Formazione 11 Ottobre 2021 15:13

La formazione all’ “americana” dell’Associazione Ortopedici e Traumatologi Ospedalieri

Il presidente Caiaffa: «Per specializzandi del terzo e quarto anno e per medici chirurghi già formati si lavora sulla pratica con Boot Camp, Master Week e iniziative itineranti»

di Federica Bosco
La formazione all’ “americana” dell’Associazione Ortopedici e Traumatologi Ospedalieri

Oltre alla teoria, molta pratica sul campo. È questa la mission di O.T.O.D.I. (Associazione di Ortopedici e Traumatologi Ospedalieri d’Italia), che ha deciso di puntare sulla formazione di ortopedici e traumatologi ospedalieri affinché siano pronti ad entrare in sala operatoria al termine del percorso formativo. Con questa idea, in linea con i percorsi universitari di altri Paesi come Stati Uniti e Francia, O.T.O.D.I. ha deciso di puntare su una formazione basata su boot camp, pratica in sala operatoria, viaggi on the road e campus.

«L’80% dei medici che esce dalla scuola di specializzazione va a lavorare nelle strutture ospedaliere e vista la grande necessità di avere ortopedici già pronti, ci siamo attivati per offrire a chirurghi ortopedici e a studenti del terzo e quarto anno di specializzazione un’attività sul campo», ha dichiarato Vincenzo Caiaffa, presidente nazionale O.T.O.D.I. a margine della tredicesima edizione del Trauma Meeting tenutosi a Riccione nei giorni scorsi e che ha visto l’associazione ortopedici e traumatologi ospedalieri dedicare due giornate alla formazione di centinaia di specializzandi provenienti da tutta Italia.

«La formazione operativa, che inizia dopo quella universitaria e la completa, non può passare dall’iniziativa del singolo primario che decide di formare i giovani in una data struttura, ma deve essere un’attività coordinata a livello generale», ha aggiunto Caiaffa per spiegare le ragioni della scelta innovativa di O.T.O.D.I.

Ortopedia e traumatologia dalla teoria alla pratica

Secondo le stime degli esperti, nel corso della vita, circa il 40% della popolazione mondiale incorre in una frattura di femore, vertebra o polso, nella maggior parte dei casi dopo i 65 anni a causa della fragilità ossea dovuta all’osteoporosi. Le fratture da traumi, invece, interessano in modo trasversale tutta la popolazione dai giovani agli anziani. È evidente che una formazione teorico pratica adeguata sia fondamentale per offrire al sistema sanitario nazionale professionisti già preparati ad affrontare la sala operatoria. Oggi in Italia la formazione consegna giovani medici preparati nella teoria, ma non pronti ad esercitare la professione, con la conseguenza che per affermarsi e diventare primari occorrono anche vent’anni. «Per poter garantire professionisti in grado di entrare in sala operatoria nel minor tempo possibile è necessaria una pratica continua – ha aggiunto – per questo abbiamo deciso di rafforzare la formazione post universitaria in modo inedito, unico in Italia».

Boot Camp e Master Week

Ogni anno l’associazione organizza veri e propri Boot Camp, simili a quelli organizzati negli USA a cui partecipano centinaia di specializzandi e medici chirurghi già formati, dove si spiega loro come operare nei vari casi di fratture e lesioni più complesse. Agli studenti più meritevoli vengono assegnate delle borse di studio. «Alle lezioni frontali si alternano corsi su tavoli operatori, con ossa sintetiche o porzioni di cadavere – ha sottolineato il presidente – che in sede universitaria non è sempre possibile attuare. Un piano di formazione strutturato che prevede anche una parte di esercitazione che per i medici fa curriculum ed esperienza».

Ad affiancare gli specializzandi e i giovani medici chirurghi nella formazione pratica sono 500 professionisti selezionati da O.T.O.D.I. tra esperti italiani e stranieri.

A febbraio 2022 si terrà a Verona la Master Week, una settimana in cui medici e specializzandi potranno esercitarsi in tecniche di osteosintesi per imparare a gestire casi complessi. Ad aprile sarà la volta dell’Orthopedic Italian Trauma Spring Boot Camp organizzato a Castellaneta Marina (TA) e dedicato agli studenti del quarto anno della scuola di specializzazione.

A completamento dell’offerta, c’è la formazione itinerante, con tanto di furgoncino targato O.T.O.D.I On The Road, che raggiunge le varie sedi locali per la formazione.

 

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Ecm, sanzioni e via l’Iva sui corsi
di Roberto Carlo Rossi Presidente Omceo Milano
di Roberto Carlo Rossi Presidente Omceo Milano
Farmacisti ed ECM, Leopardi (Utifar): «Formazione fondamentale ma servirebbero più controlli»
Il Presidente di Federfarma Lazio e di Utifar spiega a Sanità Informazione il ruolo importantissimo dell’aggiornamento continuo per la professione: «Ancora qualche collega non in regola ma con avvicinarsi della scadenza ci sarà un rush finale»
Formazione continua, Rasi: «Doverosa per stare al passo della medicina»
«La missione e la credibilità di medici e professionisti sanitari sono troppo importanti, non possono restare indietro»
Scuola in Chirurgia Robotica della Statale di Milano, in un anno raddoppiano studenti e interventi
Bilancio positivo al termine dei primi dodici mesi: 300 interventi a fine 2021, 7 nuovi esperti formati in chirurgia mininvasiva robotica e nuove applicazioni
di Federica Bosco
Ecm, Del Bo (Fnopo): «Formazione determinante, il dovere degli Ordini è verificare aggiornamento degli iscritti»
Il segretario della Federazione degli Ordini delle Ostetriche a Sanità Informazione: «Aggiornarsi, per un professionista, è anche un dovere etico oltre che un obbligo stabilito dalla legge. Il compito dell’Ordine è proprio quello di certificare la qualità del professionista»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 15 ottobre, sono 239.611.288 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 4.882.126 i decessi. Ad oggi, oltre 6,57 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Ecm

Formazione ECM, Sileri: «Tre mesi per recuperare trienni passati, poi controlli e sanzioni a irregolari»

Il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri ricorda la scadenza della proroga dei trienni formativi 2014-2016 e 2017-2019 prevista per il 31 dicembre 2021, e chiarisce: «Non ci saranno altre...
Lavoro

Esonero contributivo Enpam, c’è tempo fino al 31 ottobre. Come funziona

Chi può accedere all'esonero contributivo per gli iscritti Enpam che arriva fino a 3mila euro?