Federfarma 18 Giugno 2019

Approvato il Codice etico: massima trasparenza e correttezza nei rapporti tra i componenti della Federazione

del Consiglio di Presidenza di Federfarma

Per improntare alla massima trasparenza possibile e al rispetto di modelli di comportamento eticamente corretti i rapporti tra i suoi componenti, Federfarma presenta un codice di autoregolamentazione. Come riportato dal sito di Federfarma, il Codice Etico, che non deriva da vincoli o previsioni statutarie, è stato definito ed approvato dal Consiglio di Presidenza il 29 maggio.

Nell’art.1 del Codice, tra i doveri dei componenti del Consiglio di Presidenza, si legge che i suddetti si impegnano a «mantenere un comportamento ispirato ai principi di correttezza, autonomia, integrità, moralità, lealtà, imparzialità e senso di responsabilità nei confronti della base associativa e delle istituzioni, assicurando il rispetto delle procedure democratiche e del pluralismo delle idee e degli interessi». Si impegnano, inoltre, a «non ricevere compensi per la partecipazione a iniziative o attività organizzate da soggetti che forniscono beni e servizi alle singole farmacie, ovvero a Federfarma in tutte le sue articolazioni» e a «non divulgare all’esterno informazioni di carattere riservato di cui siano venuti a conoscenza nello svolgimento del proprio mandato».

LEGGI ANCHE: FARMA&FRIENDS, ALLA QUINTA EDIZIONE RACCOLTI 65MILA EURO. CONTARINA (FEDERFARMA ROMA): «REGALEREMO STRUMENTAZIONE AD OSPEDALE OFTALMICO»

Proprio in quanto Codice di Autoregolamentazione risulta impegnativo solo per i componenti del Consiglio di Presidenza e non necessita di essere sottoposto all’esame e alla valutazione di altri Organi federali. Nonostante ciò, il Consiglio ritiene che il documento possa rappresentare un ulteriore strumento di trasparenza che si aggiunge ed integra altri strumenti previsti statutariamente quale il regolamento sul conflitto di interessi, approvato dal Consiglio delle Regioni e ratificato dalla Assemblea che rimane quindi strumento pienamente vigente ed operante.
In merito ai doveri dei componenti del Consiglio di Presidenza designati a far parte di organismi esterni alla Federazione, secondo il Codice etico, si impegnano tra l’altro a «svolgere il proprio mandato nell’interesse dell’ente presso cui sono stati designati e nel rispetto delle linee di indirizzo fornite dalla Federazione, senza avvalersene per vantaggi diretti o indiretti a se stessi o a terzi»; a «rimettere il mandato ogni qualvolta si presentino cause di incompatibilità o impossibilità ad una partecipazione continuativa, o comunque su richiesta opportunamente motivata del Consiglio di Presidenza».

Con l’obiettivo di diffonderne i principi ed ampliarne gli ambiti applicativi, il Codice è stato trasmesso alle Organizzazioni e, in conclusione, il Consiglio auspica che tale codice di autoregolamentazione possa trovare generale applicazione da parte di tutte le componenti della categoria.

Articoli correlati
Federfarma-Sunifar e Uncem al lavoro per i nuovi servizi nelle farmacie rurali
L’associazione delle Farmacie rurali (Federfarma Sunifar) e Uncem (Unione Nazionale Comuni Comunità Enti Montani) hanno avviato il lavoro per costruire nuovi servizi e opportunità da portare nelle farmacie, a beneficio di tutti i cittadini. Del tavolo, costituito ai sensi del protocollo firmato dalle due Associazioni, fanno parte i presidenti Silvia Pagliacci e Marco Bussone, insieme […]
Salute, le reazioni del mondo della sanità alle nomine di Sileri e Zampa
Le nomine sono arrivate al termine di un Consiglio dei Ministri lampo, dopo però una settimana di intense trattative. Immediate le reazioni del mondo medico tra cui FNOMCeO, Federfarma e SUMAI
Auguri al neoministro Speranza e al nuovo Governo
“Al neoministro della Salute Roberto Speranza le mie più vive congratulazioni e auguri di buon lavoro. Le sfide da affrontare per salvaguardare la sostenibilità e l’efficienza del Servizio sanitario nazionale, da una parte, e il ruolo svolto dalle farmacie sul territorio, dall’altra, sono molte: dal rinnovo della Convenzione – che deve essere portato a compimento, […]
di Marco Cossolo - Presidente Federfarma
“Farmacia Aperta”, la App di Federfarma Lombardia per trovare e raggiungere la farmacia più vicina
Racca (Federfarma Lombardia): «Presto, attraverso la stessa App, sarà possibile individuare tutti i servizi disponibili presso le varie farmacie nelle nostre vicinanze. Auspico che questa tecnologia possa essere usata anche in altre Regioni d’Italia, ponendo le basi per un’applicazione su scala nazionale»
di Isabella Faggiano
Farmaci contraffatti, quel business che fa gola alle mafie. Il 70% dei medicinali ‘tarocchi’ è venduto sul web
Un’indagine della rivista Il Salvagente traccia un quadro preoccupante del fenomeno alla luce di recenti fatti di cronaca: secondo l’Oms un farmaco su dieci in commercio è falso. Da febbraio in vigore il nuovo sistema europeo di contrasto alla contraffazione farmaceutica basato sull’apposizione di un codice identificativo univoco a barre bidimensionale
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Cause

Ex specializzandi, Di Amato: «Scorrette le sentenze contrarie basate su prescrizione»

Dal convegno organizzato dall’università Luiss Guido Carli e Sanità Informazione, le ultime novità in tema di inadempimento del diritto UE da parte dell’Italia in ambito sanitario. Parlano i pr...
Università

Test medicina 2019, l’attesa è finita. La graduatoria è online

Il Miur ha pubblicato la graduatoria ufficiale nominativa nazionale e di merito che stabilisce chi ha superato la prova d’accesso ed è riuscito ad accedere alla Facoltà di Medicina. Per i tanti ch...
Salute

Professioni sanitarie, Beux (maxi Ordine): «Dal 1° ottobre possibile iscriversi agli elenchi speciali»

Il Presidente della Federazione degli Ordini TSRM e PSTRP annuncia l’attivazione sul portale della procedura per iscriversi: «I professionisti, iscrivendosi al relativo elenco speciale a esauriment...