Lavoro 18 Aprile 2023 11:39

Aumentare la pensione, riscatto Enpam o Inps? C’è una terza via sicura: l’allineamento dei contributi

Lo strumento a disposizione degli iscritti Enpam consente di allineare i contributi già pagati alla contribuzione più alta versata

Aumentare la pensione, riscatto Enpam o Inps? C’è una terza via sicura: l’allineamento dei contributi

Aumentare l’importo della propria pensione è il desiderio di ogni professionista, per beneficiare il più possibile, e serenamente, di un meritato riposo dopo anni e anni di lavoro. Al di là dei riscatti Enpam o del riscatto agevolato Inps per quanto riguarda il periodo di laurea, la cui comparazione e convenienza resta da valutare caso per caso, esiste un altro modo, ancora poco conosciuto ma molto utile, per ottenere un aumento sostanziale dell’importo pensionistico (e non dell’anzianità contributiva): l’allineamento dei contributi.

L’allineamento dei contributi

Si tratta di uno strumento che Enpam mette a disposizione dei propri iscritti, che consente di allineare i contributi già pagati a una contribuzione più alta versata nei periodi in cui si è lavorato di più e quindi il reddito è stato maggiore, così da ottenere una pensione più cospicua. È importante ricordare che i contributi volontari da riscatto, come quelli ordinari, sono interamente deducibili dalle tasse.

I requisiti

L’iscritto può fare domanda di allineamento se:

  • non ha compiuto l’età per la pensione al momento in cui presenta la domanda;
  • è ancora attivo sul fondo per il quale fa domanda di allineamento;
  • ha maturato un’anzianità contributiva al fondo non inferiore a 5 anni;
  • è in regola con il pagamento di altri riscatti in corso;
  • non ha fatto domanda di pensione d’inabilità assoluta e permanente;
  • non ha rinunciato da meno di 2 anni allo stesso riscatto.

I criteri dell’allineamento

L’allineamento avviene in base al criterio del fondo di appartenenza. Nel caso dei liberi professionisti (Quota B), si allineano i contributi inferiori al contributo più alto dell’ultimo triennio. Mentre per quanto riguarda la Medicina convenzionata e accreditata (assistenza primaria e specialistica ambulatoriale), si allineano i contributi inferiori alla media annua dei contributi versati negli ultimi 36 mesi coperti da contribuzione effettiva.

Come funziona la domanda e il pagamento

La domanda non è vincolante. Una volta ricevuta la proposta da parte degli uffici, l’eventuale accettazione va spedita entro 120 giorni. Trascorso tale termine la proposta decade. I pagamenti possono essere effettuati o in un’unica soluzione tramite bollettino Mav il mese successivo a quello in cui l’accettazione è stata registrata, oppure in rate semestrali, a giugno e a dicembre, tramite Mav spediti per posta dalla Banca popolare di Sondrio. I versamenti sono maggiorati dell’interesse legale in vigore al momento (tasso variabile).

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Advocacy e Associazioni

Patologie dei polmoni, ‘Respiriamo Insieme’: “Una legge ad hoc per il riconoscimento dell’asma grave”

La Presidente Barbaglia: "Necessario assegnare un codice specifico e riconoscere numerose prestazioni fondamentali, al fine di garantire a tutti i pazienti una tempestiva e corretta diagnosi, follow-u...
Contributi e Opinioni

Giornata Infermieri. Testimonianze: “Chi va via, e chi ritorna…”

Rosaria ha accolto l’ordine di servizio arrivato a dicembre 2013. Ad accompagnarlo una frase: “Sono pazienti particolari, si prenda cura di loro”. Era il 2013 e Rosaria da allora non...
Politica

Diabete: presentate al Governo le istanze dei medici e dei pazienti

Dopo aver promosso gli Stati Generali sul Diabete, lo scorso 14 marzo, alla presenza del ministro della Salute, di rappresentanti dell’ISS e di AGENAS, FeSDI, l'Università di Roma Tor Ver...
Advocacy e Associazioni

Malattia renale cronica, Vanacore (ANED): “La diagnosi precoce è un diritto: cambia la storia dei pazienti e il decorso della patologia”

Il Presidente dell’ANED: “Questa patologia, almeno agli esordi, non dà segni di sé, è subdola e silenziosa. I primi sintomi compaiono spesso quando la malattia renale ...