea di poter fare altre cose, come le vaccinazioni che sono un grande successo. I numeri sono stati strepitosi e saranno via via sempre maggiori. Parliamo di un farmacista diverso che non dispensa più farmaci solo per dispensare ma diventa integrato in un sistema più complicato».

Vaccini antinfluenzali in farmacia

È notizia recentissima che, andando proprio in questa direzione, la Camera ha licenziato un emendamento che permetterà ai farmacisti di vaccinare anche contro l’influenza. «È una cosa che in Italia arriva ora – spiega Mandelli – ma che in tutti i paesi europei è una costante da anni. Aggiungiamo al Covid anche l’influenza: è importante perché grazie alla quantità di ore che possiamo mettere a disposizione della gente possiamo fare le vaccinazioni rapidamente nei momenti più comodi per il paziente: domenica, sabato, la sera. Quindi con la nostra apertura e con questa possibilità saremo ancora più vicini alla gente».

Vicini e opportunamente formati. «Il corso dell’ISS sul Covid ha visto 44mila farmacisti iscritti e attualmente abbiamo circa 35mila farmacisti pronti a vaccinare perché hanno completato l’iter formativo. Se i farmacisti italiani sono 100mila e 60mila sono al banco, più della metà è pronta a vaccinare. Un dato che testimonia che ci siamo e che vogliamo dare una mano».

L’importanza della formazione

D’accordo anche d’Ambrosio Lettieri: «La farmacia ha rappresentato per lunghi mesi l’hub sanitario del territorio, il punto di raccordo dell’offerta dei servizi sanitari che ha accompagnato la comunità nazionale in mesi durissimi di angoscia, paura, timore».

Al centro il tema fondamentale e importante della formazione e dell’informazione: «Abbiamo visto la sanità specie sul territorio molto spesso scarsamente coordinata e il farmacista ha rappresentato anche il professionista che sul territorio ha saputo dare risposte puntuali e precise contrastando la disinformazione e le fake news che sono un vero problema. L’infodemia è una delle patologie che abbiamo dovuto affrontare».

Un nuovo farmacista, quindi, che solidifica il proprio ruolo: questa è la lezione del CosmoFarma: «Si conferma il prezioso ruolo socio-sanitario e assistenziale svolto dalla farmacia alla quale vengono attribuiti ruoli e competenze strategiche per affrontare i mesi che verranno e che vivremo con responsabilità, prudenza e con la consueta tenacia e disponibilità» conclude il senatore.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Per i farmacisti ospedalieri manca formazione su comunicazione e relazioni
Solo il 10% della formazione è dedicato alla comunicazione e alle relazioni, gap da colmare. Il tema al centro della terza edizione di HackeRare è la comunicazione intra e multidisciplinare
Covid, Mandelli (FOFI): «Ruolo dei farmacisti decisivo per ampliare l’uso degli antivirali e favorire gestione ‘ordinaria’» 
«La decisione dell’Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa) che semplifica l’accesso ai farmaci antivirali per il trattamento del Covid-19 apre una fase nuova nel contrasto alla pandemia, che incardina sul territorio le attività di prescrizione e dispensazione di questi medicinali con il pieno coinvolgimento dei medici di medicina generale e delle farmacie di comunità». Lo dichiara […]
“Sciroppo di Teatro”: il nuovo toccasana per bambini prescritto da pediatri e farmacisti
Volta (pediatra): «Il teatro è riso, sogno, creatività, immaginazione, tutti determinanti di salute dell’età evolutiva». In 21 comuni dell’Emilia Romagna, grazie ad un progetto della Fondazione Ater, i bambini dai 3 agli 8 anni potranno andare a teatro, assieme ai loro accompagnatori, con soli due euro
Vaccini, FOFI: «Superate le due milioni di somministrazioni di vaccino anti Covid, risposta straordinaria dei farmacisti»
il presidente Andrea Mandelli ringrazia i farmacisti «che hanno lavorato anche in orari di chiusura e nei giorni festivi, per eseguire, in totale sicurezza, migliaia di tamponi ogni giorno e dare un’accelerazione alla campagna vaccinale anti-Covid»
Giornata contro violenza operatori sanitari, plauso dalla FOFI: «Urgente ripristinare clima di fiducia verso SSN»
Il Presidente della FOFI Mandelli: «Bene la Giornata nazionale, noi farmacisti siamo particolarmente sensibili a questa tematica – continua Mandelli – perché rappresentiamo il Servizio Sanitario in prima linea, sul territorio»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 26 maggio, sono 527.393.956 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.283.228 i decessi. Ad oggi, oltre 11,48 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Salute

Vaiolo delle scimmie, la “profezia” di Bill Gates e il bioterrorismo

Bill Gates aveva parlato pubblicamente del rischio di future pandemia e di bioterrorismo, facendo riferimento a possibili attacchi con il vaiolo. Spazio per nuove teorie del complotto