Non Categorizzato 21 Maggio 2020

Gli anestesisti rianimatori: «La formazione essenziale per la qualità dei servizi ai cittadini»

La società scientifica di riferimento dei 21.000 Anestesisti Rianimatori Intensivisti e Terapisti del Dolore Italiani – SIAARTI – ha sviluppato una peculiare vocazione alla formazione, alla ricerca ed all’assistenza, assumendo negli anni una posizione sempre più solida di riferimento internazionale. In questo senso la visione sul futuro che vogliamo esprimere parte dalla fase della drammatica […]

di Antonello Giarratano, Vice Presidente SIAARTI

La società scientifica di riferimento dei 21.000 Anestesisti Rianimatori Intensivisti e Terapisti del Dolore Italiani – SIAARTI – ha sviluppato una peculiare vocazione alla formazione, alla ricerca ed all’assistenza, assumendo negli anni una posizione sempre più solida di riferimento internazionale. In questo senso la visione sul futuro che vogliamo esprimere parte dalla fase della drammatica “era Covid-19” (dove le figure professionali rappresentate dalla Società e che rappresentano la Società hanno lavorato senza risparmio al fine di tutelare nelle migliori condizioni possibili la salute pubblica), e vuole giungere alla fase post “era Covid-19”, periodo di enormi sfide per tutto il Paese, dove i Sistemi Sanitari saranno sempre più orientati a potenziare il Territorio e gli Ospedali.

L’obiettivo da raggiungere sarà uno solo, da sottolineare con forza e senza tentennamenti: la promozione della qualità dell’offerta sanitaria e della salute pubblica.

Ebbene: sia sul Territorio che negli Ospedali, la SIAARTI avrà un ruolo specifico sia nella elaborazione di nuovi percorsi di medicina perioperatoria e chirurgia, che nella gestione dell’Emergenza e Area Critica che dal territorio parte e negli Ospedali si sviluppa. Si può quindi intuire che questo ruolo della nostra Società scientifica nel futuro sarà interpretato dando massima importanza alla formazione ed alla ricerca. Formazione al fianco dei Ministeri competenti (della Salute e dell’Università) per qualificare e formare in modo certificato e continuo i professionisti in formazione (specializzandi), che entreranno poi in servizio nei Sistemi sanitari regionali per potenziare le aree critiche e intensive. Un’azione che si trasformerà anche in aggiornamento continuo degli specialisti sulla ricerca più avanzata e sulle più recenti raccomandazioni e linee guida.

In questo scenario che prefigura l’immediato futuro, SIAARTI è dinamicamente aperta a strette relazioni interdisciplinari e interprofessionali, collabora quotidianamente con l’Istituto Superiore di Sanità, ed ha le competenze specifiche per produrre Linee Guida certificate e condivise: questi sono gli elementi di forza che permetteranno a Siaarti di incidere nel futuro del Sistema Sanitario Nazionale in modo significativo e propositivo con un solo fine, quello già dichiarato in premessa della strenua e continua promozione della qualità dell’offerta sanitaria a tutto vantaggio dei cittadini e in risposta ai loro sempre più vasti e specifici bisogni di salute.

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SANITÀ INFORMAZIONE PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO

Articoli correlati
L’appello delle Società scientifiche: «Rischio cessato? Non ci sono basi scientifiche. Mantenere misure»
Un network di società scientifiche raccoglie l'appello della Simit contro il virus: «Non è virus più o meno aggressivo, è risposta singolo umano più o meno efficace»
«Oggi abbiamo vinto noi», racconti intensi dalle terapie intensive Covid-19 sul blog di Siaarti
«Così nel caos di un reparto che gira e rigira, un’anima va via e nessuno se n’è reso conto. Manco il vicino di letto, perché anche lui sta male». Le dolorose testimonianze di chi affronta l'esito peggiore del virus
di Gloria Frezza
L’emergenza Covid-19 sotto gli occhi degli operatori sanitari: best practice e criticità per ripartire con fiducia
Nel meeting virtuale organizzato da AIIC un confronto con SIAARTI, FARE, SIFO e Confindustria Dispositivi Medici. L'invito a tornare a investire nella sanità e nella produzione nazionale, alleggerendo il codice appalti
di Gloria Frezza
Covid19, pubblicate le raccomandazioni SINUC-SIAARTI per il trattamento nutrizionale dei pazienti
«Le caratteristiche cliniche dei pazienti critici COVID-19 evidenziano una diffusa malnutrizione» sottolinea il documento messo a punto dalla Società Italiana di Nutrizione Clinica e Metabolismo (SINuC) e dalla Società Italiana di Anestesia Analgesia, Rianimazione e Terapia Intensiva (SIAARTI)
Emergenza Covid-19 e scudo penale: gli anestesisti Siaarti chiedono una rapida approvazione
«I 100 delegati regionali della Società Italiana di Anestesia, Analgesia, Rianimazione, Terapia Intensiva-SIAARTI hanno inviato oggi una lettera aperta a Stefano Bonaccini (Presidente Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome), Antonio Decaro (Presidente Associazione Comuni Italiani – ANCI) e per conoscenza a Roberto Speranza, Ministro della Salute, per trasmettere agli Amministratori delle Regioni e delle […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 14 luglio, sono 13.106.569 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 573.042 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 14 luglio: nell’ambito de...
Diritto

Pensioni, la Cassazione: «Necessaria richiesta per lavorare fino a 67 anni». Altrimenti due anni di attesa per il primo assegno

Il rischio per il lavoratore è di essere sollevato dall’incarico al compimento dei 65 anni, senza ricevere la pensione. Possibile eccessiva riduzione degli organici in sanità
Salute

Tumori della pelle in aumento, l’allarme di Ascierto: «Paura Covid ha scoraggiato i controlli»

L’esperto: «Una diagnosi precoce consente alti tassi di guarigione, la prevenzione è l’arma più efficace»