Sanità internazionale 27 Settembre 2022 15:18

Russia, nuovo virus simile al Covid potrebbe infettare gli esseri umani

Un gruppo di scienziati americani ha individuato un nuovo virus nei pipistrelli in Russia, simile al Sars-CoV-2, in grado di infettare anche gli esseri umani. Si chiama Khosta-2 ed è resistente ai vaccini anti-Covid

Russia, nuovo virus simile al Covid potrebbe infettare gli esseri umani

L’emergenza Covid-19 non è ancora finita che già gli scienziati lanciano un nuovo «alert»: un virus simile al virus Sars-CoV-2, scoperto in una specie di pipistrelli che vivono in Russia, potrebbe infettare anche gli esseri umani. E, in questo caso, i vaccini attualmente disponibili non servirebbero a nulla. Il nuovo coronavirus è stato chiamato Khosta-2 ed è stato individuato dagli scienziati della Washington State University. I risultati sono stati pubblicati sulla rivista Plos Pathogens.

I nuovi virus sono più pericolosi del previsto

Nel 2020, erano stati scoperti già due virus nei pipistrelli a ferro di cavallo vicino al Parco nazionale di Sochi, chiamati Khosta-1 e Khosta. Questi nuovi virus fanno parte della famiglia dei sarbecovirus, la stessa classe dei coronavirus responsabile dell’epidemia di Sars del 2002-2004 e dell’attuale pandemia Covid-19. In questo nuovo studio, gli scienziati della Washington State University hanno analizzato questi nuovi virus e hanno scoperto che è probabile che siano più pericolosi del previsto. Considerando la somiglianza con il coronavirus Sars-CoV-2 e con altri sarbecovirus coinvolti in epidemie, il team guidato da Michael Letko, autore dello studio e virologo della Washington State University, ha condotto una serie di test su Khosta-2 e le cellule umane. Hanno così scoperto che la proteina S o Spike del virus si aggancia al recettore ACE-2, permettendo la penetrazione dell’RNA virale e la conseguente infezione.

I vaccini non funzionano contro Khosta-2

Gli scienziati hanno così deciso di esporre il Khosta-2 agli anticorpi rilevati in persone vaccinate contro il coronavirus Sars-CoV-2, compresi quelli derivati dalla più recente variante Omicron, Lo scopo è stato quello di verificare la capacità neutralizzante dei vaccini. Ebbene, in nessun caso, il virus Khosta-2 è stato neutralizzato dagli anticorpi sviluppati grazie al vaccino anti-Covid. Per questo, qualora dovesse compiere i fatidico «salto», saremmo esposti all’infezione e a una nuova potenziale pandemia. «La nostra ricerca dimostra che i sarbecovirus che circolano nella fauna selvatica al di fuori dell’Asia – anche in luoghi come la Russia occidentale, dove è stato trovato il virus Khosta-2 – rappresentano una minaccia per la salute globale e per le campagne vaccinali in corso contro il Sars-CoV-2», sottolinea Letko. La scoperta di Khosta-2, secondo i ricercatori, evidenzia la necessità di sviluppare vaccini universali per proteggere contro i sarbecovirus in generale, piuttosto che contro le sole varianti conosciute del Sars-CoV-2.

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Politica

In arrivo il nuovo Piano Nazionale Cronicità. Previsto maggior coinvolgimento dei pazienti e dei caregiver

Il documento redatto dal Ministero della Salute sbarca in Stato-Regioni. Nelle fasi e negli obiettivi che lo compongono, l'erogazione di interventi personalizzati attraverso il coinvolgimento di pazie...
di G.R.
Salute

Gioco patologico, in uno studio la strategia di “autoesclusione fisica”

Il Dipartimento di Scienze cliniche e Medicina traslazionale dell'Università Tor Vergata ha presentato una misura preventiva mirata a proteggere i giocatori a rischio di sviluppare problemi leg...
Salute

Cervello, le emozioni lo ‘accendono’ come il tatto o il movimento. Lo studio

Dagli scienziati dell'università Bicocca di Milano la prima dimostrazione della 'natura corporea' dei sentimenti, i ricercatori: "Le emozioni attivano regioni corticali che tipicamente rispondo...
Advocacy e Associazioni

Porpora trombotica trombocitopenica. ANPTT Onlus celebra la III Giornata nazionale

Evento “WeHealth” promosso in partnership con Sanofi e in collaborazione con Sics Editore per alzare l’attenzione sulla porpora trombotica trombocitopenica (TTP) e i bisogni ancora i...