Sanità internazionale 16 Febbraio 2021 10:57

Israele, il 97% dei deceduti per Covid non era stato vaccinato

In Israele continua la vaccinazione di massa contro il Covid-19. E si pensa ad una serie di incentivi per convincere gli ortodossi a vaccinarsi

di Peter D'Angelo
Israele, il 97% dei deceduti per Covid non era stato vaccinato

Oltre il 97% dei decessi per Covid avvenuti in Israele, nell’ultimo mese, riguardavano persone che non avevano ricevuto il vaccino. Questo è quanto ha dichiarato il Primo Ministro Netanyahu. A Gerusalemme, il più grande operatore sanitario israeliano – Clalit Health Service – domenica ha riportato un calo del 94% delle infezioni sintomatiche da Covid-19 tra 600 mila persone che hanno ricevuto due dosi del vaccino Pfizer. L’organizzazione per la Salute (HMO – Health Maintenance Organization), ha affermato che lo stesso gruppo ha anche il 92% di probabilità in meno di sviluppare malattie gravi a causa del virus. Il confronto è stato effettuato con un gruppo della stessa dimensione, che non aveva ricevuto il vaccino. Questo «mostra inequivocabilmente che il vaccino contro il coronavirus di Pfizer è estremamente efficace una settimana dopo la seconda dose», ha affermato il professor Ran Balicer, che è Chief Innovation Officer per Clalit.

La campagna vaccinale in Israele

Dal lancio della sua campagna vaccinale anti-Covid a dicembre, oltre un quarto della popolazione – 2,5 milioni di persone – ha ricevuto entrambe le dosi del vaccino Pfizer-BioNTech, secondo il Ministero della Salute. Oltre il 42% ha ricevuto la prima dose. Attualmente non esiste un vaccino approvato per i bambini sotto i 16 anni, che rappresentano circa un quarto della popolazione israeliana. Esclusi gli adolescenti, le percentuali di vaccinazione sono tra le più alte al mondo e molti paesi stanno guardando all’esperienza israeliana per capire cosa ci aspetta in futuro.

A febbraio, Israele ha registrato una media di poco più di 106 mila vaccinazioni al giorno, in calo rispetto alla media giornaliera di gennaio di oltre 127 mila al giorno, secondo le statistiche del Ministero della Salute riportate da Associated Press. Israele, che conta 9,3 milioni di abitanti, ha segnalato oltre 5 mila nuovi casi di Covid-19 al giorno nell’ultima settimana, secondo il Ministero. In totale, il paese ha registrato oltre 723 mila casi di Covid-19 dall’inizio della pandemia e quasi 5.400 morti.

Gli ortodossi non vogliono vaccinarsi

Ma è necessario puntualizzare che una parte della popolazione è reticente al vaccino. Soprattutto gli ortodossi. Per convincere le persone a farsi vaccinare, il Governo sta valutando se concedere alle persone vaccinate accessi speciali per gli eventi pubblici (come i concerti), ma anche il semplice ristorante. Costringendo quelli che rifiutano il vaccino a sottoporsi a scomodi test Covid ogni due giorni.

Non solo: il Ministro della Salute ha proposto la stessa identica misura per i dipendenti che non vogliono vaccinarsi, ma che hanno contatti stretti con il pubblico, come insegnanti e autisti di autobus. «Gli insegnanti che non vengono vaccinati sono responsabili di correre rischi inutili per la salute degli studenti e falliscono nel loro ruolo più importante: proteggere i bambini», ha detto il Ministro della Salute, Yuli Edelstein, all’Associated Press.

Il passaporto verde per i vaccinati

Per quanto riguarda gli incentivi, nelle prossime due settimane il governo quindi dovrebbe concedere agli israeliani vaccinati l’ingresso in hotel, musei, ristoranti, piscine, centri commerciali e partite sportive. Insomma, un “passaporto verde”, ovvero un’app con la quale si intende anche consentire i viaggi internazionali senza quarantena verso la Grecia, che ha firmato un accordo di viaggio con Israele la scorsa settimana. «Torneremo in vita con il passaporto verde», ha detto Netanyahu della proposta. Mentre continua incessante la vaccinazione di massa nel paese.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Si possono bere alcolici quando si risulta positivi al Sars-CoV-2?
Il consumo di alcolici è controindicato quando si è positivi al virus Sars CoV-2. Gli studi mostrano infatti che gli alcolici possono compromettere il sistema immunitario
Dopo quanto tempo ci si può ammalare di nuovo di Covid-19?
Gli studi indicano che le reinfezioni con Omicron sono più frequenti. Una ricerca suggerisce un intervallo tra i 90 e i 640 giorni, un'altra tra i 20 e i 60 giorni
DL Riaperture, via libera dalla Camera. Cosa cambia per mascherine, isolamento, green pass e obbligo vaccinale
Il provvedimento recepisce la fine dello stato di emergenza. Prorogato lo smart working per i lavoratori fragili. Medici in quiescenza potranno continuare a ricevere incarichi di lavoro autonomo
di Francesco Torre
Epatiti misteriose, il microbiologo: «Adenovirus resta indiziato numero 1, non si esclude correlazione con Sars-CoV-2»
Il responsabile di Microbiologia del Bambino Gesù sulle epatiti virali acute nei bambini: «Lockdown e mascherine potrebbero aver scatenato un debito immunitario». Quali sono i sintomi da tenere d'occhio
Un test Covid fai da te può essere utilizzato anche se scaduto?
Alcuni test anti-Covid fai da te potrebbero essere utilizzati oltre la data di scadenza, Basta controllare sul sito dell'azienda produttrice
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Dalla Redazione

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Ad oggi, 7 dicembre 2022, sono 646.415.951 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.644.903 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I casi in Italia L’ultimo bollettino di...
Covid-19, che fare se...?

Quali sono gli effetti collaterali della quarta dose?

Gli effetti collaterali dell'ultimo richiamo di Covid-19 sono simili a quelli associati alle dosi precedenti: un leggero gonfiore o arrossamento nel punto di iniezione, stanchezza e mal di testa
Covid-19, che fare se...?

Che differenze ci sono tra i sintomi del Covid e quelli dell’influenza?

Da quando Omicron è diventata la variante dominante è più difficile riuscire a distinguere l'infezione Covid-19 da una normale influenza. Ci sono solo lievi differenze fra le due ...