Lavoro 3 Dicembre 2021 10:54

Controlli Nas, trovati al lavoro 281 medici e sanitari non vaccinati

Tra i fermati, 126 erano già stati sospesi dagli ordini professionali perché non vaccinati. Per medici, odontoiatri, farmacisti, veterinari, infermieri e fisioterapisti è scattata la denuncia per esercizio abusivo della professione medica

Controlli Nas, trovati al lavoro 281 medici e sanitari non vaccinati

Sono 281 i medici e sanitari sorpresi dai Carabinieri del Nas al lavoro senza essere vaccinati. I controlli sono stati effettuati nell’ambito della campagna d’intesa con il ministero della Salute sul rispetto dell’obbligo vaccinale per le figure sanitarie. L’obiettivo dell’operazione era individuare i professionisti che continuavano a esercitare l’attività sebbene privi di vaccinazione anti-Covid, in ambito pubblico e libero professionale.

Tra i fermati, 126 lavoravano seppur già sospesi

Le verifiche hanno interessato 1.609 strutture: sono state esaminate 4.900 posizioni relative a medici, odontoiatri, farmacisti, veterinari e infermieri, accertando 281 irregolarità. Dai controlli del Nas è emerso che 126 di loro lavoravano pur essendo già stati sospesi dagli ordini di riferimento su segnalazione dell’autorità sanitaria. Continuavano a svolgere regolarmente la libera professione presso studi medici di proprietà, ambulatori o cliniche private, ma anche in reparti di ospedali pubblici. Per tutti è scattata la denuncia per esercizio abusivo della professione medica.

Otto tra mmg e pediatri non si erano mai vaccinati

In quattro regioni, Abruzzo, Sardegna, Campania e Lazio, il Nas ha individuato otto medici di famiglia, tra medici e pediatri di medicina generale che non si erano mai sottoposti a vaccinazione. In Calabria, Sicilia, Molise e nella provincia di Bolzano sono stati disposti accertamenti nei confronti di alcune aziende sanitarie. Il motivo è non aver preso provvedimenti amministrativi e disciplinari riguardo al personale non vaccinato.

Speranza: «Grazie a Nas per il lavoro di controllo a tutelare la salute di tutti»

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha applaudito le operazioni di controllo da parte del Nas che hanno permesso di accertare gravi illegalità. «Voglio esprimere il mio ringraziamento ai Nas, per il prezioso lavoro di controllo sul rispetto delle regole, a tutela della salute di tutti – ha detto -. Il personale sanitario e tutti coloro che accedono alle strutture sanitarie sia pubbliche che private devono avere garanzia di trovarsi in ambienti sicuri, dove sono rispettate tutte le misure a contrasto della diffusione della pandemia, a partire dall’obbligo vaccinale per chi esercita una professione sanitaria».

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Batteri fecali in parchi acquatici e piscine: chiuse 10 strutture, 83 sanzionate. Rischio di tossinfezioni
I Carabinieri dei Nas, d’intesa con il Ministero della Salute, hanno condotto una serrata campagna di controlli in tutta Italia. Rilevati coliformi fecali, elevate cariche batteriche pericolose per la salute umana, irregolarità strutturali e igienico-sanitarie in parchi acquatici e piscine ad uso ricreativo
Sono 4.000 i medici non vaccinati contro il Covid. Anelli (FNOMCeO): «Esigua minoranza»
Circa 4.000 medici hanno detto no al vaccino e non possono esercitare la professione. Si tratta di un'esigua minoranza su 468mila professionisti vaccinati
Rischio CBRN, Biselli (medico militare): «Addestrare il personale sanitario con esercitazioni pratiche periodiche»
Il medico è responsabile scientifico di un corso FAD sul Rischio CBRN rivolto ai professionisti sanitari per prepararli a gestire le emergenze da un punto di vista clinico e operativo
Omceo Pa: «Intimidazioni sui muri della sede. Raid nella notte dei no vax»
Il presidente Toti Amato: «Un attacco vile, già partite le denunce alle forze dell’ordine»
Over 50 non vaccinati: pioggia di sanzioni dall’Agenzia delle Entrate, ma c’è chi si oppone
Nelle prime settimane recapitate già 900 mila notifiche dall’Agenzia delle Entrate, molte le contestazioni all’ATS di riferimento da parte di chi ha l’esenzione, chi è stato vaccinato all’estero e chi è finito nella morsa della burocrazia. Avvocato Granara: «Possibile il ricorso al Giudice di pace, ma non conviene»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 27 settembre 2022, sono 615.555.422 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.538.312 i decessi. Ad oggi, oltre 12.25 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata ...
Covid-19, che fare se...?

Se risulto negativo al test ma ho ancora i sintomi posso contagiare gli altri?

Sintomi come febbre e tosse possono durare più della positività al test antigenico rapido. Gli scienziati si stanno interrogando quindi sulla durata della contagiosità. L'ipotesi ...
Covid-19, che fare se...?

Quanto durano i sintomi del Long Covid?

La durata dei sintomi collegati al Long Covid può essere molto variabile: si va da qualche settimana fino anche a 24 mesi