Sanità internazionale 2 Marzo 2021 15:03

Covid-19, l’OMS boccia l’idrossiclorochina: «Ricerca si concentri su altri farmaci»

L’Organizzazione Mondiale della Sanità: «No ad uso in prevenzione: non evita l’infezione e non riduce ricoveri e decessi»

L’Organizzazione Mondiale della Sanità boccia l’idrossiclorochina. Secondo quanto scritto sul “British Medical Jorunal” da un gruppo di esperti dell’OMS, infatti, il farmaco antinfiammatorio «non dovrebbe essere usato per prevenire l’infezione nelle persone che non hanno il Covid-19». Il medicinale, usato nel trattamento di malattie autoimmunitarie come l’artrite reumatoide, «non è più una priorità nella ricerca» e «le risorse dovrebbero concentrarsi su altri farmaci più promettenti».

La stroncatura si basa su evidenze «ad alto livello di certezza» emerse da sei studi randomizzati controllati che hanno coinvolto oltre 6mila persone. Quanto risulta da queste ricerche è che il farmaco «non ha avuto alcun effetto significativo sulla morte e il ricovero in ospedale». Esiste inoltre una evidenza di «moderata certezza» che l’idrossiclorochina non abbia avuto «alcun effetto significativo sull’infezione Covid-19» e, anzi, «aumenta probabilmente il rischio di effetti avversi».

Da qui una nuova linea guida da applicare «a tutte le persone senza Covid, indipendentemente dalla loro esposizione a una persona con Covid». Questa linea guida sarà aggiornata volta per volta anche per altri farmaci sulla base delle informazioni scientifiche che emergeranno con l’andare del tempo.

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
I fumatori rischiano più degli altri di ammalarsi di Covid-19?
È una domanda che chiunque abbia il vizio o l’abitudine a consumare sigarette si sarà fatto almeno una volta durante questo anno di pandemia. La risposta dell’Organizzazione Mondiale della Sanità
Origine virus, team Oms a Wuhan: «Servono ulteriori studi, ma laboratorio ipotesi meno probabile»
Arriva il primo report della missione Oms in Cina per trovare l'origine della pandemia. Ancora molti gli interrogativi, ma l'ipotesi di laboratorio sembra la meno indicata
Un trattato internazionale per prepararci alle prossime emergenze sanitarie
L'appello è stato firmato dai leader di 25 Paesi del mondo: «Rafforzare la capacità e la resilienza nazionali, regionali e globali. Nessuno può farcela da solo»
Covid, il protocollo delle cure domiciliari adottato dal Piemonte (che ha fatto discutere)
Intervista all’assessore alla Sanità della Regione Luigi Genesio Icardi
di Federica Bosco
Conclusa missione Oms a Wuhan: «Pandemia ha origine animale, ma non sappiamo quale»
La missione Oms in Cina finisce dopo quattro settimane di ricerche. Il team definisce "estremamente improbabile" l'origine in laboratorio, tornando sull'ipotesi zoonotica. Ma sull'animale ospite ci sono ancora dubbi
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 20 aprile, sono 142.112.632 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.030.299 i decessi. Ad oggi, oltre 904,92 milioni di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata ...
Salute

Terapia domiciliare anti-Covid, guida all’uso dei farmaci

Antivirali, antitrombotici, antibiotici e cortisone: facciamo chiarezza con gli esperti della SIMG (Società Italiana di Medicina Generale) ed il dirigente medico in Medicina Interna presso l&rs...
Politica

Cosa prevede il nuovo decreto legge, tra scudo penale e obbligo vaccinale per i sanitari

Licenziato il nuovo decreto legge a firma del Consiglio dei Ministri. Tutta Italia rossa e arancione fino al 30 aprile, ma scuole aperte fino al primo anno di secondaria. Arrivano obbligo vaccini per ...