Salute 17 Dicembre 2019 11:49

Terra dei Fuochi, metalli pesanti nei pazienti oncologici. Confermato legame con inquinamento ambientale

A sostenerlo sono i ricercatori dell’università di Pisa in uno studio pubblicato sul ‘Journal of Cellular Physiology’ e presentato alla Camera dei Deputati. «I dati sono allarmanti», spiega il coordinatore del team di ricerca Antonio Giordano. Il Viceministro Sileri: «Finanziato in Manovra il Registro Tumori»

Terra dei Fuochi, metalli pesanti nei pazienti oncologici. Confermato legame con inquinamento ambientale

Cadmio, mercurio e piombo sono i metalli pesanti ritrovati nel sangue dei pazienti oncologici della Terra dei Fuochi. A rilevarli i ricercatori dell’università di Pisa in uno studio pubblicato sul ‘Journal of Cellular Physiology’ e presentato alla Camera dei Deputati. Studio che conferma il legame tra gli illeciti sversamenti di rifiuti industriali e urbani nelle province di Napoli e Caserta e l’aumento di malattie cronico-degenerative, al primo posto i tumori.

«I dati sono allarmanti», spiega il coordinatore del team di ricerca Antonio Giordano, docente del dipartimento di Biotecnologie mediche dell’Università di Siena e direttore dello Sbarro Health Research Organization (Shro) di Philadelphia. Lo studio ha dosato i livelli ematici di metalli pesanti cancerogeni e inquinanti organici persistenti (Pop) su una coorte di 95 pazienti oncologici residenti in Campania. Sono stati rilevati alti livelli di concentrazione ematica di metalli pesanti in alcuni Comuni, come Pianura, Giugliano, Qualiano e Castel Volturno. «E’ chiaro – prosegue il professore – che in queste zone c’è una criticità. Questi cittadini hanno livelli elevati di alcuni metalli pesanti che si sa sono dei killer implacabili per la salute umana».

«Esiste il dramma della Terra dei Fuochi che è ormai diventata una vera e propria emergenza nazionale» commenta la deputata Michela Rostan, vicepresidente della commissione Affari Sociali della Camera. La deputata di Liberi e Uguali è originaria di Giugliano, tra i Comuni maggiormente colpiti dall’inquinamento prodotto dai sversamenti illeciti. «La politica deve e può fare tanto. In questi anni e in modo particolare nella scorsa legislatura è stato fatto molto dal punto di vista normativo. Però c’è bisogno di un intervento sul piano più strettamente operativo. Mi riferisco – prosegue Rostan – alle classi dirigenti locali perché una vera opera di vigilanza e bonifica dei territori, dell’area dei 38 Comuni della fascia compresa tra Napoli e Caserta, in realtà non è mai stata completamente bonificata. Parliamo di circa 2.767 siti di smaltimento controllato e abusivo ma anche di rifiuti pericolosi. E quindi di tante combustioni illegali, circa 653. Bisogna agire: lo stiamo dicendo da anni e ora è il momento di farlo in modo tempestivo». Infine, aggiunge Rostan: «Nei prossimi giorni daremo dettagli al ministro della Salute Roberto Speranza di quanto emerso dallo studio».

«Oggi offriamo un’arma in più, la rete dei registri dei tumori» ha invece dichiarato il Viceministro Pierpaolo Sileri, intervenuto al tavolo dei relatori. «Peraltro proprio in questa Manovra con il maxi emendamento sono previsti fondi. Indagini ambientali, sulla popolazione, screening. Queste – prosegue – sono tutte le azioni che devono essere fatte. Stiamo parlando di Terra dei Fuochi ma ce ne sono altre. Dobbiamo individuare tutte le aree dove è stata riprodotta e tutelare la popolazione, consapevoli però che un tumore ha diverse concause e che purtroppo per svilupparsi impiega tempo. Il nostro monitoraggio deve essere accurato e duraturo nel tempo. Anche se solo in via ufficiosa, so già che avrò la delega per ambiente e salute – conclude – avevo parlato con il ricercatore e proposto di fare un tavolo e avere un’interlocuzione con il ministro Costa. Ho proposto un appuntamento per la prima settimana di gennaio».

Articoli correlati
Vaccini, Rostan (Misto): «Obbligo vaccinale per il personale scolastico è scelta di responsabilità»
«Introdurre l’obbligo vaccinale per il personale scolastico è una scelta di responsabilità assolutamente in linea con la strategia di prevenzione e contrasto adottata dal governo Draghi con il supporto del Commissario straordinario Francesco Paolo Figliuolo. L’emergenza Covid-19 non è affatto superata e non possiamo consentirci l’esplosione di nuovi cluster alla ripresa dell’anno scolastico. Chi tenta […]
Più tutele per i lavoratori con malattie oncologiche e croniche, alla Camera parte l’iter della legge. Le proposte
In commissione Lavoro cinque i Ddl depositati: tutti puntano ad aumentare il “periodo di comporto”, il tempo in cui il lavoratore ha diritto alla corresponsione di una retribuzione o un'indennità. Plaude la FAVO da anni impegnata sul tema. Si punta anche ad estendere le tutele per lavoratori autonomi e liberi professionisti
Covid 19, Rostan: «Seguire Macron su Green Pass, emergenza non è finita»
«La tutela della salute pubblica deve rimanere il primo e unico obiettivo per la nostra comunità» sottolinea la Vice Presidente della Commissione Affari Sociali
Terra dei Fuochi, dalle piante di ulivo una buona notizia
Secondo uno studio condotto dall’Università di Napoli Federico II in 11 siti sul territorio, l'inquinamento non sarebbe più così diffuso. Ma alcuni esperti avvertono: «Il dato potrebbe essere sottostimato per le caratteristiche degli alberi analizzati»
Asma, BPCO e malattie cardiache: Valle del Sacco peggio della Terra dei Fuochi. L’appello a Speranza
La presenza di polveri sottili oltre la norma, le temibili PM2,5, rende Frosinone e una parte della sua provincia ad alto rischio. La pneumologa Teresa Petricca: «Eventi ischemici aumentati del 67%, prevalenza di asma e BPCO oltre la media nazionale. Per questo stiamo sensibilizzando la popolazione». Silenzio da Regione Lazio e Asl. Il Registro Tumori ancora al palo
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 21 settembre, sono 229.083.964 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 4.700.041 i decessi. Ad oggi, oltre 5,93 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Salute

Aumentano i contagi tra i sanitari: 600% in più in un mese, l’84% sono infermieri

La presidente FNOPI Mangiacavalli interpreta i dati dell'ISS. Anche nel Regno Unito gli studi confermano che la protezione dall'infezione si riduce dopo 5 mesi dalla seconda dose per Pfizer e AstraZen...
Salute

Pericarditi e miocarditi dopo il vaccino, Perrone Filardi (SIC): «Casi rari e mai gravi»

Dopo i casi della pallavolista Marcon e del calciatore Obiang colpiti da pericardite e miocardite, la parola al professor Pasquale Perrone Filardi, presidente eletto della Società Italiana di C...
di Federica Bosco