Salute 17 Gennaio 2020 18:08

Un video per aiutare le donne sorde nel parto, l’idea della clinica Mangiagalli a Milano

Esperti della Clinica Mangiagalli del Policlinico di Milano e di ATS hanno predisposto un tutorial a contenuto tecnico e specialistico nella lingua dei segni. Disponibile sul portale di ATS, IRCCS e su YouTube, il video può essere tradotto in altre lingue e fruibile da tutti

di Federica Bosco

Il momento della nascita è una delle emozioni più forti per una donna. Per alcune però il percorso sanitario che le porterà a diventare mamme può essere ad ostacoli. È il caso delle donne sorde che si trovano ad affrontare gravidanza e parto con maggiori dubbi e paure. Per sviluppare strategie di comunicazione fondamentali per le future mamme sorde, il policlinico di Milano con il supporto di Regione Lombardia, e con la collaborazione dell’ente nazionale sordi, ha realizzato presso la clinica Mangiagalli, primo punto nascite in Italia, con oltre 5500 parti l’anno, un video in grado di infrangere questa barriera e restituire loro serenità.

«Una sfida – racconta la dottoressa Laura Chiappa, Direttore Sanitario della Fondazione IRCCS Policlinico – che abbiamo raccolto e con i colleghi di ATS di Milano abbiamo deciso di realizzare un video che aiutasse le mamme sorde ad affrontare il percorso della gravidanza e della nascita con il supporto di un interprete della lingua dei segni. Lavorando con mamme sorde, abbiamo identificato i momenti di maggiore criticità, quando rivolgersi al ginecologo, quando prestare attenzione ai movimenti del bambino, quindi piccole informazioni che di solito mamme e nonne trasmettono nella famiglia, ma collegandole a contenuto tecnico e specialistico importante. Quindi abbiamo sottolineato alcuni momenti di normalità e alcuni segnali che invitano invece le donne a rivolgersi ad un ospedale. Non solo, abbiamo rimarcato l’importanza di scegliere ospedali sicuri».

LEGGI: «ECCO COME CI ACCORGIAMO CHE LE PARTORIENTI ASSUMONO DROGA». PARLA LA CAPO OSTETRICA DEL POLICLINICO CASILINO

Che riscontro ha avuto il video? «Di soddisfazione da parte delle donne sorde, ma anche da altri utenti perché il video ha il vantaggio di essere fruibile sia da donne sorde, che da persone che hanno problemi differenti. Grazie alla voce narrante che legge le parti scritte e aiuta nell’interpretazione, può essere fruibile anche da persone con disabilità nella vista. I sottotitoli, avendo scelto un canale YouTube per la diffusione, possono essere tradotti in una miriade di lingue differenti e quindi comprensibile a tutti». Il video è disponibile su tutti i portali delle ASST, delle IRCCS e ATS e poi sul nostro canale YouTube.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SANITÀ INFORMAZIONE PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO

Articoli correlati
Partorire in Italia, quali punti su cui lavorare ancora? Partoanalgesia, parto a domicilio e violenza ostetrica
L'appello di ginecologi e ostetrici: «Investire sul personale per favorire il rapporto one to one e il ripristino dell’alleanza terapeutica»
Giornata dei prematuri, più che raddoppiati i parti pretermine tra le donne Covid-positive
Mosca (Sin): «Molte donne in gravidanza, per la paura di contrarre il virus, hanno rinunciato a controlli fondamentali per il buon esito della gestazione, aumentando il rischio di mettere al mondo bambini senza vita. Ma questi timori sono infondati: gli ospedali sono sicuri»
di Isabella Faggiano
Gravidanza e Covid, durante il lockdown 90% in meno di parti prematuri
Lo studio incrociato a livello europeo. Vaccari (Fnopo): «Riposo, cura di sè e vicinanza agli affetti proteggono madre e bambino»
Partorire senza accorgersene: un fenomeno rarissimo “spia” di alcune problematiche
Vicario (FNOPO): «Il parto completamente indolore è causato da incontinenza cervico-istmica e raccorciamento uterino, che predispongono anche a poliabortività e parti pretermine»
Alimentazione del bambino: ecco come prevenire gli squilibri del microbioma intestinale e del sistema immunitario
Dal CEINGE di Napoli in collaborazione con l’Università di Milano e l’Humanitas, lo studio sull’alimento che difende i bambini da infezioni ed allergie attraverso una positiva modulazione del microbioma intestinale e del sistema immunitario
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 17 maggio, sono 163.082.347 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.379.501 i decessi. Ad oggi, oltre 1,46 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Voci della Sanità

Terapia domiciliare Covid, Ministero ricorre al Consiglio di Stato. Il Comitato: «Ricorso in appello va contro voto del Senato»

«Chiediamo al Ministro della Salute Speranza delucidazioni in merito alla decisione di ricorrere in Appello, alla luce dell’opposto indirizzo votato dal Senato» scrive in una nota Er...
Cause

Medico denuncia per diffamazione paziente che lo aveva portato in tribunale per lesioni personali. Risarcito

Donna denuncia penalmente dermatologo ma l’accusa cade. Il medico avvia a sua volta un iter processuale verso la paziente che lo aveva accusato pubblicamente. «Una sentenza che farà...