Salute 12 Gennaio 2021 07:00

Vaccino Moderna, come viene conservato e somministrato

Conservazione e somministrazione del vaccino a base di mRna targato Moderna. Tra -25°C e -15° C per massimo 7 mesi e la distanza tra le due dosi

Vaccino Moderna, come viene conservato e somministrato

Il vaccino prodotto da Moderna è arrivato in Italia. Le prime 47mila dosi sono entrate all’Istituto Superiore di Sanità di Roma, dove saranno poi ripartite alle singole regioni. «Sarà data priorità a quelle con maggior numero di abitanti sopra gli 80 anni», si legge nel comunicato diffuso da Iss. La Società italiana di farmacia ospedaliera (Sifo) e la Società italiana dei farmacisti preparatori (Sifap) hanno pubblicato alcune informazioni sul siero Moderna. Elaborate sulla base della letteratura e del riassunto delle caratteristiche del prodotto autorizzato da Ema.

Modalità di conservazione del vaccino Moderna

Il vaccino Moderna arriva presso i centri autorizzati in scatole contenenti 10 fiale, e ogni fiala multi-dose contiene 10 dosi da 0,5 ml. Le fiale devono essere trasportate e conservate «a una temperatura compresa tra -25°C e -15° C per un massimo di 7 mesi. In base alla scadenza riportata sul farmaco. Non devono inoltre essere conservare in ghiaccio secco o a temperature inferiori a -40°c. Dopo lo scongelamento, il vaccino può essere conservato tra 2°C e 8°C per 30 giorni».

Procedimento di somministrazione

I soggetti «che hanno ricevuto una dose del vaccino devono riceverne una seconda dose per completare la serie di vaccinazioni», e «potrebbero non essere protetti fino ad almeno 14 giorni dopo la loro seconda dose di vaccino». Per assicurarne la tracciabilità, ogni somministrazione deve registrare «nome del paziente, denominazione del medicinale, numero di lotto del farmaco somministrato».

«Per quanto riguarda la corretta gestione dei quantitativi disponibili – sottolinea Marcello Pani, segretario nazionale Sifo – ricordiamo che la Società scientifica dei farmacisti ospedalieri ha appena predisposto una utility, l’algoritmo Alarm Sifo, un calcolatore che sarà messo a disposizione di tutti i colleghi, che permette di ottimizzare le scorte del vaccino in funzione delle somministrazioni delle prime dosi e dei successivi richiami. L’algoritmo, già dalla settimana scorsa in uso in alcune strutture pilota, consente di pianificare la gestione dei soggetti che devono essere vaccinati (prima dose e richiamo) in funzione della gestione logistica del vaccino, con particolare riferimento alle consegne previste dal commissario straordinario per ogni Hub»

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Si possono bere alcolici quando si risulta positivi al Sars-CoV-2?
Il consumo di alcolici è controindicato quando si è positivi al virus Sars CoV-2. Gli studi mostrano infatti che gli alcolici possono compromettere il sistema immunitario
Dopo quanto tempo ci si può ammalare di nuovo di Covid-19?
Gli studi indicano che le reinfezioni con Omicron sono più frequenti. Una ricerca suggerisce un intervallo tra i 90 e i 640 giorni, un'altra tra i 20 e i 60 giorni
DL Riaperture, via libera dalla Camera. Cosa cambia per mascherine, isolamento, green pass e obbligo vaccinale
Il provvedimento recepisce la fine dello stato di emergenza. Prorogato lo smart working per i lavoratori fragili. Medici in quiescenza potranno continuare a ricevere incarichi di lavoro autonomo
di Francesco Torre
Epatiti misteriose, il microbiologo: «Adenovirus resta indiziato numero 1, non si esclude correlazione con Sars-CoV-2»
Il responsabile di Microbiologia del Bambino Gesù sulle epatiti virali acute nei bambini: «Lockdown e mascherine potrebbero aver scatenato un debito immunitario». Quali sono i sintomi da tenere d'occhio
Un test Covid fai da te può essere utilizzato anche se scaduto?
Alcuni test anti-Covid fai da te potrebbero essere utilizzati oltre la data di scadenza, Basta controllare sul sito dell'azienda produttrice
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Dalla Redazione

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Ad oggi, 7 dicembre 2022, sono 646.415.951 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.644.903 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I casi in Italia L’ultimo bollettino di...
Covid-19, che fare se...?

Se ho avuto il Covid-19 devo fare lo stesso la quarta dose?

Il secondo booster è raccomandato anche per chi ha contratto una o più volte il virus responsabile di Covid-19. Purché la somministrazione avvenga dopo almeno 120 giorni dall'esit...
Covid-19, che fare se...?

Quali sono gli effetti collaterali della quarta dose?

Gli effetti collaterali dell'ultimo richiamo di Covid-19 sono simili a quelli associati alle dosi precedenti: un leggero gonfiore o arrossamento nel punto di iniezione, stanchezza e mal di testa