Speciale del 23 marzo 2018

Aggressioni al personale sanitario

Sono 1.200 le aggressioni l’anno ai danni di medici e operatori sanitari. Questi i numeri allarmanti che evidenziano quanto il problema delle aggressioni ai sanitari sia un’emergenza sociale da affrontare con istituzioni e politica.

Aggressioni in aumento anche per i veterinari, Vacca (FVM): «Colleghi costantemente intimiditi, tra auto in fiamme e colpi di pistola»

Ai nostri microfoni la Consigliera Nazionale della Federazione Medici e Veterinari racconta gli episodi più gravi subiti dai veterinari pubblici e monitorati negli ultimi 10 anni da un osservatorio ad hoc

Maria Erminia Bottiglieri (FNOMCeO): «Questionari e formazione, così si può contrastare il fenomeno»

«Per la politica ci sono sempre altre priorità, ma serve una legge ed un fondo ad hoc», sottolinea la referente dell’Area strategica Professione della Federazione degli Ordini. E poi racconta: «Una volta ho rischiato anche io»

Francesco Pugliese (SIMEU): «È un atto delinquenziale, occorre formazione e comunicazione»

«Migliorare i servizi territoriali, formare i professionisti sanitari e sensibilizzare la cittadinanza». Queste le risposte all’emergenza da parte di Francesco Rocco Pugliese, Presidente SIMEU

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Il medico di famiglia che paga di tasca propria lo psicologo per i suoi pazienti: la storia di Antonio Antonaci

A Galatina i “precursori” del decreto Calabria. La psicologa: «La compresenza di queste due figure professionali all’interno dello studio di medicina generale limita l’assunzione di farmaci e...
di Isabella Faggiano
Lavoro

Riposo dopo la reperibilità, Spedicato (Fems): «In altri Paesi europei sempre garantito recupero di 24-48 ore»

La delegata della Federazione europea dei medici salariati illustra il funzionamento dell’istituto della reperibilità nel resto d’Europa: in Slovenia c’è una soglia limite oltre la quale diven...
di Giovanni Cedrone e Giulia Cavalcanti
Lavoro

Pronta reperibilità, ecco perché il nuovo contratto dei medici potrebbe violare la direttiva europea sulle 11 ore di riposo

L’ipotesi di CCNL dei medici, all’articolo 27, sembra derogare dalla direttiva Ue 88 del 2003 che sancisce le 11 ore di riposo consecutive. Sindacati sul piede di guerra. I casi di Francia, Spagna...
di Cesare Buquicchio e Giovanni Cedrone