Sanità internazionale 16 Aprile 2018 12:39

USA, la sanità sarà decisiva per le elezioni di metà mandato di novembre

La sanità avrà un ruolo fondamentale nelle elezioni americane di metà mandato del prossimo novembre. A rivelarlo, un sondaggio dell’HuffingtonPost/YouGov, secondo il quale per il 30% degli elettori la sanità è il settore ritenuto più importante per l’esito delle prossime elezioni. A seguire, economia, armi e immigrazione. Una buona notizia per i Democratici, visto che la […]

La sanità avrà un ruolo fondamentale nelle elezioni americane di metà mandato del prossimo novembre. A rivelarlo, un sondaggio dell’HuffingtonPost/YouGov, secondo il quale per il 30% degli elettori la sanità è il settore ritenuto più importante per l’esito delle prossime elezioni. A seguire, economia, armi e immigrazione.

Una buona notizia per i Democratici, visto che la maggioranza dell’opinione pubblica è a favore della riforma sanitaria voluta da Obama e che l’attuale Presidente Trump ha tentato più volte di smantellare. I Democratici intendono quindi puntare sulla sanità, che aveva invece contribuito alla disfatta del partito alle elezioni di medio termine del 2010. Adesso potranno invece additare i Repubblicani come i responsabili dell’aumento dei costi delle assicurazioni che sarà annunciato il prossimo autunno.

È interessante poi notare come il 34% di coloro che hanno scelto la sanità come tema fondamentale per le elezioni sia Democratico, mentre il 26% Repubblicano. Inoltre, è stato chiesto agli intervistati di scegliere i due temi che, secondo loro, sono stati maggiormente trattati dai due partiti nell’attuale campagna elettorale. La sanità ha ottenuto un 16% per i candidati Democratici ed un 8% per i Repubblicani. Secondo gli americani, i Democratici sono più focalizzati su armi (34%), i risultati della Presidenza Trump (24%) e immigrazione (18%), mentre i Repubblicani su immigrazione e riforma fiscale (entrambi al 24%), economia (22%) e armi (16%). Le priorità dei candidati rispecchiano quindi solo parzialmente quelle dei cittadini.

Ovviamente le elezioni di metà mandato, che rinnoveranno il Congresso, le assemblee elettive dei singoli Stati ed alcuni Governatori, sono ancora molto lontane e le possibilità che gli elettori cambino idea sono molto probabili. La campagna elettorale potrebbe virare su altre tematiche e lasciare la sanità in secondo piano. Inoltre, come sottolinea l’HuffPost, le elezioni di medio termine sono in genere influenzate più dall’appartenenza partitica che dai programmi elettorali. Ma chissà se i risultati di questo sondaggio influenzeranno i prossimi lunghi e torridi mesi e porteranno l’healthcare dove i cittadini vorrebbero: al centro della campagna elettorale.

LEGGI ANCHE: TRUMP VS HUNT: SCONTRO SULLA SANITÀ A COLPI DI TWEET

Articoli correlati
Immunità di gregge negli Usa entro aprile? Secondo alcuni esperti è possibile
Il prof. Makary della Johns Hopkins School of Medicine sostiene che entro aprile gli Usa saranno fuori dalla pandemia, con il raggiungimento dell'immunità di gregge. Ma è possibile o ci sono altre spiegazioni?
Questionario assicurativo, come compilarlo in caso di avviso di garanzia dopo denuncia/querela da parte di paziente?
Sono un Cardiochirurgo e mi sto accingendo a compilare un questionario assicurativo per poter richiedere un preventivo. Nel moduli di preventivazione trovo 2 domande alle quali non so rispondere in quanto come Medico ospedaliero (pubblico), nel 2017 ho ricevuto un avviso di garanzia dopo una denuncia/querela da parte di un paziente. La mia azienda non […]
Territorio, telemedicina e vaccini: il programma di Draghi ricalca quello di Speranza. E lo supera
La sanità secondo Draghi somiglia a quella immaginata nella bozza di Recovery Plan dello scorso governo. Ma il neo presidente del Consiglio ha aggiunto il suo tocco: piano vaccini e velocità d'esecuzione all'ordine del giorno come Israele
Il Provider deve richiedere a tutti i relatori l’autocertificazione sul conflitto d’interessi indipendentemente dalla presenza dell’eventuale conflitto?
Il Provider deve richiedere a tutti i relatori l’autocertificazione sul conflitto d’interessi indipendentemente dalla presenza dell’eventuale conflitto? Il Provider deve acquisire la dichiarazione dei rapporti, degli ultimi due anni, di relatori/moderatori/formatori con soggetti portatori d’interessi commerciali in campo sanitario. I docenti, i moderatori, i formatori devono dichiarare eventuali rapporti con aziende con interessi commerciali in […]
Recovery Fund e sanità, l’esperto: «Imprescindibile una cabina di regia»
Leoni (FNOMCeO): «Personale sanitario citato ben poco». Manfellotto (Fadoi): «Serve piano a fisarmonica per governare l'aumento e la riduzione dei posti letto»
di Tommaso Caldarelli
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 2 marzo, sono 114.461.199 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 2.539.235 i decessi. Ad oggi, oltre 244,27 milioni di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla...
Cause

Dermatologa condannata a pagare 90mila euro, l’assicurazione le nega la copertura: «Colleghi, attenzione alla clausola claims made»

In Italia succede che un medico possa pagare per anni un’assicurazione che poi, nel momento in cui riceve una richiesta risarcitoria, non vale più. Una stortura che potrebbe essere risolta con un d...
Diritto

Se l’operatore sanitario non è vaccinato può essere licenziato? E in caso di contagio sul lavoro, l’INAIL paga? Le risposte dell’esperto

La campagna vaccinale contro il Covid-19 continua tra mille difficoltà. Cosa succede al lavoratore che rifiuta di vaccinarsi? L’azienda può prendere provvedimenti? Parla l’avvocato Andrea Marzia...