Salute 23 febbraio 2018

Tortorella (Consulcesi): «Apriamo gli occhi sulla dipendenza da web, ecco un corso per i medici e un film per i giovani»

Massimo Tortorella, Presidente di Consulcesi e ideatore dello #SconnessiDay, evidenzia i pericoli per la salute della nomofobia e invita medici e pazienti a formarsi correttamente sull’argomento

«All’epoca di Humphrey Bogart si pensava che fumare fosse la cosa più glamour del mondo, poi si è scoperto che causa la malattia del secolo. C’è il rischio che la nomofobia segua lo stesso percorso». A sottolineare i rischi che la dipendenza da Internet può avere sulla salute di tutti è Massimo Tortorella, Presidente di Consulcesi e CEO di Falcon Production, che ha co-prodotto il film “Sconnessi”. Ecco perché è stato tra i promotori dello #SconnessiDay, la prima Giornata Mondiale della S-Connessione da ripetere il 22 febbraio di ogni anno, presentata presso il Ministero della Salute ad una numerosa platea composta da esponenti delle Istituzioni, della stampa e del mondo medico sanitario.

Presidente, lo #SconnessiDay è una giornata per staccare i cellulari e ritornare a comunicare. Perché promuovete questa iniziativa?

«La promuoviamo per tre ragioni: il 22 febbraio è la giornata in cui si lancia il film Sconnessi, è la giornata in cui si celebra la Giornata Mondiale della S-Cconnessione ed è la giornata in cui promuoviamo il corso di formazione ECM “Internet e adolescenti: I.A.D. e cyberbullismo” rivolto al mondo sanitario e dei pazienti. I problemi di cui parliamo sono l’Internet Addiction Disease, la malattia che riguarda proprio l’abuso dell’utilizzo di Internet, e la nomofobia. Si tratta di malattie che oggi sono allo studio e che di fatto rappresenteranno le malattie del futuro. Anche all’epoca di Humphrey Bogart, d’altro canto, si fumava e si pensava che il fumo fosse la cosa più glamour del mondo; poi però si è scoperto che il fumo causa la malattia del secolo. La nomofobia rischia di fare la stessa fine. È una patologia che si sta sottovalutando ma che noi vogliamo sottolineare e rendere evidente con iniziative come lo #SconnessiDay».

Lei ha definito la nomofobia una patologia che viene sottovalutata. Quanto è importante, allora, che il personale sanitario si formi su questa malattia in modo da avere gli strumenti per approcciare e risolvere questo problema?

«La formazione del personale sanitario su questo tema è fondamentale. Per questo il provider Sanità in-Formazione, in collaborazione con Consulcesi Club, propone questo corso di formazione. Un corso nuovo e innovativo che utilizza il mondo del cinema e degli attori per spiegare in modo concreto e fattivo come educare e curare al meglio i propri pazienti. Un corso che fa parte di una collana più ampia di “Film Formazione” che consente di affrontare la patologia con rigore scientifico unito alla capacità di presa e la viralità di un progetto cinematografico ad ampia diffusione. Ma la formazione sul tema della dipendenza da Internet è importante anche per le famiglie. Ecco perché consigliamo anche ai pazienti di seguire questo corso di formazione. Solo conoscendo bene il problema si può spiegare ai propri familiari, soprattutto ai propri figli, che l’iperconnessione può diventare un problema, una vera e propria malattia che va a limitare non solo gli aspetti sociali ma addirittura quelli personali. È proprio di questi giorni la pubblicazione di uno studio sulla rivista Global Pediatric Health della Pennsylvania in cui risulta che l’abuso di cellulari e di computer limita non solo il sonno dei bambini di circa un’ora a notte, ma crea anche dei problemi legati all’obesità, oltre all’incapacità di relazionarsi in modo corretto con le altre persone».

LEGGI ANCHE: «SCONNESSI PER UN GIORNO, LA DIPENDENZA DA WEB CI FA PERDERE IL CONTATTO CON LA REALTA’»

Articoli correlati
Donazione organi, certificati medici, formazione ECM. Davide Casaleggio: «Ecco come la blockchain sta già cambiando la sanità»
Il presidente della Casaleggio Associati si confronta con il presidente di Consulcesi Tech, Massimo Tortorella: «Entro il 2027 la ‘catena dei blocchi’ impatterà per il 10% del Pil mondiale. Necessario investire in formazione e innovazione»
Consulcesi Tech: «Blockchain motore dell’innovazione healthcare, stop ai farmaci contraffatti»
I massimi esperti della tecnologia Blockchain a confronto a Dubai su un nuovo paradigma digitale destinato a cambiare radicalmente molti aspetti delle nostre vite, compreso l’approccio medico-sanitario. Massimo Tortorella, Presidente Consulcesi Tech: «Emirati Arabi pronti a cogliere la sfida della Blockchain per migliorare i servizi ai cittadini, soprattutto la sanità. Sia da monito a Ue affinché non resti ferma mentre il resto del mondo corre»
Numero Chiuso in Medicina, Consulcesi: «Affidato a ‘dottori in legge’ compito di curare l’Italia che invecchia senza assistenza sanitaria»
Il network legale leader nella tutela dei medici e di chi aspira a diventarlo: «Finalmente la politica ha ammesso che il test non è uno strumento idoneo alla selezione dei futuri medici. Solo quest’anno ci sono arrivate oltre tremila segnalazioni da parte degli studenti che si sono rivolti a noi per intraprendere ricorso»
Ue: Blockchain è soluzione giusta per sicurezza e trasparenza in sanità e per la filiera del farmaco
Il messaggio degli esponenti del Parlamento Europeo e della Commissione, in occasione della presentazione a Bruxelles del libro “Crypto-Revelation” di Andrea e Massimo Tortorella
Assistenza migranti, minori e soggetti vulnerabili: cresce la rete di OIS Onlus e Sanità di Frontiera
Pietro Bartolo, medico simbolo di Lampedusa: «Tanti i progetti che Ois sta portando avanti per l’assistenza, sanitaria e non, nei confronti di chi arriva dall’altra parte del Mediterraneo, dedicandosi agli ultimi, ai più deboli: anche i nostri poveri hanno bisogno del nostro sguardo e della nostra attenzione»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

E-fattura, Marino (OMCeO Roma): «Dal 2019 cambia tutto, professionisti sanitari si attivino o rischio sanzioni»

«Per attivare la procedura occorre il ‘sistema d’interscambio’: ecco come funziona» così Emanuela Marino dell’Ufficio relazioni con il pubblico dell’OMCeO Roma parla delle novità in mate...
Salute

Liste d’attesa, Aceti (Cittadinanzattiva): «Prima voce di segnalazione per malcontento cittadini. Ecco cosa cambia con Piano Nazionale»

«50 milioni per abbattimento e interventi regionali. Ridiamo le gambe al SSN per tornare in piedi» Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato di Cittadinanzattiva
di Giovanni Cedrone e Serena Santi
Formazione

Rivalidazione, controlli, autoformazione e crediti FAD: tutte le novità ECM in arrivo entro la fine dell’anno

Si avvicina infatti la scadenza del secondo segmento del triennio formativo 2017-2019: la verifica dei crediti ECM raccolti dai medici per il triennio 2014-2016 comincerà con l’inizio del 2019. Ane...