Salute 2 Aprile 2021 11:06

Vaccini e liste riserva, Cittadinanzattiva: «Solo la Toscana pubblica online il form per registrarsi»

Cittadinanzattiva: «Grandi differenze nella modalità per le altre Regioni. Servono criteri nazionali per evitare sprechi e accelerare la campagna vaccinale»

Grande caos e carenza di informazioni chiare sulle cosiddette “liste di riserva” per i vaccini anti-Covid. L’assenza di una regolamentazione omogenea genera un’inevitabile confusione nei cittadini che hanno inviato a Cittadinanzattiva diverse segnalazioni nelle quali sottolineano una necessità di maggiore trasparenza sulle liste, in particolare chiedono dove poter reperire tali liste e quali siano i criteri per accedervi ed essere contattati.

Per questo Cittadinanzattiva ha preso in esame ciò che succede nelle varie regioni, analizzando le informazioni presenti sui siti regionali, oppure telefonando ai numeri verdi regionali e, anche, attraverso la rassegna stampa locale. «Solo la Toscana – spiega in una nota Cittadinanzattiva – mette a disposizione, all’interno della piattaforma per la prenotazione del vaccino, un riquadro informativo per registrarsi nelle liste di riserva. Tale sistema è stato adottato a seguito delle polemiche innescate da un caso di presunta gestione poco trasparente delle liste». «In Lombardia, Piemonte, Emilia-Romagna e Campania viene adottato un sistema di liste di riserva che consente, in caso di defezioni dell’ultimo minuto, di contattare coloro che si sono prenotati per il giorno successivo, anticipando quindi l’appuntamento per la vaccinazione».

«In Lombardia sono i centri vaccinali a elaborare tali liste, mentre in Piemonte, Emilia-Romagna e Campania sono le singole Asl. Il Lazio è la Regione in cui il sistema della “panchina” è stato attivato fin dall’inizio della campagna vaccinale per gli over 80, le dosi avanzate a fine giornata vengono utilizzate per vaccinare coloro che hanno richiesto la somministrazione a domicilio. Per le altre categorie, invece, si utilizza un sistema simile all’overbooking degli aerei. Viene fatto un check alle ore 14 e, in caso di appuntamenti saltati, sono chiamate le persone in lista per il giorno successivo».

«Nelle restanti Regioni invece – prosegue Cittadinanzattiva – tali liste sono attualmente “in fase di redazione” oppure, nel peggiore dei casi, nemmeno presenti e, forse, non lo saranno mai perché ritenute “non prioritarie”, come ha affermato il governatore della Liguria». «Come già avevamo evidenziato per le modalità di prenotazione e le categorie prioritarie, anche sulle liste di riserva esistono evidenti difformità tra le regioni e anche all’interno della stessa regione: in Sicilia ad esempio solo a Messina è possibile iscriversi alla lista di riserva (è stata attivata una mail specifica, l’iscrizione però è aperta a tutti, tanto che la casella postale è andata in tilt in breve tempo) – dichiara Anna Lisa Mandorino, segretaria generale di Cittadinanzattiva – . Tutto questo genera un enorme problema di trasparenza e informazione nei confronti dei cittadini. Per questo chiediamo ancora una volta che, anche sulle liste di riserva, siano definiti criteri nazionali per la somministrazione delle dosi avanzate a fine giornata, per fare in modo che nessuna dose vada sprecata e che si proceda regolarmente con la campagna vaccinale e, allo stesso tempo, si completino le categorie prioritarie nel minor tempo possibile, come evidenziato dal capo della Protezione Civile nei giorni scorsi» conclude.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Covid-19, Ecdc: «Concentrarsi su casi sintomatici e integrare sorveglianza influenza»
Per il Centro europeo di controllo e prevenzione delle malattie (Ecdc) è il momento di passare «dalla sorveglianza di emergenza» attivata contro Covid «alla sorveglianza di routine dei patogeni respiratori» in generale
Green pass e badanti, le FAQ del Governo. Cosa c’è da sapere
Come comportarsi con badanti conviventi senza Green pass o positive al Covid-19? Le risposte di Palazzo Chigi
Covid-19, Lorenzin: «Mio obbligo vaccinale e Green pass molto simili»
L'ex ministra della Salute ha partecipato all'ultimo congresso Sumai: «Medici fondamentali per convincere quella nicchia di pazienti che non si vuole vaccinare»
Estensione Green Pass, depressione, fine vita e commissione d’inchiesta su origine Sars-CoV-2 nella settimana in Parlamento
Attesa per l’esame in commissione Affari costituzionali del Senato del decreto legge che estende il Green Pass ai luoghi di lavoro. A Montecitorio in discussione due mozioni: una per la cura delle cerebrolesioni e una per potenziare gli strumenti per la diagnosi e la cura della depressione
di Francesco Torre
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 19 ottobre, sono 241.574.393 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 4.913.555 i decessi. Ad oggi, oltre 6,67 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Ecm

Formazione ECM, Sileri: «Tre mesi per recuperare trienni passati, poi controlli e sanzioni a irregolari»

Il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri ricorda la scadenza della proroga dei trienni formativi 2014-2016 e 2017-2019 prevista per il 31 dicembre 2021, e chiarisce: «Non ci saranno altre...
Lavoro

Esonero contributivo Enpam, c’è tempo fino al 31 ottobre. Come funziona

Chi può accedere all'esonero contributivo per gli iscritti Enpam che arriva fino a 3mila euro?