Lavoro 21 Settembre 2021 16:09

Chirurgia, Basile (Sic): «Recuperare il milione di interventi saltati per la pandemia»

Istituito tavolo tecnico al Ministero della salute per recuperare gli interventi chirurgici sospesi durante la pandemia. Il presidente della Società italiana di chirurgia: «Abbiamo bisogno di soluzioni per poter garantire in tempi brevi l’operazione ad ogni paziente»

Chirurgia, Basile (Sic): «Recuperare il milione di interventi saltati per la pandemia»

«Abbiamo calcolato che nel 2020 e ad inizio 2021 sono saltati tra i 400 e i 500mila interventi di chirurgia generale. In totale, per tutte le specialità chirurgiche, siamo a più di un milione di operazioni rinviate». È il professor Francesco Basile, presidente della Società italiana di chirurgia (Sic) a spiegare come la chirurgia abbia pagato care le conseguenze dell’emergenza sanitaria. I cambiamenti organizzativi e l’alto rischio di contagio hanno costretto gli ospedali a modificare la programmazione, annullando molti interventi non indispensabili. Ora i chirurghi hanno ripreso a svolgere la normale attività, ma le liste di attesa si sono ovviamente allungate. E proprio per recuperare gli interventi chirurgici sospesi durante la pandemia è stato istituito un tavolo tecnico al Ministero della salute.

«Aumentare le prestazioni chirurgiche»

«Crescono le richieste ma il personale sanitario è sempre lo stesso. Non è facile recuperare – spiega Basile ai nostri microfoni -. Una delle ipotesi è quella di poter dare un ausilio in più: assumere chirurghi a tempo determinato in modo da poter rispondere ai bisogni dei pazienti senza trascurare il lavoro quotidiano che è sempre gravoso. Già nella primavera 2021 abbiamo attivato progetti di incentivazione al personale medico, infermieristico e anestesiologico per effettuare sedute operatorie in più oltre all’orario di lavoro. Le sedute erano previste solo  per i pazienti in lista d’attesa durante la pandemia – continua -. Abbiamo recuperato un po’ ma i numeri continuano a crescere. Bisogna trovare delle soluzioni per poter garantire in tempi brevi l’intervento chirurgico ad ogni paziente».

«Rafforzare la diagnostica del territorio»

Il tavolo del ministero non si è ancora concluso: si lavora per trovare varie soluzioni e rafforzare la diagnostica del territorio: «Molti pazienti non si sono recati in ospedale per paura e gli esami sono slittati– prosegue Basile -. Ci siamo trovati di fronte persone con situazioni oncologiche avanzate e spesso inoperabili. Dobbiamo aumentare le possibilità diagnostiche sul territorio per evitare che le malattie si aggravino».

E anche di questo si parlerà al 123° Congresso Sic “Il futuro della chirurgia oltre la pandemia– che si svolgerà a Catania dal 26 al 29 settembre: un prezioso momento di incontro e confronto per aggiornarsi, formarsi e parlare dei problemi post Covid-19.

La tecnologia applicata alla chirurgia

«Al congresso Sic, organizzato in presenza e con le massime precauzioni anti Covid-19 – sottolinea Basile – la discussione verterà su tutte le patologie oncologiche che tratta il chirurgo generale, anche quelle benigne che grazie alle nuove tecnologie emergenti vengono trattate con maggiore semplicità, rapidità ed efficacia».

Basile conclude specificando che il congresso sarà articolato su vari simposi e tavole rotonde. Spazio a tutte le discipline chirurgiche e ai migliori chirurghi d’Italia che porteranno la loro esperienza.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Chirurgia bariatrica, crollo di interventi per il Covid. Sicob detta le linee guida per la ripresa
Sono sei milioni gli italiani obesi e 25 milioni in sovrappeso. Foschi (presidente uscente Sicob): «Situazione aggravata dalla pandemia. La chirurgia rappresenta una soluzione anche per ridurre il rischio di contrarre il Covid in maniera grave». L'esperienza di una «ex obesa con il sogno di morire magra»
di Federica Bosco
Scuola in Chirurgia Robotica della Statale di Milano, in un anno raddoppiano studenti e interventi
Bilancio positivo al termine dei primi dodici mesi: 300 interventi a fine 2021, 7 nuovi esperti formati in chirurgia mininvasiva robotica e nuove applicazioni
di Federica Bosco
Ecm, Del Bo (Fnopo): «Formazione determinante, il dovere degli Ordini è verificare aggiornamento degli iscritti»
Il segretario della Federazione degli Ordini delle Ostetriche a Sanità Informazione: «Aggiornarsi, per un professionista, è anche un dovere etico oltre che un obbligo stabilito dalla legge. Il compito dell’Ordine è proprio quello di certificare la qualità del professionista»
Innovazione e continuità, si apre a Montecatini il congresso dei radiologi
Lo sguardo aperto sulle giovani leve della radiologia, l’obiettivo di formare una nuova classe dirigente che sappia coniugare la tradizione di un sindacato di specificità con i nuovi orizzonti aperti dal PNRR, la volontà di andare verso un servizio sanitario comune europeo. E’ un laboratorio di idee e di interscambio il congresso dei radiologi che […]
Giornata mondiale del cuore 2021, nel 2030 i morti saranno 24 milioni l’anno
Il World Heart Day si celebra il 29 settembre di ogni anno. Gli esperti si confrontano su priorità piani e politiche di contrasto alle patologie cardiovascolari
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 18 ottobre, sono 240.692.909 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 4.898.901 i decessi. Ad oggi, oltre 6,61 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Ecm

Formazione ECM, Sileri: «Tre mesi per recuperare trienni passati, poi controlli e sanzioni a irregolari»

Il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri ricorda la scadenza della proroga dei trienni formativi 2014-2016 e 2017-2019 prevista per il 31 dicembre 2021, e chiarisce: «Non ci saranno altre...
Lavoro

Esonero contributivo Enpam, c’è tempo fino al 31 ottobre. Come funziona

Chi può accedere all'esonero contributivo per gli iscritti Enpam che arriva fino a 3mila euro?