Sanità internazionale 4 gennaio 2016

Sanità internazionale

I falsi miti duri a morire

Molte idee riguardanti la biologia ed il comportamento umano resistono tra le persone – compresi gli scienziati – nonostante l’evidenza scientifica ne abbia dimostrato l’infondatezza. Gli scienziati dovrebbero lavorare per demolire i falsi miti esistenti, ma al tempo stesso devono evitare che ne nascano altri. Come? Capendo innanzitutto il motivo per cui prendono piede e perché diventano così radicati e persistenti. Alcune dicerie pericolose sono state sfatate, ma altre continuano a circolare danneggiando le persone, causando sprechi di denaro, infangando le scoperte scientifiche – o semplicemente facendo innervosire gli scienziati. La rivista Nature ha effettuato un sondaggio tra medici e ricercatori per sapere quali falsi miti della sanità trovano più frustranti. Ecco cosa è emerso.

1) I vaccini causano l’autismo: nonostante alcuni effetti collaterali associati ai vaccini, la connessione con i disordini neurologici è stata demolita molto tempo fa.

2) I meccanismi di funzionamento del paracetamolo sono conosciuti: nonostante sia largamente usato, ci sono solo indizi su come questo ed altri comuni principi attivi agiscano.
3) Il cervello è separato dal sistema immunitario: il cervello ha le sue proprie cellule immunitarie, e di recente è stato scoperto un sistema linfatico che lo connette al sistema immunitario del corpo.
Articoli correlati
Simedet, parla il Presidente Capuano: «Grazie alla multidisciplinarietà puntiamo a dare una corretta informazione in sanità»
La Società italiana di Medicina Diagnostica e terapeutica, nata un anno fa, ha celebrato il suo primo congresso parlando dei vaccini. Tra i responsabili scientifici l’immunologo Aiuti e il professor Fara
Malattie infettive, vaccinazioni e accesso alle cure al centro del 2° Congresso Waidid
Emergenza pertosse, primo network globale per l’eradicazione della Tubercolosi, immunizzazione in gravidanza e accesso universale alle cure. Questi sono alcuni degli hot topic al centro del 2° Congresso Internazionale dell’Associazione Mondiale per le Malattie Infettive e i Disordini Immunologici – WAidid –, presieduta dalla professoressa Susanna Esposito, che da oggi al 20 ottobre ospiterà a Milano […]
Vaccini, l’immunologo Aiuti: «Dovere sociale proteggere immunodepressi, sì all’obbligo per operatori sanitari»
Il professore è intervenuto al convegno Simedet sul tema: «I vaccini sono sicuramente un vantaggio perché hanno risparmiato milioni e milioni di morti, ma dobbiamo fare di più». E se la prende con quei ‘ciarlatani camuffati’ che vanno in tv senza sapere di cosa parlano
Sanità, D’Amato (Ass. Lazio): «Programmate 5mila assunzioni. Più investimenti su risorse umane e tecnologia per snellire le liste di attesa» 
«Raddoppiate le borse di studio per i medici di medicina generale. Pianificate 5 mila assunzioni tra tutte le professioni sanitarie. Lanciata la nuova piattaforma informatica del sistema ReCup». L’assessore alla Sanità e l’Integrazione Socio-sanitaria del Lazio racconta gli ultimi provvedimenti del governo regionale
di Isabella Faggiano
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

ECM e validazione delle competenze mediche: più spazio alla professione. Lavalle (Agenas): «Ecco come funzionerà»

«Dare un valore all’apprendimento non certificato è utile stimolo per professionista» così Franco Lavalle, vicepresidente OMCeO Bari e membro dell’Osservatorio Nazionale del’ Age.na.s
Professioni Sanitarie

Professioni sanitarie, Beux (TSRM e PSTRP): «Ordine favorirà qualità. Ora servono decreti attuativi»

Inizia a prendere vita il nuovo ordine istituito nella scorsa legislatura. 33mila i professionisti già censiti ma se ne stimano 230-240mila
Lavoro

Allarme chirurghi, Marini (Acoi): «Specialità scelta solo da 90 giovani. Siamo tra i migliori al mondo, appello alle istituzioni»

Il messaggio lanciato da Sic e Acoi riunite in congresso: «Sostenete la chirurgia italiana che, nonostante tutto, c’è ed è forte. Contenzioso medico-legale e stipendi tra i peggiori in Europa dis...