Salute 18 luglio 2017

Emergenza Sorrisi festeggia il decennale e parte per il Senegal. Il Presidente Abenavoli: «Altra grande sfida»

Formare i medici locali e operare i bambini affetti da palatoschisi: ecco gli obiettivi di Emergenza Sorrisi. La ONG, guidata dal chirurgo plastico Fabio Massimo Abenavoli, festeggia dieci anni di attività con una mostra fotografica che raccoglie tutte le missioni umanitarie fatte finora

«Il sacrificio di medici volontari e la dedizione di tutti coloro che partecipano ai progetti sono la forza di Emergenza Sorrisi e saranno il cuore pulsante anche della prossima missione» lo dichiara il chirurgo plastico, Fabio Massimo Abenavoli, Presidente della ONG Emergenza Sorrisi, la cui mission è operare i bambini con malformazioni facciali e formare i medici locali in paesi in via di sviluppo.

Prossima tappa: Senegal, nel prossimo autunno. «L’Africa occidentale sarà una bella sfida – prosegue il Presidente –. Intanto abbiamo raggiunto i dieci anni di attività, di cui siamo orgogliosi». L’associazione infatti ha di recente festeggiato il suo decennale con una mostra fotografica che ha ripercorso tutte le missioni chirurgiche compiute finora in Iraq, Benin, Afghanistan, Siria, Bangladesh, Congo e Armenia.

«Abbiamo intenzione di tornare in Siria, probabilmente andremo in Libia, in Costa D’Avorio e in tutti quei Paesi dove c’è realmente necessità. Il nostro primo obiettivo è essere utili» spiega Abenavoli, sottolineando che un’altra priorità dell’associazione è la formazione dei medici locali per insegnare loro a fronteggiare situazioni di emergenza anche in assenza dei volontari: «formare i medici del posto per insegnare loro ad operare, soprattutto in condizioni difficili, è un aspetto di primaria importanza per l’associazione. Dunque i nostri volontari non solo devono essere bravi medici, ma anche buoni insegnanti» conclude il Presidente.

«Ho cominciato quasi per caso, forse il destino» sorride Stefano Morelli, anestesista rianimatore dell’Ospedale pediatrico Bambino Gesù che da anni fa parte del team di Emergenza Sorrisi con entusiasmo e dedizione. «L’obiettivo di formazione dei medici locali è fondamentale per migliorare le condizioni di vita di queste zone complicate».

«L’associazione del Dottor Abenavoli mi ha permesso di partecipare a queste meravigliose iniziative – racconta il Dottor Morelli –. La prima è stata in Iraq, un lavoro bellissimo, accompagnato da passione sempre più crescente. Certamente la situazione non era semplice, in Iraq in quegli anni c’era la guerra e le condizioni in cui operavamo erano complicate, ma anche per questo l’esperienza è stata unica e indimenticabile».

Articoli correlati
AIOP Giovani, Michele Nicchio è il nuovo Presidente: «Tecnologie e formazione per vincere la sfida della sanità del futuro»
Succede a Lorenzo Miraglia. Guiderà l’associazione fino al 2021. «Vogliamo cambiare la cultura sanitaria in Italia, far capire che non è un costo ma un investimento per l’economia, per le nostre imprese ma soprattutto per il benessere dei pazienti e dei cittadini italiani», ha detto ai microfoni di Sanità Informazione
Responsabilità professionale e formazione ECM: medici non aggiornati a rischio nei contenziosi (e pagano assicurazioni più salate)
La Legge Gelli sulla responsabilità medico-sanitaria ha compiuto il suo primo anno di vita e, in attesa degli ultimi decreti attuativi che ne chiuderanno definitivamente il perimetro, l’aggiornamento professionale è lo snodo centrale della normativa
Simeu, XI Congresso nazionale. Le sfide del futuro, la Presidente Ruggieri: «Fermare aggressioni e aumentare posti scuole di specializzazione»
«Nei Pronto Soccorso italiani, oltre alle emergenze sanitarie, tutto il personale è chiamato a gestire altre due grandi sfide: le aggressioni ai danni dei sanitari e il sovraffollamento. Preoccupante la riduzione dei posti nelle scuole di specializzazione». È questo lo scenario delineato da Maria Pia Ruggieri, Presidente e Responsabile Scientifico del Congresso Nazionale Simeu, all’apertura dei lavori della XI edizione
di Isabella Faggiano
Maxi simulazione in esterna a Lampedusa: 130 medici italiani si formano sull’emergenza sanitaria
È in corso la II edizione del SIAARTI Academy CREM (Critical Emergency Medicine), evento formativo innovativo della Società Italiana di Anestesia, Analgesia, Rianimazione e Terapia Intensiva rivolto ai medici in formazione provenienti dalle 39 scuole di specializzazione in Anestesia, Rianimazione, Terapia Intensiva e del Dolore. Fino al 26 maggio Lampedusa sarà teatro naturale dell’evento SIAARTI […]
Come cambia il ruolo del paziente? Recchia (GSK Italia): «Da soggetto passivo ad attore, sarà fondamentale per la ricerca sul farmaco»
Il Direttore Medico e Scientifico dell’azienda farmaceutica spiega cosa si intende per “paziente esperto” e in che modo questa figura rivoluzionerà il mondo della ricerca farmacologica grazie alla formazione e al coinvolgimento diretto nella ricerca
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Ex specializzandi 1993-2006: «Riconosciuto diritto ad incremento triennale»

L’avvocato Marco Tortorella, uno dei massimi esperti della materia, spiega cosa cambia con le ultime sentenze del Tribunale di Roma: «La rivalutazione era prevista dalla normativa ma non era mai st...
Lavoro

Comparto sanità, sottoscritto in via definitiva il contratto. Sindacati soddisfatti, ma Nursing Up non firma

Se Sergio Venturi (Presidente del Comitato di Settore Regioni-Sanità) si dice contento del risultato e Serena Sorrentino (Segreteria generale Fp Cgil) è già al lavoro per il CCNL 2019/2021, Antonio...
Lavoro

Ex specializzandi, si riapre tutto: «La prescrizione non è mai scattata»

Il parere: «Senza normative e sentenze chiare e univoche, la prescrizione ad oggi non è decorsa». Consulcesi: «Pronta nuova azione collettiva»