Lavoro 13 Febbraio 2019

Contenziosi, Magi (OMCeO Roma): «Bisogna eliminare cause in tribunale e arrivare a mediazione tra medici e pazienti»

Il presidente dell’Ordine dei Medici di Roma accoglie la proposta di istituire un Arbitrato della Salute e parla dello sportello che ha istituito per dare supporto sia ai medici che ai cittadini: «Così aiutiamo i camici bianchi che vengono denunciati e spieghiamo ai pazienti che ritengono di aver subito un danno se ci sono le condizioni per chiedere un risarcimento»

di Giovanni Cedrone e Giulia Cavalcanti
Immagine articolo

«Il rapporto tra medici e pazienti deve tornare ad essere fisiologico e non patologico». Secondo Antonio Magi, presidente dell’Ordine dei Medici di Roma, è questa una delle priorità che il Sistema sanitario deve porsi. «Bisogna arrivare ad una mediazione tra le parti, bisogna eliminare le cause in tribunale, bisogna riavvicinare medici e pazienti. L’interesse è di tutti e due», prosegue. Per questo Magi ritiene che istituire un Arbitrato della Salute sia una buona idea: «Quella dell’Arbitrato è un’ottima iniziativa, che tranquillizzerebbe molto il medico e ridurrebbe, quindi, il ricorso alla medicina difensiva, molto costosa sia per il paziente che per il Servizio sanitario nazionale».

LEGGI ANCHE: MEDICI NEL MIRINO DELLE DENUNCE: ACCUSATI DI ERRORI CHIRURGICI, DIAGNOSI SBAGLIATE E TERAPIE SCORRETTE

L’OMCeO di Roma, dal canto suo, ha aperto uno sportello di aiuto e supporto sia per i medici che per i pazienti: «È un’iniziativa importante – spiega il presidente dell’Ordine -, che intende da un lato orientare facilmente i cittadini che ritengono di aver subito un danno, facendo loro capire, in modo del tutto gratuito, se ci sono o meno le condizioni per chiedere un risarcimento; dall’altro, supporta anche i medici che vengono denunciati, e che hanno bisogno di qualcuno che gli dica cosa fare per potersi difendere nel migliore dei modi».

«È un modo – prosegue Magi – per salvaguardare entrambe le parti anche da speculazioni di un mercato che sta emergendo adesso. Ma la cosa più importante, è che crea un’interfaccia tra medici e pazienti, che hanno quindi la possibilità di parlare. Inoltre, l’Ordine ha anche contatti diretti con le aziende sanitarie, quindi può interporsi per cercare di trovare una mediazione tra chi fa il contenzioso e la struttura».

L’ideale, tuttavia, sarebbe arrivare ad una prevenzione del rischio più efficace e ad una riduzione dei contenziosi tra le parti. Obiettivi che potrebbero essere raggiunti puntando sulla formazione ECM e l’aggiornamento continuo di medici e professionisti: il medico formato ed in regola con i crediti ECM, infatti, riduce del 40% il rischio di contenziosi: «Fare la formazione è la mission principale dell’Ordine – aggiunge Magi -. La Legge ci obbliga a controllare che i medici siano formati e che abbiano soddisfatto il debito formativo. Mettiamo poi chi non è in regola nelle condizioni di fare formazione ed essere sempre aggiornato, in modo da poter fornire sempre un’ottima sanità al cittadino».

LEGGI ANCHE: FORMAZIONE ECM, CONSULCESI & PARTNERS: «DILIGENZA DEL MEDICO SI MISURA CON AGGIORNAMENTO. CAMICI BIANCHI FORMATI SUBISCONO 40% IN MENO DI CAUSE»

Articoli correlati
Congresso Sumai, Magi: «Assumere specialisti ambulatoriali per risolvere carenza». Sileri apre: «Servono risorse»
 «Ci sono 20mila medici specialisti al di sotto dei 45 anni pronti a entrare nel Servizio sanitario nazionale ai quali si aggiungono altri 34.400 specializzandi. Nei prossimi anni andranno in pensione 52mila medici quindi, facendo i conti, tra specializzandi e specialisti si coprirebbe il turnover».  Questo uno dei passaggi centrali della relazione del Segretario generale del SUMAI Assoprof dal palco del 52° Congresso nazionale apertosi oggi a Gardone Riviera (BS)
Sumai verso il Congresso, Magi: «20mila giovani specialisti pronti a entrare in Ssn»
Al Congresso del sindacato degli specialisti ambulatoriali che si terrà a Gardone Riviera dal 14 al 17 ottobre al centro il tema regionalismo differenziato e della sua compatibilità con l'universalismo del Ssn
Rifiuti, l’allarme dell’Ordine dei Medici: «A Roma si rischia emergenza sanitaria»
«La raccolta dei rifiuti nella Capitale d'Italia si regge, e male, - si legge in una nota l'Ordine dei Medici di Roma - su un fragilissimo equilibrio basato principalmente sulla buona volontà delle Regioni vicine ad accogliere, seppur a caro prezzo, i nostri residui»
Governo, Magi (Omceo Roma): «Bene l’attenzione di Conte sulla sanità, ma serve lo sblocco del turnover»
Intervistato in occasione della fiducia in Senato, il presidente Omceo Roma, Antonio Magi commenta positivamente i programmi per la sanità esposti dal premier Conte e dal ministro della Salute, Roberto Speranza. Critico sull'utilizzo nei non specializzati in corsia, l'appello: «Non abbassare mai la qualità della professione»
Salute, le reazioni del mondo della sanità alle nomine di Sileri e Zampa
Le nomine sono arrivate al termine di un Consiglio dei Ministri lampo, dopo però una settimana di intense trattative. Immediate le reazioni del mondo medico tra cui FNOMCeO, Federfarma e SUMAI
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Cause

Ex specializzandi, Di Amato: «Scorrette le sentenze contrarie basate su prescrizione»

Dal convegno organizzato dall’università Luiss Guido Carli e Sanità Informazione, le ultime novità in tema di inadempimento del diritto UE da parte dell’Italia in ambito sanitario. Parlano i pr...
Università

Test medicina 2019, l’attesa è finita. La graduatoria è online

Il Miur ha pubblicato la graduatoria ufficiale nominativa nazionale e di merito che stabilisce chi ha superato la prova d’accesso ed è riuscito ad accedere alla Facoltà di Medicina. Per i tanti ch...
Salute

Professioni sanitarie, Beux (maxi Ordine): «Dal 1° ottobre possibile iscriversi agli elenchi speciali»

Il Presidente della Federazione degli Ordini TSRM e PSTRP annuncia l’attivazione sul portale della procedura per iscriversi: «I professionisti, iscrivendosi al relativo elenco speciale a esauriment...