Formazione 20 Febbraio 2020 14:20

Caos Cogeaps, Lorenzin: «Presenterò interrogazione parlamentare». E sulla riforma Ecm: «Partecipino anche i provider»

L’ex ministro della Salute si dice preoccupata per la paralisi che ha colpito il Consorzio e ritiene che anche il Parlamento debba essere informato sulla riforma dell’Educazione continua in medicina

Caos Cogeaps, Lorenzin: «Presenterò interrogazione parlamentare». E sulla riforma Ecm: «Partecipino anche i provider»

Un’interrogazione parlamentare per far luce su cosa sta accadendo in casa Cogeaps. Ad annunciarla è Beatrice Lorenzin, deputata del Partito democratico ed ex ministro della Salute, che vuole vederci chiaro sui motivi che, da diversi mesi, impediscono al Consorzio gestione anagrafica professioni sanitarie di stare al passo con l’aggiornamento delle posizioni di medici e professionisti sanitari relative all’acquisizione dei crediti formativi Ecm. Una paralisi del sistema causata, a quanto pare, dall’enorme numero di richieste pervenute negli ultimi mesi e che viene annoverata dalla Commissione nazionale Ecm tra le principali motivazioni che l’hanno spinta a prorogare di un anno il triennio formativo 2017-2019.

«Quello che sta accadendo ci preoccupa – ha detto la Lorenzin ai nostri microfoni – e presenterò quindi un’interrogazione formale al ministro della Salute Speranza per capire come si è mossa in questi mesi e cosa intende fare l’Agenas (l’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali). E poi – ha aggiunto l’Onorevole – vorrei un po’ più di chiarezza sul processo decisionale in corso che riguarda il futuro dell’Ecm».

Alla fine dello scorso anno infatti la Commissione nazionale che si occupa dell’Educazione continua in medicina ha deciso di intraprendere un percorso annuale di riforma dell’Ecm. «Non ne sappiamo molto di questo processo – ha dichiarato l’ex Ministro – quindi credo che il Parlamento debba essere informato di quanto sta avvenendo. D’altra parte ritengo che anche i provider, che sono i soggetti che effettivamente poi erogano la formazione, debbano sedere al tavolo per disegnare un progetto di riforma che abbia come obiettivo quello che auspichiamo tutti: che l’Ecm funzioni meglio».

Un tema, quello della formazione continua, che sta particolarmente a cuore alla Lorenzin, perché «la medicina cambia in continuazione ed è giusto e doveroso che chi opera sia sempre al passo delle innovazioni e delle nuove best practice». E le nuove tecnologie possono essere di grande aiuto per l’aggiornamento continuo dei medici: «Le simulazioni sono ormai alla base della formazione medica – ha commentato la Lorenzin – e la realtà aumentata consente di fare un ulteriore passo in avanti. Non soltanto nella formazione, ma anche nella terapia. Basti immaginare cosa accadrà nei prossimi mesi grazie al 5G: un medico o un operatore sanitario che si trovino in una città potranno essere presenti ad un intervento che viene fatto a migliaia di chilometri. Le distanze si annulleranno in tempo reale, e questo avrà delle ripercussioni molto importanti sulla formazione, consentendo a chiunque, ovunque si trovi, di avere accesso alla migliore formazione sanitaria possibile, e sul modo stesso di fare medicina. Renderebbe possibile l’accesso ai servizi di eccellenza e alle migliori risorse umane anche a chi si trova nelle aree rurali, nelle aree montane e, volendo spostare un po’ lo sguardo, anche nei Paesi del terzo mondo. Potrebbe essere una vera rivoluzione», conclude l’onorevole Lorenzin.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SANITÀ INFORMAZIONE PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO

Articoli correlati
Covid: terapia domiciliare fondamentale, no a cortisone e antibiotici
Nel corso di formazione professionale ECM di Consulcesi “La gestione del paziente Covid-19 nel contesto domiciliare” tutte le informazioni più aggiornate con la consulenza di Emanuele Nicastri, direttore malattie infettive Istituto Spallanzani di Roma
Come posso controllare i miei crediti?
L’anagrafe dei crediti di ogni professionista sanitario è gestita dal Co.Ge.A.P.S., l’ente preposto alla certificazione dei crediti ECM. È possibile iscriversi all’anagrafe Co.Ge.A.P.S. tramite il portale http://wp.cogeaps.it/ .
Covid: con pandemia aumentano allergie da ‘interni’
Gli acari i principali nemici. I rimedi degli esperti per rimuoverli
Quali sono le professioni destinatarie degli eventi inerenti le Pratiche e Medicine non convenzionali?
La Commissione nazionale per la formazione continua, nel corso della riunione del 26 ottobre u.s., ha approvato una delibera inerente le “Pratiche e Medicine non convenzionali”. Gli eventi formativi che riguardano pratiche e medicine non convenzionali, di cui alla vigente normativa, possono essere accreditati solo se prevedono nel programma contenuti tecnico-scientifici basati su prove di […]
Da Nassirya a Roma in tempo reale: con la video chirurgia a distanza è possibile entrare nelle sale operatorie di tutto il mondo
Durante il webinar di Emergenza Sorrisi, organizzato dal provider ECM Sanità In-Formazione spa, è stato trasmesso in diretta web dall’Iraq, attraverso un caschetto dotato di videocamera ad altissima risoluzione, un intervento di labioschisi ad un bimbo di 2 anni
di Isabella Faggiano
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 7 maggio, sono 156.080.676 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.256.425 i decessi. Ad oggi, oltre 1,22 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&n...
Voci della Sanità

Terapia domiciliare Covid, Ministero ricorre al Consiglio di Stato. Il Comitato: «Ricorso in appello va contro voto del Senato»

«Chiediamo al Ministro della Salute Speranza delucidazioni in merito alla decisione di ricorrere in Appello, alla luce dell’opposto indirizzo votato dal Senato» scrive in una nota Er...
Salute

Vaccini e rischi, Peyvandi (EMA): «No ad eparina o aspirina prima dell’inoculazione»

Le raccomandazioni di Flora Peyvandi del comitato scientifico dell’Agenzia: «Non bisogna neppure sospendere la pillola anticoncezionale»
di Federica Bosco