Formazione 23 Gennaio 2017 14:16

ECM, con la Medicina Non Convenzionale i medici “guadagnano” 4 crediti formativi

Tra gli italiani aumenta la richiesta di terapie legate alla medicina alternativa. In questa ottica i corsi di agopuntura, fitoterapia o omeopatia garantiranno agli operatori sanitari 4 crediti per mese di frequenza

Novità in vista per la formazione continua dei professionisti sanitari. Con l’ingresso del nuovo anno la formazione in agopuntura, fitoterapia o omeopatia garantirà a coloro che decidono di formarsi in queste discipline, il riconoscimento dell’esonero dall’obbligo formativo ECM. Il 17 gennaio 2017, infatti, la Commissione Nazionale per la Formazione Continua ha reso noto che, nella riunione che si è tenuta il 4 novembre 2016, è stato approvato il riconoscimento dell’esonero dall’obbligo formativo ECM ai chirurghi, odontoiatri, medici veterinari e farmacisti che frequentano corsi di medicina non convenzionale, previsti dall’Accordo Stato-Regioni del 5 novembre 2009.

L’Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali (Age.na.s.) ha spiegato che «i corsi di formazione accreditati ai sensi di tale accordo tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, concernente i criteri e le modalità per la certificazione di qualità della formazione e dell’esercizio dell’agopuntura, della fitoterapia, dell’omeopatia, soddisfano i requisiti necessari per integrare le fattispecie di esonero di cui al paragrafo 1 della determina della Commissione nazionale per la formazione continua del 17 luglio 2013, in materia di esoneri, esenzioni, tutoraggio individuale, formazione all’estero, auto-apprendimento».

Dunque è stato deciso di riconoscere tale esonero legato alla formazione in Medicina Non Convenzionale, nella misura di 4 crediti per mese di frequenza ai professionisti sanitari che partecipano a corsi di formazione. Le Medicine Non Convenzionali (MNC) sono state riconosciute nel 2002, in considerazione del loro rilievo sociale, dal Consiglio Nazionale della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici e Odontoiatri (FNOMCeO), in seguito alle conclusioni dedotte dal Parlamento Europeo (1997) e dal Consiglio d’Europa (1999).

L’uso del termine “Non-Convenzionale” è determinato dal fatto che tali discipline non sono previste nel piano di studi obbligatorio del Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia in Italia. Agopuntura, fitoterapia e omeopatia rientrano per eccellenza nella categoria ‘Non Convenzionale’ e la loro richiesta in Italia è in continuo aumento. Infatti la stima di cittadini che si rivolgono a questo genere di soluzioni è in ascesa e attualmente sfiora una quota del 15 per cento su tutto il territorio nazionale.

Articoli correlati
Indagine Agenas, in pandemia dimezzati i ricoveri programmati
Mammografie ridotte del 30% su base nazionale, che arrivano al 40% in Sardegna e Calabria e al 37% nella PA di Trento. Calo del 22% dei ricoveri per ictus ischemico, in Valle d'Aosta si arriva a -54% e quasi -50% in Molise. I dati di "resilienza" del Ssn raccolti da Agenas
La frequenza di un evento all’estero, non accreditato in Italia, dà crediti validi nel sistema nazionale?
Per gli eventi non accreditati in Italia è possibile fare richiesta di riconoscimento dei crediti secondo quanto stabilito al paragrafo 3.4 (Formazione individuale all’estero) del Manuale sulla formazione continua del professionista sanitario.
Decreto Covid, la delusione di medici e professionisti sanitari. Anelli (FNOMCeO): «Tutela insufficiente»
Il Ministro Speranza esprime soddisfazione per il DL e ribadisce «l’impegno di tutto il governo a lavorare, in sede di conversione del decreto, ad una protezione legale per il personale sanitario impegnato nell’emergenza»
ECM: GIFES-Federcongressi&eventi e Formazione nella Sanità firmano il protocollo di intesa
GIFES, l’unità operativa di Federcongressi&eventi, dedicata all’Educazione Continua in Medicina, e l’associazione Formazione nella Sanità hanno firmato il protocollo di intesa che le vedrà collaborare con azioni congiunte per sostenere le attività dei Provider ECM
Quali criteri deve adottare il Provider in riferimento alla sponsorizzazione commerciale?
Gli eventi possono essere sponsorizzati, mediante apposito contratto, da imprese commerciali operanti anche in ambito sanitario purché ciò non influenzi i contenuti formativi dell’evento. Non è consentito indicare lo sponsor commerciale nell’esposizione dei contenuti formativi, se non indicando il logo dello Sponsor prima dell’inizio e dopo il termine dell’evento. Lo sponsor può essere coinvolto nella […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 12 aprile, sono 136.063.656 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 2.937.096 i decessi. Ad oggi, oltre 773,55 milioni di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata ...
Salute

Vaccini, mai più dosi avanzate: come funzionano le “liste di sostituti” in Lombardia, Lazio e Campania

Le chiamano "panchine", sono le liste straordinarie che le Regioni utilizzano per ottimizzare le dosi dopo l'ordinanza di Figliuolo. Ma chi rientra tra coloro che verranno contattati?
di Federica Bosco e Gloria Frezza
Salute

Terapia domiciliare anti-Covid, guida all’uso dei farmaci

Antivirali, antitrombotici, antibiotici e cortisone: facciamo chiarezza con gli esperti della SIMG (Società Italiana di Medicina Generale) ed il dirigente medico in Medicina Interna presso l&rs...