Formazione 26 Luglio 2021 12:54

Nella nuova sanità servono nuove professionalità e competenze. Ecco come acquisirle

Il Master in Management delle Aziende Sanitarie di Meliusform offre un percorso formativo multidisciplinare ed esperienziale per acquisire le competenze necessarie nella sanità di domani

Nella nuova sanità servono nuove professionalità e competenze. Ecco come acquisirle

Il Sistema sanitario nazionale sta per attraversare una delle evoluzioni più importanti della sua storia. Ma non solo. È l’intero settore-salute a doversi confrontare con quello che la pandemia continua ad insegnarci. Un settore che comprende quindi non solo ospedali, Asl, IRCCS e policlinici pubblici, ma anche, solo per fare qualche esempio, aziende sanitarie private, centri di ricerca e formazione ed il variegato e complesso mondo delle strutture sanitarie e socio sanitarie gestito direttamente dagli enti ecclesiastici. Una filiera, quella della salute, in grado di offrire lavoro a quasi 2,5 milioni di persone. Parliamo di circa il 10% della forza lavoro nazionale. Ma senza nuove competenze e nuove professionalità all’interno del mondo sanitario e tra quei 2,5 milioni di persone, non c’è riforma strutturale che possa comportare quel cambiamento auspicato da tutti.

Ecco allora che arrivano in soccorso corsi di aggiornamento e master, con l’obiettivo di formare figure professionali in grado di offrire un valore aggiunto all’interno delle aziende in cui operano. Tra questi, spicca il Master in Management delle Aziende Sanitarie di Meliusform, che consente di acquisire competenze di elevato livello per poter incidere in tutti gli ambiti di lavoro delle aziende sanitarie e sociosanitarie: amministrativo, economico, sanitario, giuridico-legale, ecc.

Un Master esperienziale e interdisciplinare

Il Master Meliusform offre infatti la possibilità di confrontarsi con figure professionali in grado di privilegiare un’impronta formativa di carattere esclusivamente esperienziale più che accademico: il percorso formativo offerto infatti è ritagliato su una didattica orientata al problem solving e al decision making, diretto all’analisi di modelli e casi aziendali effettivamente sperimentati in campo sanitario. Senza dimenticare tutte le opportunità di networking che il Master Meliusform è in grado di offrire, sia sotto il profilo relazionale con gli altri allievi che direttamente con il corpo docente, sempre a disposizione per qualsiasi specifica esigenza.

Un percorso quindi interdisciplinare per non trascurare alcun aspetto operativo rilevante: vengono affrontati, nello specifico, i temi che investono la sanità pubblica e privata nel loro complesso, gli aspetti meramente amministrativo-gestionali, le tematiche fondamentali, quanto attuali, relative alla epidemiologia e alla promozione della salute, fino ad arrivare alla gestione del rischio clinico, del marketing, del sistema qualità e delle risorse umane, per concludersi con un’intera sezione dedicata alla tecnologia al servizio della sanità.

Anche i singoli moduli sono organizzati temporalmente nel rispetto di una consecutio logica appositamente studiata e mirata ad un percorso lineare ed organico nella diffusione dei suoi contenuti. Così come la faculty, composta da professionisti con esperienze eterogenee ed ultradecennali in ambito sanitario, sia nel pubblico che nel privato, garantisce i massimi livelli di professionalità.

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Ogni anno i medici regalano all’azienda 10 milioni di ore di straordinario e 5 di ferie arretrate. Il report Anaao
Complice la pandemia e la cronica carenza di personale, i diritti dei medici e dirigenti sanitari vengono sempre meno rispettati e nel 64,2% dei casi le ore in eccedenza non vengono neppure pagate
Covid, con primi stop ai sanitari non vaccinati rischio buchi in reparti
Sternativo (Fials Milano): «Solo quando il datore di lavoro è impossibilitato all'assegnazione dell'operatore non vaccinato a mansioni diverse è tenuto a dare avvio al periodo di sospensione»
Effetto Covid, per i medici fino al 25% di guadagni in meno e aumento spese per assicurazioni
Secondo il primo rapporto Univadis Medscape in Italia, i medici hanno speso in media 1.200 euro per Dpi e 6 su 10 hanno deciso di stipulare un’assicurazione integrativa
Sanità e rischio informatico: 1 struttura su 4 ha ricevuto cyberattacchi
Infrastrutture e normativa sono all’altezza della sfida ma gli operatori non conoscono i rischi del digitale: la formazione del personale è il vulnus degli attacchi hacker
Emergenza turni massacranti, Tortorella (Consulcesi): «Sommersi da segnalazioni, via alle diffide»
Massimo Tortorella, presidente di Consulcesi: «Siamo stati sommersi da richieste di segnalazioni di medici e operatori sanitari che lavorano più di quanto dovrebbero senza alcun riconoscimento. I turni massacranti lasciano il segno, è il momento di far valere le proprie ragioni così come previsto dalla normativa Ue 2003/88/CE»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 16 settembre, sono 226.391.916 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 4.659.920 i decessi. Ad oggi, oltre 5,78 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Salute

Aumentano i contagi tra i sanitari: 600% in più in un mese, l’84% sono infermieri

La presidente FNOPI Mangiacavalli interpreta i dati dell'ISS. Anche nel Regno Unito gli studi confermano che la protezione dall'infezione si riduce dopo 5 mesi dalla seconda dose per Pfizer e AstraZen...
Covid-19, che fare se...?

Chi ha diritto alla certificazione di esenzione dal vaccino anti Covid-19?

Il vademecum della SIMG, in collaborazione con ministero della Salute e Istituto Superiore di Sanità, sui casi particolari in cui la vaccinazione contro il Covid-19 è controindicata o ri...