Lavoro 2 Agosto 2016

Banche salve con i contributi dei medici? Frenata dell’Enpam

Verso il dietrofront sull’operazione da 100 milioni per investire nel fondo “Atlante 2” che aveva sollevato dubbi e critiche tra sindacati e associazioni. I Giovani Medici del SIGM al Governo: «Ente si focalizzi su assistenza e previdenza»

Immagine articolo

Offerta tecnica non adeguata. Per questo motivo arriva la frenata dell’Enpam su Atlante 2, il fondo di investimento per il salvataggio delle banche italiane in difficoltà. Nello specifico, l’offerta non soddisfaceva la maggiore autonomia gestionale richiesta dall’ente come presupposto essenziale per partecipare all’operazione di salvataggio del sistema bancario, che prevedeva l’investimento di 100 milioni di euro sul totale di 500 milioni chiesti dal governo all’Adepp, l’associazione che rappresenta 19 casse di previdenza sociale.

L’operazione era stata contestata dal fronte dei no, composto da associazioni e sindacati di categoria, uniti nel manifestare il proprio dissenso nei confronti di una operazione ritenuta inopportuna sotto il profilo etico, politico ed economico. Etico perché dal patrimonio delle casse dipende il futuro previdenziale di milioni di professionisti, politico perché l’operazione viene percepita come una ciambella di salvataggio lanciata ad un governo in chiaro affanno, economico perché l’esito è del tutto incerto considerando che, a fronte di un rendimento atteso del 6%, gli enti dovranno farsi carico di sofferenze bancarie il cui recupero è tutt’altro che scontato.

In particolare, SIGM, la principale associazione di riferimento dei Giovani Medici ha ribadito la finalità pubblica dell’ente, invitandolo a occuparsi di «previdenza e assistenza dando pieno valore al suo ruolo» e a non modificare il proprio DNA, evitando il coinvolgimento in una operazione che «può essere pericolosa per il futuro previdenziale dei giovani medici». Sempre con riferimento ai più giovani, considerati categoria più fragile e quindi più bisognosa di tutela, ha inoltre dichiarato: «Per quanto riguarda le giovani generazioni di professionisti iscritti è ancora più difficile comprendere questo scenario poiché la compartecipazione al flusso in entrata di Fondazione ENPAM dei giovani resta elevata in un momento storico dove c’è chi paga contributi previdenziali senza avere acceso e stabilità nel mondo del lavoro. Critica anche la posizione dello SNAMI (Sindacato nazionale autonomo medici italiani) che ha messo in guardia dagli errori del passato, ovvero «i quasi tre miliardi di euro investiti all’epoca della presidenza Parodi in titoli derivati ad alto rischio, che ancora oggi gravano sul bilancio del nostro Ente di previdenza». SMI (Sindacato dei Medici Italiani), dal canto proprio, pur non esprimendo una valutazione in termini economici come le altre due associazioni, ha sollevato la questione politica dicendosi disponibile  a «discutere su una seria e forte iniziativa a sostegno del Paese e per la tutela dei professionisti, soprattutto i medici oberati da una eccessiva pressione fiscale e con i rinnovi contrattuali bloccati da anni» ma decisamente contraria a rendersi complice di quella che ha definito  una «operazione di palazzo, a salvataggio dell’attuale governo e di un sistema bancario malato».

 

Articoli correlati
Enpam, ad aprile adeguamento pensioni: ecco le cifre. Oliveti: «Sempre attenti al costo crescente della vita»
Ci sarà un incremento di 83 centesimi ogni cento euro per le pensioni lorde sino a € 2.198,82 mensili. Oltre questo limite, l’aumento sarà dello 0,55% (pari al 50% dell’indice), cioè 55 centesimi ogni 100 euro
Quota 100, nessuna fuga di medici. Il ministro Grillo rassicura: «Presentate solo 600 domande»
Gli effetti di Quota 100 sul Servizio sanitario nazionale, liste d’attesa, vaccini e digitalizzazione: botta e risposta del ministro della Salute Giulia Grillo intervenuta alla trasmissione 'Coffee Break' su La7
Quota 100, Sottosegretario al Lavoro Durigon (Lega): «Presto nuove assunzioni per gestire uscite nella sanità»
INTERVISTA | L’esponente di Governo della Lega intervenuto all’incontro dell’UDC “Politica e Impresa – Niente trucchi, solo lavoro” risponde ai nostri microfoni ai dubbi del mondo della sanità sull’esodo avviato con i pensionamenti di “Quota 100”
Allarme pensioni, Palermo (Anaao): «Si rischia il caos. Speriamo che aderisca a Quota 100 solo il 25%»
In base alle stime del sindacato, per il combinato disposto di Quota 100 e gobba pensionistica, in tre anni lasceranno il SSN 24mila medici, che si aggiungono all’attuale deficit di 10mila camici bianchi. Il segretario nazionale: «O si assume, o si rischia di chiudere». L’Anaao fornisce anche chiarimenti sul riscatto agevolato della laurea. E sul rinnovo del contratto aggiunge: «Puntiamo su remunerazione del disagio e carriera professionale»
Bilancio 2019, Ufficio Parlamentare di Bilancio: «Rischio tagli sanità per sostituire clausole salvaguardia»
L’organo che ha il compito di valutare il rispetto delle regole di bilancio nazionali ed europee sottolinea: «Pensionamenti anticipati potrebbero far emergere ancora più drammaticamente l’insufficienza di risorse umane per il SSN». Spesa SSN in calo su PIL
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Sanità internazionale

«La sanità si basa sullo sfruttamento infinito e gratuito di medici e professionisti sanitari»

Riuscite a immaginare un idraulico o un avvocato che lavorano il 30% in più senza chiedere ulteriori compensi? In sanità viene dato per scontato
Salute

Anatomia Patologica, viaggio nel laboratorio dove si scoprono i tumori. Virgili (Campus Bio-Medico): «Sanità digitale e I.A. il futuro»

Sanità Informazione è entrata nel laboratorio del Policlinico Campus Bio-Medico di Roma dove vengono analizzati i tessuti: la tecnologia consente precisione e velocità. Il coordinatore Roberto Virg...
Politica

Elezioni europee, ecco gli impegni dei candidati per i medici

Dal presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani ai suoi vice David Sassoli e Fabio Massimo Castaldo, fino al nuovo volto della Lega, l’economista Antonio Maria Rinaldi: le ricette in campo sui ...