Sanità internazionale 16 Maggio 2016 16:46

Quando la formazione continua non è indipendente

____

L’allarme è stato lanciato in Francia, ma potrebbe interessare i medici di tutto il mondo. Una parte dei 10.000 medici degli ospedali di Parigi di Pubblica Assistenza (AP – HP), si trova in una “situazione pericolosa” di fronte al conflitto di interessi tra la professione medica e l’industria farmaceutica, secondo una ricerca condotta dall’ente stesso. Per evitare che i professionisti siano collocati, “volenti o nolenti”, in tali situazioni, è necessario cambiare questa prassi. Le attività nel mirino sarebbero l’informazione farmaceutica, le conferenze, i fondi per gli studi clinici. Il rapporto denuncia i comportamenti che, in particolare, sarebbero un ostacolo alla missione principale dell’attività ospedaliera: “Contribuire al progresso della medicina, alla sua diffusione e alla sua fruibilità su larga scala”. “Un centro ospedaliero universitario (CHU) ha una triplice missione: la cura, l’insegnamento e la ricerca”, possiamo ancora leggere. Ognuno di essi è un potenziale bersaglio per i conflitti di interesse. Le proposte della relazione sottolineano tre punti generali. L’accumulo di attività deve essere più strettamente regolamentato. La relazione afferma che l’impegno di tempo, la compensazione e la natura dei servizi forniti devono essere compatibili con l’esercizio ospedale e gli interessi della AP – HP. In particolare, queste attività esterne devono ricevere il permesso dall’università, che ne definirà la natura.

Articoli correlati
Enpam, contributi “gratis”: semaforo verde per 24mila medici e dentisti
Gli uffici dell’Enpam, l’Ente previdenziale di medici e odontoiatri, hanno ammesso la stragrande maggioranza delle domande di esonero contributivo presentate dai propri iscritti
Premio Cidu per i diritti umani al Ssn. Anelli: «Gratitudine a sanitari per aver tutelato diritto alla salute»
Nel corso della cerimonia di premiazione ha parlato anche il Ministro Speranza: «Salute diritto fondamentale che dobbiamo provare a garantire in ogni angolo del mondo»
«Legittimo l’obbligo vaccinale per il personale sanitario», Consiglio di Stato boccia ricorso medici
Respinta l'istanza presentata da medici e farmacisti del Friuli-Venezia Giulia. Per i giudici l’obbligo vaccinale «non si fonda solo sulla relazione di cura e fiducia tra paziente e personale sanitario, ma anche sul più generale dovere di solidarietà che grava su tutti i cittadini»
Crisi sistema emergenza territoriale, le soluzioni del 78° congresso nazionale Fimmg
Fimmg Es lancia la propria proposta per rivedere le modalità di accesso al Sistema di Emergenza Sanitaria Territoriale
Isole senza sanitari, Donigaglia (Anspi): «Manca il 25% del personale. Servono incentivi economici»
Il presidente dell’Associazione nazionale sanitaria delle piccole isole: «Le isole sono territori poco appetibili perché costa raggiungerle e viverci. Le scarse casistiche di prestazioni e interventi chirurgici compromettono la preparazione sul campo e la possibilità di far carriera»
di Isabella Faggiano
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 14 gennaio, sono 320.249.932 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 5.521.977 i decessi. Ad oggi, oltre 9,56 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Contributi e Opinioni

«Perché il medico di famiglia non ti risponde al telefono»

di Salvatore Caiazza, Medici senza Carriere
di Salvatore Caiazza, Medici senza Carriere
Politica

Legge di Bilancio. Dalla stabilizzazione dei precari Covid ai fondi per aggiornare i LEA, tutte le misure per la sanità

Via libera della Camera dopo una maratona di tre giorni. Il Fondo sanitario incrementato di due miliardi all’anno per tre anni, prorogate le USCA e prevista un’indennità per gli ope...
di Francesco Torre