Salute 6 Giugno 2022 09:48

World Congress on Inflammation, dall’ingegneria genetica al Covid. Le ultime frontiere della ricerca

Si apriranno domani a Roma i lavori della 15°edizione del World Congress on Inflammation, organizzata dalla Società Italiana di Farmacologia (SIF) e dall’International Association of Inflammation Societies (IAIS)

World Congress on Inflammation, dall’ingegneria genetica al Covid. Le ultime frontiere della ricerca

I meccanismi molecolari alla base del processo infiammatorio costituiscono il comune denominatore di una vasta gamma di patologie che impattano in tutto il mondo per morbilità e mortalità. In quest’ottica, negli ultimi due decenni, abbiamo assistito a uno straordinario sviluppo di farmaci e di nuove strategie terapeutiche per contenere o modulare il processo infiammatorio. Si è passati così dall’utilizzo di farmaci immunitari ad ampio raggio d’azione all’impiego di molecole biotecnologiche ad elevata specificità.

I più recenti sviluppi della ricerca di base, traslazionale e clinica riguardanti le patologie infiammatorie ed autoimmuni saranno al centro della 15°edizione del World Congress on Inflammation (WCI-2022), organizzata dalla Società Italiana di Farmacologia e dall’International Association of Inflammation Societies (IAIS) e in programma a Roma dal 5 all’8 giugno.

World Congress on Inflammation: dall’ingegneria genetica al cancro

Una tre giorni che riunirà specialisti da tutto il mondo e in cui si discuterà dei più recenti progressi raggiunti in un’ampia gamma di discipline, che spaziano dalla biologia alla biomedicina sino alla biotecnologia. Un esempio su tutti è il ruolo giocato dall’ingegneria genetica nello sviluppo di nuovi approcci di terapia cellulare e genica per il trattamento delle malattie a base infiammatoria. In questo contesto, sono numerosi gli studi in corso volti ad esplorare nuove terapie con cellule geneticamente modificate per indurre tolleranza e regolare l’infiammazione. Ampio spazio sarà, inoltre, riservato ad illustrare come alcuni meccanismi cruciali dell’infiammazione siano coinvolti nello sviluppo del cancro: una correlazione che, di fatto, potrebbe aprire la strada allo sviluppo di nuove terapie antitumorali.

Malattie neurodegenerative, patologie vascolari e Covid-19

Quando si parla di progressi e innovazione in quest’ambito, di particolare rilevanza sono gli ultimi sviluppi nel campo della ricerca relativi al potenziale impatto dell’infiammazione sul sistema nervoso centrale, dato che è ormai noto come un’abnorme risposta infiammatoria a livello cerebrale possa contribuire o, addirittura, essere la causa dell’insorgenza di numerose patologie sia di tipo neurodegenerativo sia di tipo psichiatrico. Si tratta di malattie particolarmente diffuse, con meccanismi non del tutto conosciuti e che necessitano di interventi terapeutici più efficaci di quelli attualmente disponibili.  Per questo, un’ampia sessione del Congresso sarà dedicata alla comunicazione bidirezionale tra sistema immunitario e sistema nervoso e al ruolo giocato dalle cellule del sistema immunitario presenti nel cervello che controllano i processi infiammatori a livello nervoso e, pertanto, rappresentano uno dei maggiori oggetti di studio in quest’ambito di ricerca.

Un ulteriore focus sarà riservato alle malattie vascolari a base infiammatoria. Il Congresso sarà, infatti, l’occasione per presentare i più recenti studi e progressi nell’identificazione di nuovi approcci terapeutici collegati al processo infiammatorio vascolare. Conoscenze utili a definire nuovi farmaci sia per la riduzione del rischio cardiovascolare, che nel trattamento di complicanze vascolari associate all’ipertensione, all’aterosclerosi e alla sindrome metabolica. Tra i temi al centro del Congresso troviamo il Covid-19 e, sempre nell’ambito delle malattie vascolari, di particolare interesse sarà la sessione sulle più recenti scoperte riguardanti le complicanze trombotiche indotte dal virus.

 

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

 

Articoli correlati
Covid: spray nasale con anticorpi protegge da infezione. Gli scienziati: “Approccio utile contro nuove varianti e in futuro anche contro altri virus”
I ricercatori del Karolinska Institutet, in Svezia, hanno dimostrato che lo spray nasale anti-Covid sviluppato, a base di anticorpi IgA, può offrire protezione dall'infezione. O almeno così è stato nei topi su cui è stato testato, come riportato da uno studio pubblicato su PNAS. I risultati aprono la strada a una nuova strategia per proteggere le persone ad alto rischio a causa delle diverse varianti del virus Sars-CoV-2 e possibilmente anche da altre infezioni
Fiaso: Covid ancora in calo, ma preoccupa l’influenza
Si conferma in calo l’indice dei ricoveri Covid. La rilevazione degli ospedali sentinella aderenti a Fiaso fa registrare un complessivo -16% nell’ultima settimana del 2023. Secondo l'ultima rilevazione Fiaso i virus influenzali stanno avendo un impatto in termini assoluti maggiore sugli ospedali
di V.A.
Covid: le varianti sono emerse in risposta al comportamento umano
Le varianti del virus Sars-CoV-2 potrebbero essere emerse a causa di comportamenti umani, come il lockdown o le misure di isolamento, le stesse previste per arginare la diffusione dei contagi. Queste sono le conclusioni di uno studio coordinato dall’Università di Nagoya e pubblicato sulla rivista Nature Communications. Utilizzando la tecnologia dell’intelligenza artificiale e la modellazione matematica […]
Covid: in commercio terapie di dubbia sicurezza ed efficacia
Ci sono la bellezza di 38 aziende che hanno messo in commercio presunti trattamenti a base di cellule staminali e di esosomi (vescicole extracellulari) per la prevenzione e il trattamento del Covid-19
Covid: alta adesione degli over 60 ai vaccini ridurrebbe fino al 32% i ricoveri, le raccomandazioni nel Calendario per la Vita
Il board del Calendario per la Vita, costituito da diverse società scientifiche, ha redatto delle raccomandazioni per la campagna di vaccinazione anti-Covid per l’autunno-inverno 2023
di V.A.
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Politica

Approvato in Consiglio dei Ministri il “decreto anziani”. Normata anche la figura del Caregiver

Approvato in via preliminare il Decreto Legislativo sulle politiche in favore delle persone anziane in attuazione della Legge Delega n. 53 del 23 marzo 2023. Stanziamenti per 500 milioni di euro nel b...
di CdRR
Advocacy e Associazioni

Anziani, il ‘Patto per un nuovo welfare sulla non autosufficienza’ al Premier: “Riformare i servizi domiciliari e riqualificare le strutture residenziali”

Le 60 organizzazioni che hanno sottoscritto il 'Patto per un nuovo welfare sulla non autosufficienza' in una lettera aperta al Premier Meloni: “Lo schema di decreto legislativo recante disposizi...
Advocacy e Associazioni

Cancro delle ovaie: e se fosse possibile diagnosticarlo con un test delle urine? Nuove speranze per la diagnosi precoce

Cafasso (ALTo): “La sopravvivenza a cinque anni delle pazienti che scoprono la malattia ad un primo stadio si aggira intorno al 85-90%, percentuale che si riduce drasticamente al 17% nel quarto ...