Sanità internazionale 16 Aprile 2018

USA, la sanità sarà decisiva per le elezioni di metà mandato di novembre

La sanità avrà un ruolo fondamentale nelle elezioni americane di metà mandato del prossimo novembre. A rivelarlo, un sondaggio dell’HuffingtonPost/YouGov, secondo il quale per il 30% degli elettori la sanità è il settore ritenuto più importante per l’esito delle prossime elezioni. A seguire, economia, armi e immigrazione. Una buona notizia per i Democratici, visto che la […]

La sanità avrà un ruolo fondamentale nelle elezioni americane di metà mandato del prossimo novembre. A rivelarlo, un sondaggio dell’HuffingtonPost/YouGov, secondo il quale per il 30% degli elettori la sanità è il settore ritenuto più importante per l’esito delle prossime elezioni. A seguire, economia, armi e immigrazione.

Una buona notizia per i Democratici, visto che la maggioranza dell’opinione pubblica è a favore della riforma sanitaria voluta da Obama e che l’attuale Presidente Trump ha tentato più volte di smantellare. I Democratici intendono quindi puntare sulla sanità, che aveva invece contribuito alla disfatta del partito alle elezioni di medio termine del 2010. Adesso potranno invece additare i Repubblicani come i responsabili dell’aumento dei costi delle assicurazioni che sarà annunciato il prossimo autunno.

È interessante poi notare come il 34% di coloro che hanno scelto la sanità come tema fondamentale per le elezioni sia Democratico, mentre il 26% Repubblicano. Inoltre, è stato chiesto agli intervistati di scegliere i due temi che, secondo loro, sono stati maggiormente trattati dai due partiti nell’attuale campagna elettorale. La sanità ha ottenuto un 16% per i candidati Democratici ed un 8% per i Repubblicani. Secondo gli americani, i Democratici sono più focalizzati su armi (34%), i risultati della Presidenza Trump (24%) e immigrazione (18%), mentre i Repubblicani su immigrazione e riforma fiscale (entrambi al 24%), economia (22%) e armi (16%). Le priorità dei candidati rispecchiano quindi solo parzialmente quelle dei cittadini.

Ovviamente le elezioni di metà mandato, che rinnoveranno il Congresso, le assemblee elettive dei singoli Stati ed alcuni Governatori, sono ancora molto lontane e le possibilità che gli elettori cambino idea sono molto probabili. La campagna elettorale potrebbe virare su altre tematiche e lasciare la sanità in secondo piano. Inoltre, come sottolinea l’HuffPost, le elezioni di medio termine sono in genere influenzate più dall’appartenenza partitica che dai programmi elettorali. Ma chissà se i risultati di questo sondaggio influenzeranno i prossimi lunghi e torridi mesi e porteranno l’healthcare dove i cittadini vorrebbero: al centro della campagna elettorale.

LEGGI ANCHE: TRUMP VS HUNT: SCONTRO SULLA SANITÀ A COLPI DI TWEET

Articoli correlati
CCNL 2016-2018 e adeguamento retributivo turni di Guardia. AAROI-EMAC diffida Aziende e Enti inadempienti
«Anni e anni senza contratto, la sigla del nuovo CCNL avvenuta ben oltre tempo massimo, eppure ancora in molti giocano con i numeri per non applicarlo correttamente. Diverse Aziende e Enti Sanitari, infatti, a ormai sei mesi dalla firma del CCNL 2016-2018, non hanno ancora adeguato la retribuzione dei turni di Guardia». A denunciarlo è […]
Questionario assicurativo, come compilarlo in caso di avviso di garanzia dopo denuncia/querela da parte di paziente?
Sono un Cardiochirurgo e mi sto accingendo a compilare un questionario assicurativo per poter richiedere un preventivo. Nel moduli di preventivazione trovo 2 domande alle quali non so rispondere in quanto come Medico ospedaliero (pubblico), nel 2017 ho ricevuto un avviso di garanzia dopo una denuncia/querela da parte di un paziente. La mia azienda non […]
Come cambierà la sanità dopo il Covid? Idee e testimonianze dei protagonisti per superare la crisi
Meno burocrazia, dialogo tra medici di medicina generale, ospedalieri e farmacisti e follow up per pazienti Covid: queste alcune delle proposte lanciate nel webinar organizzato dal comitato M’impegno
di Federica Bosco
Le Università, gli IRCCS, gli II.ZZ.SS., gli Ordini, i Collegi nonché le rispettive federazioni nazionali, le Associazioni professionali a quale Ente accreditante devono sottoporre la richiesta di accreditamento?
Le Università, gli IRCCS, gli II.ZZ.SS., gli Ordini, i Collegi nonché le rispettive federazioni nazionali, le Associazioni professionali a quale Ente accreditante devono sottoporre la richiesta di accreditamento? Le Università, gli IRCCS, gli II.ZZ.SS., gli Ordini, i Collegi nonché le rispettive federazioni nazionali, le Associazioni professionali devono sottoporre la richiesta di accreditamento alla CNFC fatta […]
Il premio scientifico “Open Innovation Award” a due realtà italiane nelle categorie “Ricerca” e “Community”
Ricerca italiana promettente per i tumori gastrointestinali: «Supportare la ricerca fa parte della mission della nostra Azienda e vogliamo continuare su questa strada», sottolinea Rita Cataldo, Amministratore Delegato di Takeda Italia
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 4 giugno, sono 6.514.359 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 386.111 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino delle ore 18:00 del 4 giugno: nel...
Formazione

Fuga dagli ospedali, 500 specialisti hanno tentato il concorso di Medicina Generale

Sono soprattutto internisti, chirurghi, radiologi, geriatri e anestesisti a scegliere di provare a tornare sui territori. Lo studio dell'Associazione Liberi Specializzandi
di Tommaso Caldarelli
Salute

Covid-19 e terapia al plasma, facciamo chiarezza con il presidente del Policlinico San Matteo: «Tutti guariti i pazienti trattati a Pavia e Mantova»

Venturi: «Oggi l’unica possibilità di superare questo virus deriva dalla risposta del nostro sistema immunitario». E aggiunge: «Il 10% dei lombardi positivi ai test sierologici con anticorpi neu...
di Federica Bosco