Sanità internazionale 26 Agosto 2019

Africa senza poliomielite da tre anni: vicino il traguardo ‘polio-free’

L’Africa si avvicina a un traguardo storico: l’eradicazione ufficiale della poliomielite. L’ultimo Stato del continente ad avere registrato un caso della malattia, la Nigeria, non riporta più contagi da 3 anni. E l’assenza di nuovi infettati nell’arco di un triennio è il primo criterio che un Paese deve centrare per ottenere dall’Organizzazione mondiale della sanità […]

L’Africa si avvicina a un traguardo storico: l’eradicazione ufficiale della poliomielite. L’ultimo Stato del continente ad avere registrato un caso della malattia, la Nigeria, non riporta più contagi da 3 anni. E l’assenza di nuovi infettati nell’arco di un triennio è il primo criterio che un Paese deve centrare per ottenere dall’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) la qualifica di ‘polio-free’.

«L’Africa si appresta a raggiungere uno straordinario risultato di sanità pubblica, un’eredità per i nostri figli e per i figli dei nostri figli», commenta il neo-direttore dell’OMS per la regione africana, Matshidiso Moeti. Solo nel 2012 in Nigeria si concentravano più della metà dei casi di poliomielite segnalati in tutto il mondo. L’obiettivo raggiunto appare dunque epocale per la nazione e per l’intero continente, anche se gli esperti invitano alla cautela: dovranno passare diversi mesi prima che l’OMS possa dichiarare la Nigeria, e quindi l’Africa intera, libera da polio.

L’Agenzia delle Nazioni Unite per la sanità «dovrà ora assicurarsi che nel Paese sia attivo un solido sistema di sorveglianza e che non vi siano ulteriori casi di Polio virus selvaggio», ha spiegato infatti Tunji Funsho, presidente del Comitato per la polio in Nigeria, citato dalla Bbc online. «Per porre fine alla poliomielite almeno il 95% dei bambini deve essere vaccinato», ricorda il responsabile OMS per l’eradicazione della polio, Michel Zaffran. E proprio gli ostacoli al programma vaccinale, legati all’insicurezza nel Nord Est della Nigeria, avevano fatto sì che l’infezione continuasse a circolare nello Stato.

Il successo nella lotta contro i militanti di Boko Haram, il sostegno politico e un’iniezione di fondi per la causa sono tra i fattori all’origine della svolta. Resa inoltre possibile dagli sforzi di migliaia di volontari che in alcuni casi hanno rischiato la vita per portare i vaccini in ogni parte del continente. A livello globale, nel 2018 sono stati riportati 33 casi confermati di polio in soli due Paesi: Afghanistan e Pakistan.

LEGGI ANCHE: POLIOMIELITE, IN ITALIA SCOMPARSA DAGLI ANNI ’80. MA CONTRO EVENTUALE RICOMPARSA PRONTO PIANO DEL MINISTERO

Articoli correlati
Coronavirus, in farmacia crescita a tre cifre per la vendita di mascherine e igienizzanti per mani
Le vendite di mascherine hanno iniziato a crescere nella settimana del 20 gennaio, più che quadruplicando rispetto alla settimana precedente, passando da un fatturato di 42mila euro a 180mila euro
Coronavirus, i dati della Cina sono veri? Crescono i dubbi della comunità internazionale
Diversi studi ed esperti sostengono che il numero dei contagiati, in realtà, sarebbe molto più alto di quello ufficiale
Infermieri, il Campus Bio-Medico celebra l’anno internazionale con un video
Oggi in Italia mancano 30 mila infermieri e il fenomeno delle “cure perse” rischia di accentuarsi di anno in anno, incrementando fortemente il rischio di mortalità in ospedale. Si tratta degli interventi infermieristici necessari al paziente ma che – secondo la Federazione nazionale delle professioni infermieristiche – vengono omessi, in primo luogo a causa della […]
Coronavirus, OMS: «Servono 675 milioni di dollari per rispondere all’emergenza»
Il direttore generale: «La mia preoccupazione principale è che in alcuni Paesi sono assenti le strutture che consentono di individuare le persone che hanno contratto l'infezione. È quindi necessario un supporto urgente ai sistemi sanitari più deboli»
Coronavirus, l’OMS dichiara l’emergenza globale di salute pubblica
E’ emergenza globale. Lo ha reso noto il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità Tedros Adhanom Ghebreyesus nel corso di una conferenza stampa sul coronavirus che si è svolta in serata a Ginevra. “La Cina – ha detto – ha preso straordinarie misure per far fronte all’emergenza del virus 2019-n-CoV, ha isolato il virus, lo […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Riscatto agevolato della laurea, l’esperto: «Ecco cosa cambia dopo circolare INPS»

Anche chi ha studiato prima del 1996 può richiederlo. Tomi (F.F.S. S.r.l. e collaboratore di Consulcesi & Partners): «Possibile riscattare fino a 5 anni di studi universitari versando la somma di 5....
Salute

Coronavirus e Sars, la storia che si ripete. Ecco cosa è successo nel 2003

Anche la Sindrome Acuta Respiratoria Grave si diffuse dalla Cina al resto del mondo con le stesse modalità. La patologia causò 800 morti
Lavoro

Spese sanitarie in contanti e sgravi fiscali, cosa cambia per i professionisti della sanità

I pareri del fiscalista esperto in materia sanitaria Francesco Paolo Cirillo e del Tesoriere Sumai Napoli Luigi Sodano