Italiano 1 giugno 2016

Stati Uniti, trovato primo batterio immune a tutti gli antibiotici

Le autorità sanitarie degli Stati Uniti sono molto preoccupati perché il loro peggior incubo sembra essersi realizzato. Per la prima volta, un paziente è stato infettato da batteri resistenti a tutti gli antibiotici. La paziente, una donna di 49 anni proveniente dalla Pennsylvania, ha fortunatamente recuperato uno stato di salute ottimale, ma le autorità sanitarie […]

Le autorità sanitarie degli Stati Uniti sono molto preoccupati perché il loro peggior incubo sembra essersi realizzato. Per la prima volta, un paziente è stato infettato da batteri resistenti a tutti gli antibiotici. La paziente, una donna di 49 anni proveniente dalla Pennsylvania, ha fortunatamente recuperato uno stato di salute ottimale, ma le autorità sanitarie temono che se questa resistenza dovesse riuscire a diffondersi anche ad altri batteri, il Paese potrebbe essere rapidamente invaso da un “superbug”, un super germe impermeabile a tutti gli antibiotici noti. La paziente è stata ricoverata in una clinica militare, in Pennsylvania, nel mese di aprile, ed è stata curata per un’infezione delle vie urinarie. I primi test hanno mostrato che la sua infezione era causata da Escherichia coli, un germe presente nell’indestino che molto spesso è responsabile di infezioni del tratto urinario. Ma i successivi test hanno dimostrato che questo batterio era resistente agli antibiotici. Sia a quelli comunemente usati per questo tipo di infezione, ma anche a Colistina, un antibiotico che non viene usato più dagli anni ’70 (a causa dei suoi effetti collaterali), che in questo caso è stato usato come “ultima risorsa” contro batteri che si sono dimostrati troppo difficili da trattare. Il gene di resistenza alla Colistina era già stato osservato negli animali e in Cina. I medici ora cercheranno di capire in che modo la paziente della Pennsylvania, che non ha viaggiato al di fuori dei confini degli Stati Uniti, possa essere riuscita a diventare portatrice di questo batterio.

 

Articoli correlati
Usa, sì agli antibiotici sugli agrumi. Gli scienziati: «Una strada pericolosa che rischia di aumentare l’antibiotico-resistenza»
Ignorando i moniti degli esperti, l’Epa (Ente di protezione ambientale statunitense) ha autorizzato l'utilizzo di antibiotici come pesticidi sugli agrumi. Un decisione che sconcerta per il rischio di aumentare a dismisura il problema della resistenza batterica mettendo in pericolo la salute delle persone
USA, giudice del Texas dichiara l’Obamacare incostituzionale
Un giudice federale del Texas ha dichiarato incostituzionale l’ObamaCare. La legge continuerà ad essere in vigore in attesa della probabile pronuncia della Corte Suprema a riguardo, ma se il verdetto dovesse essere confermato, milioni di americani rischierebbero di perdere la copertura sanitaria. In particolare, la corte texana si è espressa sull’incostituzionalità dell’obbligo individuale di acquistare […]
Violenza in corsia, parla AMA la ‘FNOMCeO’ americana: «In 14 anni, nei nostri ospedali 200 sparatorie e 275 vittime»
L’American Medical Association a Sanità Informazione: «Le istituzioni federali devono agire per proteggere gli operatori sanitari, gli ospedali devono adottare piani di prevenzione e i medici devono seguire corsi di formazione per imparare a reagire nel modo corretto alle aggressioni»
USA, i medici contro la NRA: sui social le foto dei camici insanguinati dopo interventi su feriti da armi da fuoco
Negli Stati Uniti è in corso uno scontro tra medici e la National Rifle Association, l’organizzazione a favore dei detentori di armi da fuoco. Dopo la pubblicazione di una serie di studi sulle ferite e le morti da armi da fuoco sulla rivista Annals of Internal Medicine, la NRA ha chiesto ai medici in un […]
Antibiotico-resistenza, nuovo test per distinguere le infezioni batteriche da quelle virali
Infezioni virali e infezioni batteriche Distinguere rapidamente un’infezione virale da un’infezione batterica offrendo al medico la risposta sul trattamento corretto e adeguato da somministrare al paziente. Questa la novità rappresentata da un nuovo erivoluzionario test che consente di stabilire, attraverso la risposta del sistema immunitario all’infezione, se necessario ricorrere all’uso di antibiotici. Obiettivo è quello […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Taglio pensioni e quota 100, che succede ai medici iscritti all’Enpam? Parla il vicepresidente Malagnino

Ad agosto le prime uscite dei dipendenti pubblici con 62 anni di età e 38 di contributi. Secondo i sindacati, saranno circa mille i medici che ogni anno approfitteranno della riforma pensionistica, c...
Lavoro

Ex specializzandi: nel 2018 dallo Stato rimborsi per oltre 48 milioni e nuovi ricorsi sono pronti per il 2019

La "road map dei risarcimenti" regione per regione: Lazio in testa con 9 milioni, sul podio Lombardia e Sicilia. Più di 31 milioni al centro-sud con la Sardegna in forte crescita. Pronta la nuova azi...
Mondo

Da Messina alla Nuova Zelanda, la storia del fondatore di Doctors in Fuga: «Così aiuto giovani medici ad andare all’estero»

Stipendi più alti, maggiore attenzione al merito, assenza di contenziosi legali grazie ad una migliore comunicazione tra medici e pazienti. Davide Conti è in Nuova Zelanda da nove anni e non ha alcu...