Ambiente 16 Giugno 2023 14:18

Dagli interferenti endocrini disturbi cognitivi che si tramandano in generazioni future

Lo studio condotto dall’Università del Texas e presentato in occasione del meeting annuale della Endocrine Society a Chicago – Illinois

Dagli interferenti endocrini disturbi cognitivi che si tramandano in generazioni future

Alcune sostanze chimiche chiamate interferenti endocrini, come i bifenili policlorurati (PCB), possono essere la causa di disturbi cognitivi che si tramandano di generazione in generazione. A dimostrarlo è uno studio condotto dall’Università del Texas e presentato in occasione del meeting annuale della Endocrine Society a Chicago, Illinois. I PCB possono imitare l’effetto degli estrogeni sul corpo, contribuendo a una varietà di problemi neuroendocrini, metabolici e riproduttivi. «Le sostanze chimiche che alterano il sistema endocrino presenti nel nostro cibo, aria, acqua e prodotti personali possono causare disturbi cognitivo-comportamentali come il disturbo da deficit di attenzione/iperattività o obesità nelle generazioni future», sottolinea Emily N. Hilz, ricercatrice dell’Università del Texas.

Gli interferenti endocrini possono avere un impatto sui figli e ui nipoti

Nello studio i ricercatori hanno somministrato una comune miscela di PCB, chiamata Aroclor 1221, a femmine di ratto gravide. Gli animali – 40 adulti, 80 figli e 80 nipoti – sono stati sottoposti a una serie di test per valutare il comportamento nella ricerca del piacere, la capacità di prestare attenzione e la flessibilità cognitiva. «I nipoti dei ratti esposti agli interferenti endocrini durante la gravidanza hanno ottenuto risultati significativamente peggiori in questi compiti, mostrando una funzione cognitiva compromessa e una maggiore ricerca del piacere», dice Hilz. «Questo suggerisce che gli interferenti endocrini programmano potenziali disturbi cognitivi o problemi comportamentali che emergono solo nelle generazioni successive», aggiunge.

Gli effetti sono evidenti sul comportamento e sulla capacità di apprendimento

Scopri se l’Aria che respiri è Pulita

Scopri se puoi aderire all’Azione Legale Collettiva e unisciti a noi. Ti aiutiamo a ottenere un risarcimento per gli anni in cui hai vissuto in città inquinate.

Dai risultati dei test sulla preferenza al saccarosio, i nipoti dei ratti esposti alla miscela di PCB erano più interessati a mangiare per piacere. Mentre tutti gli animali testati preferivano la soluzione di saccarosio, i nipoti delle madri esposte alla miscela di PCB consumavano più soluzione. Gli stessi ratti avevano una ridotta capacità di passare da un’attività all’altra o di apprendere nuove regole. Tuttavia, solo i nipoti maschi mostravano comportamenti assimilabili a disturbi come l’ADHD negli esseri umani. La miscela di PCB ha compromesso diversi aspetti del comportamento cognitivo tra ratti maschi e femmine, a seconda della fase della vita in cui sono stati esposti. Non è ancora chiaro quali meccanismi biologici potrebbero essere alla base di tutto questo. «I nostri risultati suggeriscono che la regolamentazione degli interferenti endocrini nei prodotti industriali e di consumo potrebbe ridurre la prevalenza di alcuni disturbi cognitivi o comportamentali in futuro», afferma Hilz.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Endocrinologi AME: «Obesità non dipende solo dal cibo, ma anche da confezioni»
L’attuale epidemia d'obesità non può essere spiegata più solo con lo sbilanciamento tra alimenti introdotti ed energia consumata. A giocare un ruolo importante sono anche i cosiddetti interferenti obesogeni, sostanze contenute in molti alimenti e oggetti di uso comune. L'allarme degli specialisti AME
di Redazione
Allarme bisfenolo A in cibo, bottiglie e lattine: Efsa riduce i limiti di 20mila volte
Gli attuali limiti alla presenza di bisfenolo A (BPA) negli alimenti non sono una garanzia di sicurezza per la salute. Per questo, a seguito di una nuova revisione gli scienziati dell'Efsa, Autorità europea per la sicurezza alimentare, hanno abbassato la soglia della dose giornaliera tollerabile di circa 20mila volte
Giornata internazionale della gioventù, da Croce Rossa appello per scambio tra generazioni
In occasione della Giornata Internazionale della Gioventù, la Croce Rossa Italiana lancia un appello per favorire un vero scambio tra diverse generazioni che favorisca il dialogo e contrasti fenomeni di discriminazione
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Contributi e Opinioni

Giornata Infermieri. Testimonianze: “Chi va via, e chi ritorna…”

Rosaria ha accolto l’ordine di servizio arrivato a dicembre 2013. Ad accompagnarlo una frase: “Sono pazienti particolari, si prenda cura di loro”. Era il 2013 e Rosaria da allora non...
Politica

Diabete: presentate al Governo le istanze dei medici e dei pazienti

Dopo aver promosso gli Stati Generali sul Diabete, lo scorso 14 marzo, alla presenza del ministro della Salute, di rappresentanti dell’ISS e di AGENAS, FeSDI, l'Università di Roma Tor Ver...
Advocacy e Associazioni

Malattia renale cronica, Vanacore (ANED): “La diagnosi precoce è un diritto: cambia la storia dei pazienti e il decorso della patologia”

Il Presidente dell’ANED: “Questa patologia, almeno agli esordi, non dà segni di sé, è subdola e silenziosa. I primi sintomi compaiono spesso quando la malattia renale ...