Formazione 4 Ottobre 2018 10:30

Chirurgia robotica, a Milano la formazione è mondiale grazie al Senhance Customer Experience Center

In poco meno di due anni 200 chirurghi provenienti da tutto il mondo hanno visitato il centro della società americana Transenterix, l’unico in Europa, per approfondire la conoscenza dei vantaggi della laparoscopia digitale

Chirurgia robotica, a Milano la formazione è mondiale grazie al Senhance Customer Experience Center

Sono stati più di duecento, in meno di due anni, i chirurghi provenienti da tutto il mondo che hanno visitato il Senhance Customer Experience Center (CEC) di Milano. L’unico centro di formazione della società statunitense Transenterix in Europa ha infatti ospitato, da gennaio 2017 ad agosto 2018, 33 sessioni di training e 143 chirurghi da 64 Paesi che hanno potuto approfondire la conoscenza dei vantaggi offerti dalla laparoscopia digitale e, in particolare, conoscere le potenzialità di Senhance, il secondo robot chirurgico della storia a beneficiare dell’approvazione della Food and Drug Administration statunitense per la commercializzazione nel Paese.

Completamente made in Italy, il dispositivo per la laparoscopia digitalmente assistita, acquisito tre anni fa da Transenterix, è capace di trasmettere al chirurgo una risposta tattile che incide favorevolmente su mini-invasività e sicurezza della laparoscopia; le braccia robotiche indipendenti tra loro garantiscono versatilità ed è dotato di tecnologia “eye tracking”, che permette al chirurgo di comandare la telecamera con il solo movimento degli occhi, grazie alla lettura del moto pupillare da parte di raggi infrarossi. «Uno strumento che sta rivoluzionando l’attuale idea di chirurgia robotica», ha scritto in una nota la società.

«La scelta di Milano come sede del nostro centro di formazione – spiega Wouter Donders, general manager Europe Transenterix – si è dimostrata vincente. Cresce l’interesse internazionale verso uno strumento, come Senhance, che contribuisce a rendere sempre più sicuri e precisi gli interventi di laparoscopia. Senhance rappresenta un’importante innovazione nell’ambito della chirurgia robotica. Il feedback tattile e il controllo oculare dell’endoscopio, oltre all’uso di strumenti di 3 mm, invece dei 5 mm tipici della strumentazione per la laparoscopia tradizionale, rappresentano i punti di forza di un sistema sempre più apprezzato dai chirurghi».

LEGGI ANCHE: CHIRURGIA ROBOTICA, CON IL 100ESIMO ROBOT DA VINCI ITALIA AL TOP IN EUROPA. UTILIZZO SEMPRE PIU DIFFUSO IN UROLOGIA

Articoli correlati
Tumore alla prostata: più casi ma meno decessi, il libro bianco di Fondazione Onda aiuta a capire il perché
Con 37 mila nuove diagnosi l’anno il cancro alla prostata rappresenta il 19% di tutti i tumori diagnosticati nella popolazione maschile italiana. Sorveglianza attiva, chirurgia robotica e radioterapia di precisione, oltre a cure sempre più personalizzate, permettono di gestire la malattia. In futuro si punta sulle terapie ormonali
Chirurgia robotica. Arcuri (Gemelli): «Puntare sugli studi che ne dimostrino la validità e ne giustifichino l’impiego nel Ssn»
A 20 anni dai primi prototipi, la diffusione, in Italia, è a macchia di leopardo. Il Gemelli e il Sant’Orsola hanno ideato una piattaforma di chirurgica robotica condivisa per indagare gli aspetti organizzativi ed economici ed offrire formazione innovativa alle nuove generazioni
di Isabella Faggiano
La chirurgia robotica per protesi compie 10 anni
Piergiuseppe Perazzini, primo chirurgo ad aver portato la tecnica in Italia: «Era il 27 gennaio 2011 e il primo intervento venne fatto al ginocchio. In dieci anni abbiamo prodotto numeri, perfezionato tecnologie e permesso di raggiungere traguardi importanti. Il futuro? Adottare questa tecnica per tutte le articolazioni umane»
di Federica Bosco
Chirurgia robotica, all’Hesperia di Modena asportato un tumore alla vescica in collegamento con gli Usa
Il professor Ferrari, direttore del dipartimento di Urologia, elogia il robot Da Vinci ma avverte gli studenti: «Non dimenticate il fattore umano»
di Federica Bosco
Scuola di chirurgia robotica, al via il primo corso dell’Università Statale all’Ospedale San Paolo di Milano
Il professor Paolo Pietro Bianchi direttore della Chirurgia 1: «Precisione e sicurezza con un sistema a doppia consolle, molto simile a quello delle scuole guida. Il chirurgo senior è in grado di bloccare o attivare gli strumenti che il chirurgo più giovane sta utilizzando in ogni momento dell’intervento»
di Federica Bosco
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Politica

Liste d’attesa: nel decreto per abbatterle c’è anche la Carta dei diritti dei cittadini

Il Cup dovrà attivare un sistema di “Recall”. Il paziente che non si presenterà alla visita senza disdirla dovrà pagare la prestazione. Cambiano le tariffe orarie per ...
Politica

Liste di attesa addio? La risposta del Consiglio dei Ministri in due provvedimenti

Ieri il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente, Giorgia Meloni, e del Ministro della salute, Orazio Schillaci, ha approvato due provvedimenti, un decreto-legge e un disegno di legge, che i...
Salute

Tumori: boom di casi nei paesi occidentali. Cinieri (Aiom): “Prevenzione attiva per ridurre carico della malattia”

Nel 2024 negli USA, per la prima volta nella storia, si supera la soglia di 2 milioni di casi di tumore. Una crescita importante, comune a tutti i Paesi occidentali. Per Saverio Cinieri, presidente di...