Sanità internazionale 12 Maggio 2020

OMS: «In Africa i morti per AIDS potrebbero raddoppiare. 500mila persone a rischio a causa del Covid-19»

La sospensione dei servizi e delle terapie antiretrovirali per i malati di AIDS provocata dalla pandemia da Covid-19 potrebbe causare la morte di oltre 500mila persone nell’Africa subsahariana tra il 2020 ed il 2021. L’allarme arriva dall’Organizzazione mondiale della sanità e dall’UNAIDS, per i quali gli effetti della pandemia potrebbero portare le lancette della lotta […]

La sospensione dei servizi e delle terapie antiretrovirali per i malati di AIDS provocata dalla pandemia da Covid-19 potrebbe causare la morte di oltre 500mila persone nell’Africa subsahariana tra il 2020 ed il 2021. L’allarme arriva dall’Organizzazione mondiale della sanità e dall’UNAIDS, per i quali gli effetti della pandemia potrebbero portare le lancette della lotta all’Aids indietro di 12 anni, al 2008, quando nella regione morirono oltre 950mila persone a fronte dei 470mila decessi registrati nel 2018. Numeri che continuerebbero ad essere così alti per i prossimi cinque anni.

«Una prospettiva terribile, che ci fa fare un salto nel passato», commenta Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell’OMS. «Tutti gli Stati devono trovare un modo per sostenere i servizi sanitari essenziali e fare in modo che i test e le terapie continuino ad arrivare nei Paesi in cui ce n’è bisogno».

LEGGI ANCHE: PRIMI CASI DI COVID-19 GIÀ A DICEMBRE IN FRANCIA. GUERRA (OMS): «IN ITALIA POTREBBERO ESSERCI OLTRE 3 MILIONI DI CONTAGIATI»

Si stima che siano 25,7 milioni le persone che convivono con l’HIV nell’Africa sub-sahariana, ed il 64% di queste, pari a 16,4 milioni di persone, sono sottoposte a terapie antiretrovirali. Ora che i servizi sono chiusi o impossibilitati a fornire i farmaci a causa delle interruzioni che si verificano nella catena di distribuzione o perché impegnati a lottare contro il Covid-19, queste persone rischiano la vita.

«Il Covid-19 non deve essere la scusa per ritirare gli investimenti fatti sull’HIV – ammonisce Winnie Byanyma, direttore esecutivo di UNAIDS -. C’è il rischio che gli obiettivi raggiunti con tanto lavoro nella lotta contro l’AIDS vengano sacrificati per combattere il Covid-19, ma il diritto alla salute comporta che nessuna malattia venga combattuta alle spese di un’altra».

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SANITÀ INFORMAZIONE PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO

Articoli correlati
Identificato e colpito il tallone di Achille del SARS-CoV-2. Lo studio della Sapienza
I risultati del lavoro, in pubblicazione sulla rivista Pharmacological Research, aprono la strada a strategie innovative per la terapia medica di questo tipo di infezioni virali
La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia
Al 28 ottobre, sono 43.979.777 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.167.124 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 28 ottobre: Ad oggi in Italia il totale delle persone che hanno contratto il virus è di 589.766 (24.991 in più rispetto a ieri). 198.952 i […]
Oms: «Apprezziamo paesi come l’Italia e la Spagna, con misure per proteggere i più vulnerabili»
Nel mondo il maggior numero di casi segnalati finora, terapie intensive in difficoltà in Europa e Nord America. Dalla conferenza Oms di Ginevra, il dg Ghebreyesus si complimenta con l'Italia per le misure per ridurre il contagio
Cos’è la pandemic fatigue? L’esperto ci spiega perché ne soffre il 60% degli europei
Spossatezza e sfiducia nelle regole, nella seconda ondata tanti sentono la pandemic fatigue. Cosa succede nel nostro cervello? Il professor Vitiello (coordinatore "Lavoro" OdP Lazio) spiega come contrastarla
Oms: «In Europa casi in aumento del 50% per errori di quarantena». In Belgio epidemia fuori controllo
Preoccupano i numeri di Francia e Gran Bretagna, mentre la Germania resta stabile. Record per Belgio e Russia, ma l'aumento più forte si registra in Repubblica Ceca. In America Latina la curva comincia a scendere, Usa oltre 25 mila casi al giorno
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 28 ottobre, sono 43.979.777 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.167.124 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 28 ottobre: Ad oggi in I...
Salute

Covid-19, chi sono e cosa devono fare i contatti stretti di un positivo? Il vademecum del Ministero della Salute

In quali casi si può parlare di "contatto stretto"? Il Ministero della Salute spiega tutte le possibili situazioni in cui ci si può trovare
Salute

Covid-19, il virologo Palù: «Vi spiego perché non sempre gli asintomatici sono da considerare malati»

Il virologo veneto, già Presidente della Società Europea di Virologia, spiega dove si può intervenire per contenere i contagi: «Stop alla movida, contingentare gli ingressi nei supermercati e ridu...